Martedì 13 Novembre 2018 | 19:29

NEWS DALLA SEZIONE

A taranto
Centro autismo rischia chiusura, protestano famiglie

Centro autismo rischia chiusura, protestano famiglie

 
Incidente sul lavoro
Taranto, due operai cadono da impalcatura in quartiere Tamburi

Taranto: il cestello della gru si ribalta, precipitano e muoiono due operai

 
Ambiente
Taranto, spostati i fusti radioattivi da ex Cemerad a Roma

Taranto, spostati i fusti radioattivi da ex Cemerad a Roma

 
Furto
Rubano 720kg di olive a Palagiano, arrestati 4 stranieri

Rubano 720kg di olive a Palagiano, arrestati 4 stranieri

 
La vicenda
Taranto, vandali distruggono Piazza Bettolo nella notte

Taranto, vandali distruggono Piazza Bettolo nella notte

 
La tragedia in Francia
Marsiglia, ultimo saluto a Simona Carpignano: le sue ceneri sparse in mare

Marsiglia, ultimo saluto a Simona Carpignano: il corpo sarà cremato

 
Pericolo sventato
Taranto, raccolgono funghi velenosi senza saperlo: salvati dai forestali

Taranto, raccolgono funghi velenosi senza saperlo: salvati dai forestali

 
Blitz dei carabinieri
Caporalato, tre rumeni arrestati a Ginosa: sfruttavano i braccianti

Caporalato, tre rumeni arrestati a Ginosa: sfruttavano i braccianti

 
Voleva rivenderlo
Ruba scivolo da parco giochi, denunciato 36enne a Taranto

Ruba scivolo da parco giochi, denunciato 36enne a Taranto

 
Due operazioni
Droga, 2 denunce a Brindisi e un arresto a Leporano dopo perquisizioni in casa

Droga, 2 denunce a Brindisi e un arresto a Leporano dopo perquisizioni in casa

 
Il provvedimento
Omicidio Scazzi, 3 anni a Michele Misseri per calunnia e diffamazione

Omicidio Scazzi, 3 anni a Misseri per calunnia e diffamazione

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Non avevano certificazione

Sequestrati a Taranto
quattro quintali di cozze

Sequestrati a Taranto quattro quintali di cozze

TARANTO - Oltre quattro quintali di cozze nere sono stati sequestrati da personale della Sezione Polizia Marittima della Capitaneria di Porto-Guardia Costiera di Taranto perché privi di ogni documentazione o certificazione sanitaria attestante la commestibilità del prodotto prelevato dal primo seno del mar Piccolo in violazione delle ordinanze dell’Asl e della Regione Puglia per il rischio di contaminazione da diossina e Pcb.

L’attività di controllo del territorio ha consentito ai militari di individuare e fermare in due distinte circostanze due furgoni che avevano appena caricato il prodotto già insacchettato e pronto per la vendita diretta al consumatore. Tutto il prodotto è stato sequestrato in quanto nocivo per la salute pubblica e successivamente distrutto, mentre i due responsabili sono stati denunciati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400