Martedì 04 Ottobre 2022 | 00:22

In Puglia e Basilicata

innovazione

A Massafra una app
per la raccolta dei rifiuti

app rifiuti

Differenziata, il sindaco Quarto dà la notizia presentando l'Osservatorio alla città

15 Gennaio 2018

di ANTONELLO PICCOLO

MASSAFRA - Presentato l’Osservatorio Rifiuti Zero. Massafra ha ufficialmente un’importante strumento di partecipazione attiva dei cittadini al Bene Comune. Il documento di adesione all’Osservatorio risulta firmato dal sindaco di Massafra, Fabrizio Quarto (ha funzioni di presidente), dall’assessore alla Qualità dell’Ambiente, Tonia Di Gregorio, dal presidente della Commissione consiliare Ambiente ed Ecologia, Antonio Ciaurro; dal presidente “Zero Waste Europe”, Rossano Ercolini; da Cristina Toma della Universal Service (azienda che gestisce il servizio di raccolta Rsu), Carmine Carella della Cisa Spa (azienda che gestisce il servizio pubblico di smaltimento Rsu); dai componenti, uno per ogni associazione o comitato ambientalista che si occupa di tutela e salvaguardia dell’ambiente, attivi da almeno 3 anni sul territorio comunale e/o nazionale: Maria Millarte di Legambiente Massafra, Giovanni Tammaro del comitato “No Rifiuti”, Delio Monaco dell’Isde Massafra. E infine, in rappresentanza del Consiglio comunale cittadino, dal presidente del Consiglio, Maurizio Baccaro.

In apertura dell’incontro pubblico tenutosi al Teatro Comunale, Maurizo Baccaro ha tracciato il lungo percorso sociale e amministrativo che ha portato alla concretizzazione dell’Osservatorio Rifiuti Zero. Il primo atto amministrativo risale al 2013, con l’approvazione in Consiglio comunale della delibera di adesione della Città di Massafra alla strategia verso Rifiuti Zero. Poi nel 2017 il riconoscimento ufficiale di Rossano Ercolini, che dichiarava Massafra tra i 270 comuni verso Rifiuti Zero. Successivamente, a settembre dello scorso anno, con delibera di giunta comunale l’istituzione dell’Osservatorio Rifiuti Zero, con il relativo regolamento.

«La filosofia dell’Osservatorio – ha dichiarato il sindaco, Fabrizio Quarto – mira a fare sistema nella direzione volta a migliorare la raccolta differenziata. Rispetto alla grande mole di rifiuto indifferenziato prodotta, la sfida è ridimensionare queste quantità, portandone sempre il meno possibile in discarica o all’incenerimento. Sappiamo che abbiamo aderito alla strategia Rifiuti Zero, ma sappiamo anche che è impossibile non avere nessun rifiuto. Il nostro obiettivo, quindi, è ridimensionare e in questo possono essere utili anche le attività imprenditoriali».

In conclusione Quarto ha annunciato il lancio, a breve, di una App per telefonini per facilitare la Raccolta differenziata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725