Lunedì 03 Ottobre 2022 | 23:02

In Puglia e Basilicata

manduria

Al Comune mezzo milione
dalle multe agli automobilisti

23 Luglio 2018

di Nando Perrone

MANDURIA - Il Comune di Manduria conta di incassare nel 2018 oltre 570mila euro dalle sanzioni amministrative per violazioni del Codice della Strada. Di questa somma, poco più di 200mila euro dovrebbero essere incassati da violazioni dei limiti di velocità; altri 270mila euro quali proventi dall’accertamento delle altre violazioni al Codice della Strada e infine 100mila euro per riscossione coattiva di sanzioni emesse negli anni precedenti.

E’ la previsione contenuta in una delibera della commissione straordinaria che amministra Manduria. In tale atto è specificato che «per l’anno 2018 è previsto un introito presunto riconducibile alla sola riscossione coattiva di somma pari a 100mila euro e che tale riscossione comporterà l’incasso di una somma pari almeno al 70%, dell’importo a ruolo e pertanto di un importo pari ad almeno 70mila euro, con un corrispondente accantonamento di 30mila euro al fondo crediti dubbia esigibilità».

Poi nella delibera ci si sofferma ad altre due fonti di introiti derivanti da violazioni al Codice della Strada.

«Valutato il flusso di riscossione e l’andamento della gestione dei proventi in oggetto nell’ultimo triennio nonché l’attivazione di ulteriori varchi per il controllo elettronico della Ztl (Zona a traffico limitato) oltre al posizionamento sul territorio comunale delle postazioni fisse di rilevamento elettronico della velocità, attività tali da poter prudentemente prevedere un introito derivante da sanzioni amministrative pecuniarie per violazione delle norme del Codice della Strada pari ad ulteriori 470.200 euro, di cui 200.100 incassati da violazioni dei limiti di velocità e 270.100 euro quali proventi dall’accertamento delle altre violazioni».

In definitiva, però, secondo la commissione straordinaria «da tale somma, l’introito certo è pari ad euro 383.741 euro, con un corrispondente accantonamento al fondo crediti dubbia esigibilità di 186.259 euro.

Pertanto, al netto dei crediti di dubbia esigibilità, gli introiti effettivamente previsti per il 2018 sono pari ad 383.741 euro, di cui si accantonano 99.500 a favore del bilancio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725