Domenica 31 Maggio 2020 | 06:00

NEWS DALLA SEZIONE

Il siderurgico
Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

 
Il caso
Si torna a sparare per strada a Taranto: nessun ferito

Si torna a sparare per strada a Taranto: tanta paura, ma nessun ferito

 
Ripensato lo showroom
Fase 2 Taranto, anche il mercato dell’auto riparte: possibilità di test drive a domicilio

Fase 2, anche il mercato dell’auto riparte: possibilità di test drive a domicilio

 
controlli dei cc
Taranto, a spasso con la droga a Paolo VI: nei guai 30enne inospettabile

Taranto, a spasso con la droga a Paolo VI: nei guai 30enne inospettabile

 
lentocrazia
Taranto, ospedale S. Cataldo

Taranto ospedale San Cataldo, il sindaco: « È una vergogna nazionale. Il Governo sblocchi il progetto»

 
l'appello
Mittal Taranto, «L'azienda rispetti le prescrizioni»

Mittal Taranto, «L'azienda rispetti le prescrizioni»

 
Sanità e stellette
Taranto, dal governo pioggia di milioni per migliorare l'ospedale militare

Taranto, dal Governo pioggia di milioni per migliorare l'ospedale militare

 
Il caso
Ginosa, picchia ed estorce soldi ai genitori anziani per l'alcool: arrestato

Ginosa, picchia ed estorce soldi ai genitori anziani per l'alcool: arrestato

 
OMICIDIO STANO
Manduria, anziano pestato a morte: 3 della baby gang rischiano fino a 20 anni di carcere

Manduria, anziano pestato a morte: 3 della baby gang condannati fino a 10 anni di carcere

 
Il siderurgico
Taranto, a Mittal, nessun accordo sulla Cassa: ma l'azienda va avanti

Taranto, a Mittal, nessun accordo sulla Cassa: ma l'azienda va avanti

 
il siderurgico
ArcelorMittal, non c'è accordo tra azienda e sindacati su proroga cig Covid

ArcelorMittal, non c'è accordo tra azienda e sindacati su proroga cig Covid

 

Il Biancorosso

Calcio
Bari in campo a luglio per lo sprint e la B è un sogno di mezza estate

Bari in campo a luglio per lo sprint e la B è un sogno di mezza estate

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraArte
Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

 
Bariemergenza coronavirus
Fase 2 a Bari, Decaro incontra e ringrazia i volontari: «Siete la nostra forza»

Fase 2 a Bari, Decaro incontra e ringrazia i volontari: «Siete la nostra forza»

 
TarantoIl siderurgico
Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

 
LecceIndustria
L’automotive riparte dopo tre mesi si punta su tecnologie ibride ed elettriche

L’automotive riparte dopo tre mesi si punta su tecnologie ibride ed elettriche

 
FoggiaLa lite
San Severo, poliziotto aggredito e preso a calci nei genitali da 3 ragazzi

San Severo, poliziotto aggredito e preso a calci nei genitali da 3 ragazzi

 
BariTemporali
Maltempo Puglia

Puglia e Basilicata, maltempo da brividi: prima la shelf cloud e poi la maxi grandinata

 
Batl'ordinanza
Foggia, partecipò a rapina in Emilia, arrestato capoclan di Trinitapoli

Foggia, partecipò a rapina in Emilia, arrestato capoclan di Trinitapoli

 
BrindisiLa decisione
Fase 2, sindaco di Brindisi frena sulla movida: locali chiusi a mezzanotte

Fase 2, sindaco di Brindisi frena sulla movida: locali chiusi a mezzanotte

 

i più letti

la storia

«Il Covid? Battiamolo con la testa»: parla Vanny Miale, da Grottaglie a 20 anni di lavoro nei grandi club del volley

Il preparatore vincente: «La strategia della prevenzione, come l'ultimo punto»

«Il Covid? Battiamolo con la testa»: parla Vanny Miale, da Grottaglie a 20 anni di lavoro nei grandi club del volley

«Il coronavirus? È un nemico invisibile, che va affrontato coi neuroni ad alta frequenza». Da Istanbul, Vanny Miale pesca la risposta dal repertorio di preparatore atletico vincente. Dietro il dominio pallavolistico delle donne del VakifBank Spor, dal 2015 ad oggi, c’è la perizia del professionista di Grottaglie. Quarantadue anni, di cui la metà dedicata alla performance sportiva.
«Dopo la formazione a Scienze motorie e all’Isef di Urbino, unitamente a uno stage all’Università della Borgogna - ricorda Miale - mi sono gradualmente guadagnato la credibilità del mondo del volley grazie alla pratica sul campo. Chi mi ha aperto la via per la bellezza agonistica? Ho nel cuore l’assist che mi diede l’allora dirigente federale provinciale e segretario della Magna Grecia Stefano De Luca, che mi accreditò al tecnico Vincenzo Di Pinto. Avevo 23 anni e il giorno dopo mi ritrovai a lavorare con gli olimpionici Vujevic, Kovac e Schuil. Allora stava cominciando la grande sfida con me stesso... ».

Molte, finora, sulla strada del preparatore fisico, sono state le scommesse vinte. Il suo palmarès Miale lo ha solcato con un’opera quotidiana di dieci ore in palestra con le squadre di club e nazionali. Il primo metallo è l’oro dell’European League 2008 col Bratislava di mister Emanuele Zanini, col quale vince anche il Mondiale Under 23 nel segno della Turchia. Segue la pingue sinergia con Andrea Anastasi che considera «il tecnico che riflette la mia sostanza più vera», la quale produce alla corte della Polonia, tra il 2011 e il 2013, una World League più un bronzo, un terzo posto europeo, un argento in World Cup e un quinto posto olimpico. Ancora emozioni polacche, in simbiosi col duo tecnico Bernardi-Piazza, in sella allo Jastrzebski Wegiel che firma il doppio bronzo 2013-2014 in Champions League e Plusliga.

Arriva il 2015, che consegna a Miale la chance del top volley femminile. Questa giunge grazie alla chiamata di coach Giovanni Guidetti, che va alla guida di un’autentica Ferrari, che è la squadra del Governo turco VakifBank Spor Kulübü. Il club di Instabul meraviglia tra le schiacciate dell’olimpionica Zhu Ting e quelle dell’enfant prodige svedese Isabelle Haak: tre scudetti, due Champions League, una supercoppa turca, una Coppa di Turchia e due Mondiali per club.
Com’è vincere da dietro le quinte? «Non vedi l’ora di buttarti sul campo a festeggiare con le atlete. Il punto finale fa tirare fuori tutti i sacrifici di un anno» commenta Miale, il quale ammette di avere la fortuna «di lavorare con una grande società, che ti lascia autonomia professionale, assicurando la nostra gestione del palazzetto, che a me ricorda il fantastico PalaFiom di Taranto dove con l’allora Prisma arrivammo sino ai quarti-scudetto». Alla VakifBank Spor Sararayi di 3500 posti, Miale è orgoglioso di poter essere «il primo preparatore di un club al mondo ad usare un sistema Gps per studiare la velocità delle atlete all’azione. Lo strumento della casa tedesca Kinexon ci permette di misurare l’andatura di una giocatrice a rete. Così, ad esempio, abbiamo capito che la nostra campionessa serba Milena Rasic ha uno spostamento a muro ad una media di 2,58 metri/secondo quadrato».

Adesso il campo è diventato un ricordo per Miale, perché costretto dal Covid-19 a lavorare in casa. «In Turchia il governo ha imposto delle restrizioni che parlano alla coscienza dei cittadini. Io credo che sia giusto assicurare la prevenzione. Ma è doloroso star fermi. Attraverso lo smart working interagisco con le atlete, facendole tenere in caldo la loro forma». Prima che la pandemia stoppasse il volley turco, il VakifBank illuminava la scena. «Il 15 marzo è stato l’ultimo nostro incontro, giocato in casa a porte chiuse. Il 3-0 sulla diretta concorrente per lo scudetto Eczacibasi ci ha permesso di conquistarci una certezza nell’incertezza» commenta Miale.

Nell’attesa che la federazione della mezza luna prenda la decisione (campionato concluso in anticipo?), il preparatore vincente si gode nella casa di una Istanbul che ama («la dittatura di Erdogan? Qui in realtà non si sente e la qualità della vita è ottima») sua moglie Bruna Emer. «Lei è una modella brasiliana, che opera nel benessere attraverso la nutrizione olistica. Ci siamo sposati lo scorso anno sulla spiaggia di Porto Cesareo, dopo che me n’ero innamorato nella drammatica notte di Istanbul del primo gennaio 2017. Ero destinato, assieme a degli amici pallavolisti, ad andare alla discoteca Reina, ma la polizia ci fermò, dirottandoci dal luogo dell’attentato. Facemmo così tappa in un altro locale, dove conobbi Bruna». Una luce nel buio. Come una schiacciata liberatrice. A Miale piace pensarlo come «un presagio vincente nella lotta al coronavirus».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie