Lunedì 03 Ottobre 2022 | 22:40

In Puglia e Basilicata

Il caso

Taranto, detenuti o ai domiciliari prendevano reddito cittadinanza: 12 denunciati

reddito di cittadinanza

L'indagine ha permesso di accertare che dall’aprile 2019 hanno frodato lo Stato per quasi 50 mila euro

17 Febbraio 2021

Redazione online

Alcuni continuavano a ricevere il Reddito di cittadinanza pur essendo detenuti, altri mentre erano agli arresti domiciliari. A scoprirlo sono stati i carabinieri di Taranto che hanno denunciato 12 persone, tutte ufficialmente disoccupate, per truffa aggravata ai danni dello Stato. L'indagine ha permesso di accertare che dall’aprile 2019 hanno frodato lo Stato per quasi 50 mila euro.
Anche attraverso pedinamenti, i militari hanno scoperto che le 12 persone denunciate, e che da oggi non riceveranno più il Reddito di cittadinanza, non fornivano le dovute informazioni pur di ottenere il sostegno economico. Ad esempio non dichiaravano di essere sottoposti alla misura cautelare degli arresti domiciliari o dell’obbligo di dimora, oppure fornivano informazioni mendaci sulla residenza anagrafica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725