Lunedì 18 Febbraio 2019 | 18:20

NEWS DALLA SEZIONE

Dopo la protesta
Ex Ilva, deputati M5s contestati a Taranto: «Traditori». La replica: «Mai parlato di chiusura»

Ex Ilva, deputati M5s contestati a Taranto: «Traditori». La replica: «Mai parlato di chiusura»

 
L'annuncio
Arsenale militare Taranto, Borraccino: «Bisogna assumere 250 operai»

Arsenale militare Taranto, Borraccino: «Bisogna assumere 250 operai»

 
tra sabato e domenica
Massafra, vandali in azione: danneggiati sette scuola bus

Massafra, vandali in azione: danneggiati sette scuola bus

 
Si è impiccato
Taranto, si uccide in carcere 78ene che massacrò a coltellate la moglie a Trepuzzi

Taranto, si uccide in carcere 78enne che massacrò a coltellate la moglie a Trepuzzi

 
Le dichiarazioni
Emiliano a Taranto: «Il governo non può abbandonare ex Ilva»

Emiliano a Taranto: «Il governo non può abbandonare ex Ilva»

 
Il premio
Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie da 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie dà 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

 
In via Temenide
Taranto, pesta convivente 22enne per gelosia: in cella un 28enne

Taranto, pesta convivente 22enne per gelosia: in cella un 28enne

 
Denunce
Nel circolo privato furto di elettricità e 6 slot machine abusive: sequestri a Taranto

Nel circolo privato furto di elettricità e 6 slot machine abusive: sequestri a Taranto

 
Denunciato proprietario
Castellaneta Marina, convalidato sequestro lido Albatros

Castellaneta Marina, convalidato sequestro lido Albatros

 
Nel Tarantino
Pulsano, 80enne muore colpito da un vaso caduto per il vento

Pulsano, 80enne muore colpito da un vaso caduto per il vento

 
Nel tarantino
San Giorgio Jonico, pregiudicato ferito da colpi di pistola, è grave

San Giorgio Jonico, pregiudicato ferito da colpi di pistola, è grave

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeDopo la protesta
Ex Ilva, deputati M5s contestati a Taranto: «Traditori». La replica: «Mai parlato di chiusura»

Ex Ilva, deputati M5s contestati a Taranto: «Traditori». La replica: «Mai parlato di chiusura»

 
BariLa lettera del sindaco
Palagiustizia Bari, Decaro: «Mi aspetto risposte da Bonafede»

Palagiustizia Bari, Decaro: «Mi aspetto risposte da Bonafede»

 
BrindisiLotta alla droga
Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

 
MateraDopo la frana
Pomarico, servizio di vigilanza davanti alle scuole

Pomarico, servizio di vigilanza davanti alle scuole

 
HomeLa nomina
Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

 
FoggiaLotta allo spaccio
San Severo, in camera 10 kg di droga e un’arma clandestina: arrestato 28enne

San Severo, in camera 10 kg di droga e un’arma clandestina: arrestato 28enne

 
LecceVerso il voto
Lecce, Salvemini strart: «Non permetteremo un ritorno al passato»

Lecce, Salvemini riparte: «Non permetteremo un ritorno al passato»

 

L'episodio

Si lasciano e le porta via il cane: carcere e multa

Un 30enne è stato condannato a un anno e mezzo di reclusione e a 500euro di multa per appropriazione indebita dell'animale

cane Tari

foto di repertorio

Dopo la fine della relazione, si portò via il cane. Un tarantino di 30 anni, è stato condannato dal giudice Filippo Di Todaro a un anno e mezzo di reclusione e 500 euro di multa per il reato di appropriazione indebita del cane intestato alla sua ex fidanzata. La ragazza, costituita parte civile con l’avvocato Alessandra Tracuzzi, ha anche ottenuto un risarcimento di 5mila euro.

Il giudice ha stabilito che la pena non può essere sospesa dal momento che il cane non è stato restituito. L’accusa chiedeva la condanna a soli sei mesi di reclusione. Secondo l’accusa, nell’estate del 2014, al termine di una relazione amorosa caratterizzata anche da un periodo di convivenza, l’imputato si rifiutò di restituire il cane nonostante molteplici richieste. A processo si sono scontrate le diverse tesi di accusa e difesa.

Secondo la denuncia della ragazza, il cane aveva microchip, iscrizione all’anagrafe canina e libretto sanitario intestato a lei perché era un regalo del suo ex fidanzato. L’imputato, al contrario, ha raccontato al giudice di aver comprato il cane durante la convivenza e di aver intestato il microchip alla fidanzata solo perché quel giorno era impegnato al lavoro. Per il giudice, tuttavia, il microchip fu applicato tre mesi dopo l’acquisto ed è quindi credibile la versione della ragazza, la quale in aula ha confermato che il pagamento dell’animale fu effettuato dal fidanzato precisando tuttavia che quando si lasciarono lei decise di affidargli il cane per un breve periodo, per non recargli ulteriore turbamento, senza però riottenerlo indietro. La vicenda del cagnolino conteso sicuramente proseguirà in Appello. «Alla mia cliente fu anche offerto del denaro ma lo ha rifiutato perché il suo unico interesse è tornare insieme al suo cane, Luna» commenta l’avvocato Tracuzzi che aggiunge «ora chiederemo l’immediata restituzione del cane».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400