Martedì 09 Agosto 2022 | 10:15

In Puglia e Basilicata

SU DISNEY+

Tutte le storie di «Life & Beth» fra crisi, nevrosi e humour

Tutte le storie di «Life & Beth» fra crisi, nevrosi e humour

Amy Schumer in una scena di «Life&Beth»

Combinando la sua versione personale del politicamente scorretto con un’autoironia senza limiti, torna la deliziosa Amy Schumer

15 Luglio 2022

Marzia Gandolfi

Combinando la sua versione personale del politicamente scorretto con un’autoironia senza limiti, Amy Schumer ha interpretato per anni la «ragazza della porta accanto» disinibita. Stand-up, film, serie, ha osato tutto puntando su un sentimento di familiarità e di vera sorpresa, su argomenti ritenuti ingrati o intoccabili e sulla sua «rotondità» per denunciare il body shaming. Con Life & Beth, creata per Hulu e disponibile su Disney+, l’attrice e autrice americana cambia pelle e si avventura su un terreno molto personale. A partire dal titolo, Beth è il suo secondo nome, la serie la confronta con un passato doloroso e la rivela in una forma inedita. Rovine familiari, divorzio dei genitori, sorellanza, Amy Schumer intinge la penna dove fa più male e scrive un dramma che le somiglia più di qualsiasi cosa realizzata prima. Come Lena Dunham (Girls) o Phoebe Waller-Bridge (Fleabag), si espone coraggiosamente in una partitura melanconica, supportata da compagni di gioco impeccabili, Susannah Flood e Michael Cera su tutti.

A priori, la vita sorride a Beth, che ha spuntato tutte le caselle dell’american dream. Ma diffidate delle apparenze, l’eroina sta attraversando una crisi esistenziale, la vita newyorkese le va stretta e la disfa il giorno in cui sua madre muore. Tornata «temporaneamente» a Long Island, origine della sua geografia sentimentale e della sua complicata adolescenza, è divisa tra due epoche e due versioni di sé. A braccetto con le amiche d’infanzia e uomini improbabili, cerca mollemente un nuovo soffio. Con Life & Beth, la regina della commedia convoca le nevrosi familiari e un umorismo meno insolente, affidando ai comprimari la parte greve e burlesca. Una prima volta per Amy Schumer, mai così vulnerabile e sincera, fragile e dolcemente godibile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725