Giovedì 04 Giugno 2020 | 14:20

NEWS DALLA SEZIONE

l'onorificenza
Beniamino Laterza

Taranto, un vigilante del «Moscati» ora è Cavaliere della Repubblica

 
trasporto ferroviario
Potenza, il 14 giugno riparte Frecciarossa Taranto-Potenza-Milano

Potenza, il 14 giugno riparte Frecciarossa Taranto-Potenza-Milano

 
problemi al siderurgico
Mittal Taranto, fabbrica in stato di abbandono: denuncia Fiom ai commissari Ilva

Mittal Taranto, fabbrica in abbandono e sicurezza a rischio: denuncia ai commissari Ilva

 
Cultura
A Taranto riapre il museo MarTa «Ripartiamo dalla storia»

A Taranto riapre il museo MarTa: «Ripartiamo dalla storia»

 
L'inchiesta
Taranto, la Marina, sull'appalo mense l'Anac ha aperto un fascilolo

Taranto, mense della Marina: l'Anac apre fascicolo

 
operazione tabula rasa
Taranto, spaccio ed estorsioni: smantellato sodalizio criminale, 11 misure cautelari

Taranto, spaccio ed estorsioni: smantellato sodalizio criminale, 9 arresti, 46 indagati

 
Il siderurgico
Arcelor Mittal, Rizzo (Usb): «Da multinazionale schiaffo al governo»

Arcelor Mittal, Rizzo (Usb): «Da multinazionale schiaffo al governo»

 
Ambiente
Taranto, santuario dei delfini all’isola di San Paolo

Taranto, in arrivo il «santuario dei delfini» all’isola di San Paolo

 
2 giugno
Taranto, il MArTA riapre con un segno di «rinascita»

Taranto, il MArTA riapre con un segno di «rinascita»

 
atti persecutori
Taranto, armato si fa trovare sotto la casa della ex: arrestato stalker 48enne

Taranto, armato si fa trovare sotto la casa della ex: arrestato stalker 48enne

 
l'aggressione-rapina
Taranto, uomo picchiato con «nunchaku» e rapinato di 900 euro: arrestato 55enne

Taranto, uomo picchiato con «nunchaku» e rapinato di 900 euro: arrestato 55enne

 

Il Biancorosso

serie C
C’è aria di fronda tra i club: il Bari vuole palla al centro

C’è aria di fronda tra i club: il Bari vuole palla al centro

 

NEWS DALLE PROVINCE

Leccenel salento
Ugento, brucia auto maresciallo Polizia Locale: indagano i cc

Ugento, brucia auto maresciallo Polizia Locale: indagano i cc

 
Potenzalavoro
Truffa all'Inps nel Potentino: sedici denunciati

Truffa all'Inps nel Potentino: sedici denunciati

 
BariTecnologia
«Immuni, applicazione pericolosa e inutile»

«Immuni, applicazione pericolosa e inutile», il parere dell'avvocato

 
Tarantol'onorificenza
Beniamino Laterza

Taranto, un vigilante del «Moscati» ora è Cavaliere della Repubblica

 
Materadalla polizia
Matera, palpeggia 17enne che cammina per strada: arrestato 46enne

Matera, palpeggia 17enne che cammina per strada: arrestato 46enne

 
Foggianel foggiano
San Severo, in casa eroina e cocaina: giovane pusher ai domiciliari

San Severo, in casa eroina e cocaina: giovane pusher ai domiciliari

 
BrindisiL'intimidazione
Ostuni, incendiata auto a ex sindaco

Ostuni, incendiata auto in pieno giorno: terzo attentato all' ex sindaco

 

i più letti

Omicidio

Giallo a Milano: tarantino di 63 anni crivellato di colpi sotto casa

La vittima è stata finita nell'auto all'interno di un box condominiale a Cernusco sul Naviglio

Giallo a Milano: tarantino di 63 anni crivellato di colpi sotto casa

Il cadavere di un uomo di 63 anni, ucciso con diversi colpi di pistola, è stato trovato in serata all’interno della propria auto al piano interrato dei box in un condominio a Cernusco sul Naviglio (Milano), in via Don Milani 17. A scoprire il corpo, attorno alle 19, è stato un residente che ha chiamato i carabinieri della stazione locale.

La vittima, Donato Carbone, ex imprenditore edile originario di Taranto ma da molti anni residente in Lombardia, viveva nello stabile dove è stato trovato senza vita. Secondo i primi rilievi del medico legale sarebbe stato ucciso con almeno 10 colpi di pistola esplosi a distanza ravvicinata. I carabinieri sono a lavoro per ricostruire il profilo del 63enne e le sue ultime ore di vita.

Secondo una prima ricostruzione il delitto sarebbe avvenuto poco prima delle 19. Ancora da chiarire la dinamica e il movente. La vittima viveva da tempo nel palazzo dove è avvenuto il delitto. A dare l'allarme sarebbero stati gli stessi residenti del palazzo, che hanno sentito gli spari. Al piano dei box non ci sarebbe un sistema di sorveglianza, è possibile che l’assassino lo sapesse e abbia scelto di proposito quel punto.

Il primo passaggio degli investigatori è capire il profilo della vittima, le vicende in sospeso che potrebbero fornire un primo indirizzo della vicenda. L’unica macchia sulla sua fedina penale era un piccolo e datato precedente per droga.

Quello successivo è ricostruire le ultime ore, gli spostamenti, i possibili appuntamenti riferiti a famigliari o amici. Una prima traccia potrebbe essere il numero dei colpi esplosi, più comune in omicidi di impeto che in regolamenti di conti nel mondo della criminalità organizzata. Il corpo del 63enne, rimosso attorno alle 22.30 e trasportato all’obitorio di piazzale Gorini, sarà sottoposto ad autopsia nei prossimi giorni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie