Sabato 21 Settembre 2019 | 03:01

NEWS DALLA SEZIONE

Il Riesame
Taranto, accolto ricorso ex Ilva: Altoforno 2 resterà acceso

Taranto, accolto ricorso ex Ilva: Altoforno 2 resterà acceso

 
Cosimo Stano
Manduria, pestarono a morte anziano: chiesta messa alla prova per due minori

Manduria, pestarono a morte anziano: chiesta messa alla prova per due minori

 
Taranto
Arcelor, lavoratore licenziato: sciopero nazionale Usb

Arcelor, lavoratore licenziato: sciopero nazionale Usb

 
Dalla Gdf
Taranto, vendite on line frodando il fisco: sequestrati beni per 20 milioni

Taranto, vendite on line evadendo il fisco: sequestro beni per 20 mln

 
Nel tarantino
Martina Franca, asinelli incatenati e feriti: denunciato allevatore

Martina Franca, asinelli incatenati e feriti: denunciato allevatore

 
ambiente
Taranto, incendio in impianto autodemolizioni: colonna di fumo nero

Taranto, incendio in impianto autodemolizioni: colonna di fumo nero

 
L'episodio
Si intrufolano in sagrestia e rubano il marsupio del parroco: pizzicati 2 ladri nel Tarantino

Si intrufolano in sagrestia e rubano il marsupio del parroco: pizzicati 2 ladri nel Tarantino

 
Nel tarantino
Massafra, nigeriano si denuda in strada e sputa contro le auto di passaggio: arrestato

Massafra, nigeriano si denuda in strada e sputa contro le auto di passaggio: arrestato

 
L'operazione
Taranto, Polstrada scopre officina abusiva a Lama: sanzioni e sequestri

Taranto, Polstrada scopre officina abusiva a Lama: sanzioni e sequestri

 
Dalla Gdf
Evasione fiscale, sequestrati beni a ditte abbigliamento Martina Franca

Evasione fiscale, sequestrati beni a ditte abbigliamento Martina Franca

 

Il Biancorosso

Il match di domenica
Bari, Schiavone out per derby con Francavilla

Bari, Schiavone out per derby con Francavilla

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl rapporto sanità
Umanizzazione ospedali, Bari sul podio con Santa Maria e San Paolo

Umanizzazione cure, Bari sul podio con Santa Maria e San Paolo

 
PotenzaLe assunzioni
Concorsi Arpab, assessore ai sindacati: non abbandonate il tavolo

Concorsi Arpab, assessore ai sindacati: non abbandonate il tavolo

 
FoggiaFinanziato dal Miur
Sanità, il robot «Mario» in corsia a Casa Sollievo: progetto di Exprivia

Sanità, la robotica in corsia e a casa: progetto di Exprivia

 
LecceUN 45enne
Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

 
BrindisiDenunciato un uomo
Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

 
MateraL'iniziativa
Matera 2019, un concerto fra i Sassi con il compositore della musica spettarla

Matera 2019, un concerto fra i Sassi con il compositore della musica spettarla

 
TarantoIl Riesame
Taranto, accolto ricorso ex Ilva: Altoforno 2 resterà acceso

Taranto, accolto ricorso ex Ilva: Altoforno 2 resterà acceso

 
BatL'inchiesta
Barletta, tangenti al carabinieri per l'appalto delle palazzina

Barletta, tangenti al carabinieri per l'appalto delle palazzine

 

i più letti

L'Ocean Race

Nel mare di Taranto si concluderà la più grande gara velica del mondo

Il capoluogo ionico verrà inserito in due edizioni: quella del 2021 - 2022 e quella del 2025 - 2026, con un’opzione sulla terza con una spesa da 20,8 milioni

regata vela

TARANTO - Taranto ospiterà, per due edizioni (c’è l’opzione anche per la terza) due tappe di The Ocean Race. Si tratta della più grande regata velica del mondo. L’annuncio è stato dato ieri mattina in Consiglio comunale dal primo cittadino, Rinaldo Melucci. Il capoluogo ionico, in particolare, dovrebbe essere interessato dalle edizioni 2021-2022 e 2025-2026, ma ci sono buone possibilità che sia presente anche alla manifestazione a quella del 2029-2030. Si tratta di una manifestazione che si articola lungo un circuito di nove mesi e a cui partecipano i migliori equipaggi mondiali. Il capoluogo ionico, secondo quanto riferito dal sindaco, avrebbe superato la candidatura di altre città europee.
È stato, però, necessario approvare una maxi variazione al bilancio pluriennale 2019-2021 di 12 milioni di euro (4 all’anno) a cui si aggiungeranno negli esercizi finanziari ulteriori 8,8 milioni per un totale di 20,8. È questa la somma indicata al Comune di Taranto dalla società organizzatrice dell’evento sportivo «The Ocean Race 1973 Slu». Che ha così specificato la spesa complessiva prevista. La somma verrà coperta accendendo un mutuo con l’istituto di Credito sportivo, anche se potrebbe nel corso degli anni ridursi considerato che «ci saranno alcun partnership private (ovvero sponsor, ndr)», come ha assicurato in aula lo stesso sindaco. La variazione di bilancio ha incassato il via libera del collegio dei Revisori visto che il Municipio è al di sotto del livello annuale previsto dalla legge della spesa per interessi. Il provvedimento è stato approvato all’unanimità.
Tornando alla più grande regata velice del mondo, The Ocean Race («Tor», è il suo acronimo), Melucci ha sottolineato come «si tratta di un grande circo di migliaia di atleti, tecnici, tifosi, giornalisti. Paragonabile per giro di affari, diffusione planetaria del brand e ritorno di immagine e finanziario soltanto alla Formula 1 o alla Coppa America». Inoltre è prevista una ricca programmazione di eventi, addestramenti e test nautici che vengono organizzati tra una edizione e la successiva. «Eventi - aggiunge il capo dell’Amministrazione comunale - dal forte connotato di responsabilità sociale e di attenzione alle tematiche ambientali, climatiche e della salvaguardia della vita negli oceani». Melucci non ha dubbi: «Il cuore del progetto è inserire Taranto in un contesto mondiale di assoluto prestigio, far parlare in giro per il mondo e per tanti anni di Taranto positivamente. In definitiva, cancellare l’epoca buia dell’inquinamento, della crisi, delle divisioni innanzi al mondo esterno, del disfattismo».

È ancora il sindaco a far sapere ad assessori e consiglieri comunali che l’organizzazione internazionale ha confermato all’Amministrazione, con una lettera di impegni formali dello scorso 31 maggio, «che la candidatura di Taranto avrebbe superato realtà europee ben più attrezzate, grazie al nostro desiderio di rinascita a partire dal mare. Taranto - assicura Rinaldo Melucci - è stata prescelta addirittura come traguardo mondiale per due edizioni triennali, a partire dal 2021-22, con un’opzione sulla terza. Sarebbe la prima volta di un approdo in Italia».
Nella relazione letta in Consiglio prima della variazione di bilancio, si precisa che nei nove mesi di ciascuna competizione si stima che due miliardi di telespettatori vedranno e sentiranno parlare di Taranto sulle più importanti piattaforme media e social.

Concludendo la sua relazione, il sindaco lancia un appello anche alla minoranza affinché condivida il percorso tracciato e il suo messaggio passa. L’esito del voto finale (unanimità dei presenti), si comprende subito dopo aver ascoltato i primi interventi dai banchi dell’opposizione. Tra questi, ad esempio, Marco Nilo (Lista Baldassari) dà il suo via libera e sottolinea «ancora una volta l’atteggiamento responsabile della minoranza». Ma non solo. Tra gli altri, Massimo Battista (Misto) non può non dare il suo sostegno «a quelle politiche di diversificazione economica della nostra città» mentre Vincenzo Fornaro (Taranto respira) e Floriana de Gennaro (La Scelta) apprezzano i progetti che superino «il peso e il ruolo della grande industria». Tra i banchi della maggioranza, scontata adesione alla linea tracciata da Melucci, con particolare sottolineatura positiva per «il ritorno alla nostra tradizione marinara», come ha ribadito Gina Lupo (Puglia popolare).
Sempre nella seduta di ieri e sempre all’unanimità, la massima assise cittadina ha approvato la proposta di rinvio del pagamento della prima rata della tassa sui rifiuti. Che, così come anticipato dalla Gazzetta nelle edizioni di lunedì scorso e di ieri, passa così dal 17 giugno al 16 luglio 2019. Restano invariate le altre tre scadenze: 5 settembre; 16 ottobre e 16 dicembre 2019. Il motivo? Solo qualche settimana fa, è stata perfezionata l’aggiudicazione ad una società (per 148mila euro) per la fornitura di un nuovo software. E, quindi, serve tempo per il trasferimento dei dati delle Entrate comunali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie