Lunedì 08 Agosto 2022 | 16:09

In Puglia e Basilicata

massafra

Tumori maschili
la città si mobilita

Tumori maschili la città si mobilita

L’Amministrazione comunale ha aderito alla campagna della Lega per la lotta al cancro

18 Giugno 2018

Antonello Piccolo

MASSAFRA - Anche a Massafra ha risposto presente alla Campagna Nazionale della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori denominata “Percorso Azzurro”, dedicata alla prevenzione oncologica ed alla diagnosi precoce dei tumori maschili. Una Campagna rivolta alle persone di sesso maschile tenutasi in contemporanea, in tutt’Italia con l’obiettivo di promuovere azioni di carattere preventivo volte alla sensibilizzazione della popolazione maschile in merito alle principali patologie oncologiche della sfera genitale maschile.

L’assessorato ai Servizi Sociali, retto da Maria Rosaria Guglielmi ha aderito alla Campagna Nazionale Lilt, sostenuta dall’Anci. «La campagna della Lilt – ha evidenziato l’assessore Guglielmi - intende potenziare il proprio impegno nella sensibilizzazione della popolazione maschile sulle principali patologie oncologiche. Infatti, indagini epidemiologiche mettono in evidenza che gli uomini si ammalano e muoiono di cancro molto più delle donne». Il sindaco Fabrizio Quarto e l’assessore Guglielmi hanno accolto favorevolmente la richiesta dell’Anci, già da tempo impegnata in iniziative a sostegno del benessere dei cittadini, tra cui questa che pone l’attenzione sul valore fondamentale della prevenzione oncologica, della qualità dello stile di vita e della importanza dei controlli sanitari periodici. La Città di Massafra, non nuova a simili iniziative di sensibilizzazione, come segno di adesione a “Percorso Azzurro” ha illuminato di tale colore il Municipio di piazza Garibaldi.

Giornata di sensibilizzazione che ha visto, quest’anno, la città particolarmente partecipe, anche attraverso un interessante convegno, organizzato dalla nuova sezione Lilt cittadina, incentrato sull’importanza vitale della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori alla mammella. “Prevenire è volersi bene, la prevenzione del tumore al seno”, il titolo dell’incontro tenutosi nel Teatro Comunale, che ha richiamato rilevanti esperti, come il professor Francesco Schittulli, oncologo, chirurgo e senologo, il coordinatore delle sezioni provinciali Lilt di Puglia e Molise, il professor Savino Cannone e la psicologa e psicoterapeuta, la dottoressa Donatella Trisolini.

La Liltl, in particolare, dispiega il suo massimo impegno e lo sforzo più grande su tre fronti: la prevenzione primaria (stili e abitudini di vita), quella secondaria (la promozione di una cultura della diagnosi precoce) e terziaria con particolare attenzione verso il malato, la sua famiglia, la sua riabilitazione e il suo reinserimento sociale, servizi, anche questi ultimi, reperibili nelle attività svolte dagli ambulatori della Lilt.

L’evento è stato il primo organizzato dalla nuova delegazione di Massafra, coordinato da Rossella Delgiudice, che attraverso l’informazione e la comunicazione intende diffondere la filosofia della prevenzione quale strumento principe per la lotta contro i tumori. L’impegno dei volontari della delegazione cittadina vuole essere il riferimento per quanti oggigiorno cercano risposte e soluzioni per la lotta contro i tumori. Come emerso nel corso dell’incontro, l’alimentazione e lo stile di vita,l’inattività fisica insieme a sovrappeso e obesità incidono fortemente sul’origine dei tumori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725