Mercoledì 19 Dicembre 2018 | 12:09

NEWS DALLA SEZIONE

Maltrattamenti
Taranto, picchiava i genitori per ottenere denaro: arrestato 23enne

Taranto, picchiava i genitori per ottenere denaro: arrestato 23enne

 
IL COMUNE
Taranto, vendita case comunali c’è il via libera all’accordo

Taranto, vendita case comunali c’è il via libera all’accordo

 
La protesta
Ex Ilva, il sit in dei lavoratori e dell'Usb al Mise: «Anomalie sugli esuberi»

Ex Ilva, il sit in dei lavoratori e dell'Usb al Mise: «Anomalie sugli esuberi»

 
Occupazione
Taranto, a rischio 120 lavoratori Lsu: l'appello dei sindacati

Taranto, a rischio 120 lavoratori Lsu: l'appello dei sindacati

 
Il comune
Taranto, bilancio 2019, la giunta dà l’ok alla «manovra»

Taranto, bilancio 2019, la giunta dà l’ok alla «manovra»

 
Otto denunce
Finanza

Taranto, compravendita di terreni con fondi Ismea: sequestrati 651mila euro

 
Domenica 23/12
ArcelorMittal: cardinale Parolin in visita allo stabilimento

ArcelorMittal: cardinale Parolin in visita allo stabilimento

 
Operazione della Polizia
Rissa tra nigeriani a Taranto: 2 feriti, uno aveva con sé una forbice da giardinaggio

Rissa tra nigeriani a Taranto: 2 feriti, uno aveva con sé una forbice da giardinaggio

 
L’evento
Taranto, il cardinale Parolin entrerà nel Siderurgico

Taranto, il cardinale Parolin entrerà nel Siderurgico

 
Stop per 32 ore
Ex Ilva, operai annunciano sciopero: contestati criteri assunzioni

Ex Ilva, operai annunciano sciopero: contestati criteri assunzioni

 
Il caso
Taranto, cadono calcinacci nel call center e colpiscono operatrice: «Se denunci perdi il posto»

Taranto, cadono calcinacci nel call center e colpiscono operatrice: «Se denunci perdi il posto»

 

L'operazione

Taranto, sequestrati 4 quintali di cozze nocive

Erano pronte per essere immesse sul mercato

Taranto, sequestrati 4 quintali di cozze nocive

Militari della Capitaneria di porto-Guardia Costiera di Taranto hanno sequestrato quattro quintali di cozze non idonee alla vendita e al consumo umano perché altamente nocive. In particolare, durante un’attività di controllo, è stata individuata un’unità navale che stava immergendo nel Primo Seno del Mar Piccolo un ingente quantitativo di mitili, contravvenendo all’ordinanza del 22 luglio 2011 del Dipartimento di Prevenzione dell’Asl di Taranto e all’ordinanza della Regione Puglia del 13 settembre 2018, che prevedono il blocco del prelievo e della movimentazione di molluschi bivalvi per la contaminazione da diossine e Pcb. "Senza l’intervento dei militari, tali cozze - sottolinea una nota della Capitaneria di porto - sarebbero, infatti, state contaminate dalle sostanze tossiche presenti nei sedimenti del Primo Seno, con evidenti conseguenze nella successiva fase della commercializzazione».
Il personale della Guardia Costiera, che nella circostanza ha operato con l’ausilio dei veterinari dell’Asl di Taranto, ha quindi proceduto al sequestro di 4 quintali di prodotto che era stato immerso nelle acque del primo seno del Mar Piccolo, denunciando i responsabili dell’illecito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400