Sabato 11 Luglio 2020 | 13:50

NEWS DALLA SEZIONE

Opere pubbliche
Taranto accelera sui parcheggi: operativo il piano del Comune

Taranto accelera sui parcheggi: operativo il piano del Comune

 
il siderurgico
Taranto, ritardi fatture: gli autotrasportatori in protesta

Taranto, ritardi fatture: gli autotrasportatori in protesta

 
dal 14 al 19 luglio
Tutto pronto per il Taranto Jazz Festival: Tosca è l'ospite d'onore della prima edizione

Tutto pronto per il Taranto Jazz Festival: Tosca è l'ospite d'onore della prima edizione

 
La novità
Asl Taranto acquista capannone per Cittadella del Carnevale

Asl Taranto acquista capannone per Cittadella del Carnevale

 
La decisione
Taranto, al via il piano contro le cozze straniere nel Mar Piccolo

Taranto, al via il piano contro le cozze straniere nel Mar Piccolo

 
Il caso
Manduria, bruciano 10 ettari di uliveto al sindaco: indagano i carabinieri

Manduria, bruciano 10 ettari di uliveto al sindaco: indagano i carabinieri

 
Sanità
Taranto, al via campagna vaccinazione anti pneumococcica

Taranto, al via campagna vaccinazione anti pneumococcica

 
la visita
Taranto, ministra Bellanova: «Agricoltura settore del futuro, occorre puntare sui giovani»

Taranto, ministra Bellanova: «Agricoltura settore del futuro, occorre puntare sui giovani»

 
La decisione
Sava, anziano perseguitato. In cinque a processo

Sava, anziano maltrattato e minacciato: in 5 a processo

 
Sondaggio on line
Taranto, Giochi del mediterraneo: scelta la mascotte, sarà «Ionios»

Taranto, Giochi del mediterraneo: scelta la mascotte, sarà «Ionios»

 
tragedia sfiorata
Taranto, detenuto incendi suppellettili nella cella: 8 agenti intossicati

Taranto, detenuto incendia suppellettili nella cella: 8 agenti intossicati

 

Il Biancorosso

calcio
Bari 13 luglio contro Ternana, ds Scala: «Sorteggio non molto favorevole»

Bari 13 luglio contro Ternana, ds Scala: «Sorteggio non molto favorevole»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaSanità
Manfredonia, mammografie liste interminabili al San Camillo

Manfredonia, mammografie liste interminabili al San Camillo

 
BrindisiCriminalità
Fasano, presto le ronde contro i furti nelle abitazioni

Fasano, presto le ronde contro i furti nelle abitazioni

 
BatComunali
Andria, il M5s punta su Coratella

Andria, il Movimento 5 Stelle punta su Coratella

 
MateraIl ritrovamento
Trafugata nel 2008 la scultura del cane di San Rocco torna in chiesa a Gorgoglione

Trafugata nel 2008 la scultura del cane di San Rocco torna in chiesa a Gorgoglione

 
TarantoOpere pubbliche
Taranto accelera sui parcheggi: operativo il piano del Comune

Taranto accelera sui parcheggi: operativo il piano del Comune

 
HomeIl virus
Coronavirus in Basilicata, un nuovo caso positivo di rientro

Coronavirus in Basilicata, un nuovo caso positivo di rientro

 
LecceOpera pubblica
San Foca, Tap, lavori ultimati. Presto il collaudo

Tap a San Foca, lavori ultimati: presto il collaudo

 

i più letti

L'intervista

Diodato: a Sanremo con Taranto nel cuore e nel nuovo album un brano ispirato all'Ilva

L’artista pugliese al festival in gara tra i big con il brano «fai rumore»

Diodato: a Sanremo con Taranto nel cuore e nel nuovo album un brano ispirato all'Ilva

Sarà la sua terza volta in gara al festival di Sanremo. Il 39enne cantautore Antonio Diodato, originario di Taranto, sarà infatti tra i big con Fai rumore. La sua prima volta sul palco dell’Ariston risale al 2014, quando con il brano Babilonia si classifica al secondo posto della sezione «Nuove Proposte», dopo Rocco Hunt. Quattro anni dopo, nel 2018, si ripresenta tra i big in coppia con il trombettista Roy Paci con Adesso, giunto all’ottavo posto. L’anno scorso, invece, in qualità di ospite si è esibito con il rapper Ghemon. Per Diodato, oltre alla partecipazione al Festival, è anche il momento di licenziare il terzo album di inediti Che vita meravigliosa, in uscita il 14 febbraio per la Carosello Records. Il nuovo disco è stato anticipato dal singolo omonimo che il cantautore pugliese ha scritto per il film La Dea Fortuna di Ferzan Ozpetek. Che vita meravigliosa, prodotto da Tommaso Colliva, è composto da 11 brani tutti a firma di Diodato e arriva a tre anni di distanza da Cosa siamo diventati. In primavera Diodato sarà protagonista di due live importanti: all’Alcatraz di Milano (22 aprile) e all’Atlantico di Roma (29 aprile) per poi iniziare il tour. Artista intenso, raffinato e ricercato Diodato, apprezzato per le sue qualità vocali e compositive, ma anche per il suo impegno civile e sociale che lo vedono in prima linea, insieme all’attore e concittadino Michele Riondino, sul tema dell’Ilva, oltre che direttore artistico del concerto del 1° Maggio a Taranto.

Diodato, è la sua terza volta al festival di Sanremo, emozionato?
«È difficile abituarsi a Sanremo, ti mette sempre un po’ di tensione. Vengo da un periodo intenso con il brano che accompagna la colonna sonora del film di Ozpetek e poi ho anche l’album da promuovere, quindi sono contento di partecipare a questa importante vetrina».

Nella serata delle cover propone «24mila baci» di Celentano, com’è nata la scelta?
«Anche sul palco dell’Ariston voglio tirare fuori tutto l’amore che ho per la grande musica italiana. Ho fatto più volte tributi ai grandi autori, ma non ne avevo mai fatto uno a Celentano che, in qualche modo, è stato colui che ha portato il r&r in Italia. Ho fatto un arrangiamento molto diverso dall’originale e duetterò con Nina Zilli, spero piaccia ad Adriano».

Tante polemiche stanno anticipando l’inizio del festival. L’ultima riguarda il rapper Junior Cally per i testi considerati violenti e contro le donne.
«Ogni anno c’è sempre qualche contrasto che anticipa il festival, credo sia necessario abbassare i toni. È importante far sentire la propria voce e sono d’accordo con chi cerca di fare arrivare il proprio dissenso, però creare mostri è sempre molto pericoloso. Il festival va preso con “leggerezza”».

Passiamo all’album: cosa rappresenta per lei questo nuovo disco?
«È parte di un percorso che spero sia di crescita. Sto cercando sempre di guardarmi intorno e di mettere all’interno dei lavori tutto il mio vissuto, di lasciare le ispirazioni così come sono state concepite inizialmente. Sono consapevole di aver sofferto momenti di sconforto, difficoltà, però nonostante questo credo di essere affamato della vita e in tutti i modi cerco di assaporarla e a viverla il più intensamente possibile».

Nel brano «Il commerciante», c’è qualche riferimento al tema dell’Ilva?
«È impossibile non pensare a quello che accade a Taranto, così come lo è per chiunque si sia avvicinato a quel dramma. È impossibile non farlo tornare anche attraverso azioni un po’ più ampie. È una sorta di tragedia umana che è lo specchio di tante situazioni che ha dei temi che possono essere analizzati sotto tanti punti di vista».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie