Venerdì 16 Aprile 2021 | 04:54

Il Biancorosso

Serie C
Palermo e Bari: rendimenti a confronto in vista del match di domenica al S.Nicola

Palermo e Bari: rendimenti a confronto in vista del match di domenica al S.Nicola

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantocontrolli guardia costiera
Taranto, sequestrati 8 quintali di cozze di dubbia provenienza: due persone denunciate

Taranto, sequestrati 8 quintali di cozze di dubbia provenienza: due denunciati

 
Potenzala preoccupazione
Melfi, confronto Stellantis: «Ridurre sprechi ma non occupazione»

Melfi, confronto Stellantis: «Ridurre sprechi ma non occupazione»

 
Barila sentenza
Bari, aggredì cronista: moglie boss clan Striscgiuglio condannata a 16 mesi

Bari, aggredì cronista: moglie boss clan Strisciuglio condannata a 16 mesi

 
Foggiala nomina
Foggia, comandante provinciale Gdf di Potenza entra nella Giunta Landella

Foggia, comandante provinciale Gdf di Potenza entra nella Giunta Landella

 
Batla video-denuncia
Andria, ragazzini appiccano incendio all'esterno del Palazzetto dello sport: «Mi cadono le braccia»

Andria, ragazzini appiccano incendio all'esterno del Palazzetto dello sport: «Mi cadono le braccia»

 
LecceMotori
Casarano, da domani il 27esimo rally

Casarano, da domani il 27esimo rally

 
BrindisiNel Brindisino
Latiano, innamorata non corrisposta di un dipendente di banca, fa irruzione con un coltello: arrestata

Latiano, innamorata non corrisposta di un dipendente di banca, fa irruzione con un coltello: arrestata

 
MateraIl caso
Matera, violenze sulla compagna e scappa in Albania per non farsi arrestare: trovato 70enne, ai domiciliari

Matera, violenze sulla compagna e scappa in Albania per non farsi arrestare: trovato 70enne, ai domiciliari

 

i più letti

Fotoreporter ostunese tra i Pigmei nel Congo

OSTUNI - In Congo per un reportage sul popolo della foresta tropicale: un avventuroso viaggio tra mille insidie per documentare il popolo dei pigmei. Attraverso gli scatti del noto fotoreporter ostunese, Marcello Carrozzo, si è potuto vedere il popolo della foresta, nella vita quotidiana, dedita alla caccia e alla sopravvivenza.
Fotoreporter ostunese tra i Pigmei nel Congo
OSTUNI - In Congo per un reportage sul popolo della foresta tropicale: un avventuroso viaggio tra mille insidie per documentare il popolo dei pigmei. Attraverso gli scatti del noto fotoreporter ostunese, Marcello Carrozzo, si è potuto vedere il popolo della foresta, nella vita quotidiana, dedita alla caccia e alla sopravvivenza. Carrozzo è ritornato da un reportage in Africa, nel nord del Congo dopo aver trascorso tre settimane nella foresta tropicale, a Ouésso (800 km a nord di Brazzaville), nella regione del Sangha, ai confini con il Camerun, per documentare le popolazioni autoctone, che ancora vivono in simbiosi con la natura .

Sono fra gli ultimi popoli «primitivi» al mondo: vivono di arco e frecce, caccia e pesca, lontano dalla “civiltà”. Superando le condizioni rese difficile dalle condizioni climatiche ed ambientali particolarmente critiche, il reporter ostunese ha portato a termine il mandato di missione dell’Istituto delle Francescane Missionarie di Maria impegnate in missioni “ad gentes”, rivolte alle fasce delle popolazioni più povere ed emarginate del pianeta. A Mbaluma, sono soltanto due le suore impegnate in questo progetto con il compito di gestire una piccola farmacia che distribuisce gratuitamente farmaci di prima necessità ai pigmei e una scuola elementare dove ai bambini viene garantito anche un pasto al giorno.

Foto eloquenti e allo stesso tempo suggestive, raccapriccianti e che fanno riflettere per illustrare quel mondo fatto di realtà di vita primitiva, nella giungla, nei villaggi di poche capanne. «Ho provato a raccontare – ha detto il fotoreporter – la storia di uomini, “famiglie” che vivono allo stato primordiale dove si caccia con lance e frecce: non c’è tecnologia come luce, telefoni, non c’è nulla ma nonostante queste assenze, ho percepito una serenità, un equilibrio e unità di tribù e il rapporto umano. Tribù che vivono ancora allo stato primordiale».

Il giorno si vive all’esterno delle capanne, a piedi scalzi, con un panno che cinge la vita e dove a 12 anni si è già adulti: le ragazze che sono pronte per la filiazione e per dimostrare la loro fertilità e i ragazzi con la lancia, nella giungla che dimostrano il loro coraggio cacciando animali bradi e feroci». Carrozzo ha realizzato un servizio fotografico completo, documentando, non solo le attività svolte dalle suore missionarie, ma anche la vita degli abitanti della foresta, partecipando a battute di caccia e di pesca. A completamento del lavoro, sarà pubblicato un libro in italiano e francese, che sarà presentato presso l’Ambasciata Congolese a Roma e all’Ambasciata Italiana di Brazzaville, a sostegno di una serie di iniziative del Governo Congolese a favore delle popolazioni autoctone. Dopo i reportage in Medio Oriente, in quelle zone tormentate e nei campi profughi di Yarmouk, Jaramana , Palestine-camp in Siria, a Shabra e Shatila in Libano e Gaza-camp e Bakha in Giordania, in Congo, Kenya, Mongolia e India, ora Carrozzo è ritornato da quest’altra avventura con scatti preziosi e rari che faranno scalpore. [Aldo Guagliani]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie