Sabato 25 Giugno 2022 | 15:41

In Puglia e Basilicata

La tragedia

Ritrovato corpo di Elena, bimba scomparsa nel Catanese: la madre ha confessato «L'ho uccisa io. Non ero in me»

Ritrovato corpo di Elena, bimba scomparsa nel Catanese: la madre ha condotto i carabinieri sul luogo

Ieri il racconto della donna poco più che ventenne, Martina Patti: ha simulato un rapimento a opera di tre uomini incappucciati poi ha portato i carabinieri sul luogo dove era nascosto il cadavere

13 Giugno 2022

CATANIA - È stato trovato il corpo della bambina di cinque anni, Elena Del Pozzo, scomparsa ieri nel Catanese. Il cadavere della piccola è stato rinvenuto in un campo incolto a soli 200 metri della casa di Mascalucia dove la donna, Martina Patti, poco più che ventenne, viveva con la bimba, separata dal padre per i continui dissidi. È stata la donna, al termine di un lungo interrogatorio durato tutta la notte, a far trovare il corpo ai carabinieri. Ieri la madre aveva raccontato di essere stata aggredita da tre uomini incappucciati a Tremestieri Etneo, che le avevano portato via Elena. Ma il racconto presentava troppe incongruenze.

Sono sconvolto. Appena ho saputo la notizia sono scoppiato in un pianto a dirotto. E’ una vicenda di una drammaticità unica che non avremmo mai voluto apprendere». Così il sindaco di Mascalucia, Enzo Magra, sul ritrovamento del cadavere.

LA CONFESSIONE, LA MAMMA DI ELENA: SONO STATA IO

È stata la madre ad uccidere Elena, la bimba di 5 anni di cui ieri aveva denunciato il rapimento nel Catanese. I stata la stessa donna, Martina Patti, 23 anni, a confessarlo ai Carabinieri nel corso di un interrogatorio. A quanto emerge, la giovane avrebbe ucciso in casa a Mascalucia la figlia per poi portarne il corpo in in un vicino terreno di campagna abbandonato cercando di coprirlo con terra e cenere lavica. Il delitto sarebbe stato commesso dopo che la donna aveva preso la bambina all’asilo, mentre era sola in casa.

Non ancora chiari movente e dinamica dell’uccisione. La madre avrebbe detto di avere agito senza capire quello che stava facendo. Un aiuto alle indagini potrà arrivare dall’autopsia disposta dalla Procura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -

BAT

 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725