Lunedì 03 Ottobre 2022 | 23:14

In Puglia e Basilicata

Intervento dei Cc

Massafra, picchia e minaccia
con coltello convivente incinta

Maltrattamenti in famiglia arrestato 2 volte in 2 giorni

In manette un 28enne rumeno: l'ennesima aggressione dopo un litigio

23 Marzo 2018

I Carabinieri del Radiomobile della Compagnia di Massafra (Ta) hanno arrestato, in flagranza del reato di maltrattamenti in famiglia, un 28enne, rumeno, residente a Novara ma di fatto domiciliato a Massafra. I militari sono intervenuti in un’abitazione del centro storico cittadino per una lite in famiglia. Giunti sul posto i militari  accertavano la presenza del personale sanitario del 118 intenti a prestare le prime cure del caso ad una 24enne, massafrese, che presentava diversi ematomi e lesioni al volto; in casa veniva inoltre accertata la presenza del 28enne, rumeno, convivente di quest’ultima, in evidente stato di agitazione psicofisica dovuta all’assunzione di alcol, che riferiva di essere estraneo alla vicenda.

La vittima, dopo essere stata medicata e tranquillizzata, trovava il coraggio di raccontare l’accaduto ai militari ovvero che il convivente, poco prima, per futili motivi e incurante del suo stato di gravidanza, l’aveva aggredita con calci e pugni e, dopo averle puntato un coltello, l’aveva anche minacciava di morte.

I Carabinieri accertavano inoltre che quanto accaduto era l’ennesimo episodio di aggressione, accreditando un contesto di assoggettamento psicologico e vessatorio in cui versava la vittima. Nel corso della perquisizione domiciliare i militari rinvenivano e sequestravano il coltello a serramanico utilizzato dall’uomo per minacciare la compagna. Il rumeno, su disposizione del pm di turno, è stato accompagnato in carcere a Taranto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725