Sabato 01 Ottobre 2022 | 10:09

In Puglia e Basilicata

La decisione

Terremoto a Taranto, sindaco Melucci si dimette dopo elezioni provinciali

Terremoto a Taranto, sindaco Melucci si dimette dopo provinciali

L'annuncio in una nota dopo la sconfitta alle elezioni alle quali è stato battuto dal sindaco di Castellaneta, Giovanni Gugliotti

01 Novembre 2018

Redazione online

TARANTO - Terremoto politico dopo le elezioni provinciali a Taranto, il sindaco Rinaldo Melucci (Pd), si è dimesso questa mattina dalla sua carica. A spingerlo verso questa scelta il ko incassato ieri sera contro il sindaco di Castellaneta, Giovanni Giugliotti (sostenuto da un trasversale 'Patto dei sindaci') per la presidenza della Provincia di Taranto. «Il risultato del voto per la Presidenza della Provincia - scrive Melucci in una nota - è inequivocabile da un punto di vista politico.

Prendo atto che nonostante abbia chiesto e ricevuto dalla maggioranza il sostegno per la mia candidatura, questo sostegno è venuto meno con numeri inaspettati e considerevoli». «Non posso che ascoltare questo messaggio e rassegnare le dimissioni da sindaco nelle mani del Segretario Generale, secondo le modalità previste dalla legge». "Taranto - conclude - ha diritto a un governo coeso e a un Consiglio Comunale operoso».
 

IL COMMENTO DEL M5S - «Finalmente da parte del sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, è arrivata una scelta di buon senso. Ora vada fino in fondo senza nessun passo indietro perché altrimenti si dimostrerebbe irrispettoso prima di tutto nei confronti dei cittadini di Taranto, che già hanno subito più volte le conseguenze dei suoi repentini sbalzi d’umore». Lo dichiarano i portavoce del Movimento 5 Stelle in Parlamento Giampaolo Cassese, Alessandra Ermellino e Giovanni Vianello; il consigliere regionale, Giuseppe Galante e il consigliere comunale di Taranto Francesco Nevoli, commentando la notizia delle dimissioni del sindaco Melucci (Pd). Il primo cittadino si è dimesso dopo essere stato sconfitto nella corsa per la presidenza della Provincia dal sindaco di Castellaneta Giovanni Gugliotti. Quest’ultimo sarebbe stato sostenuto da alcuni consiglieri comunali di maggioranza.


«È noto - sostengono i pentastellati - che noi chiedemmo le sue dimissioni dallo scranno di primo cittadino già tempo fa, a seguito dei rocamboleschi quanto risibili cambi all’interno della Giunta tarantina». «Era ed è un uomo solo al comando - concludono i Cinquestelle - evidentemente incapace di raccogliere consenso e stima all’interno della risicata maggioranza. Non solo risicata ma anche traballante, visto l'esito delle Provinciali»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725