Domenica 19 Gennaio 2020 | 08:00

NEWS DALLA SEZIONE

nuoto
Elena Di Liddo, da Bisceglie la farfalla giramondo che sogna le Olimpiadi

Elena Di Liddo, da Bisceglie la farfalla giramondo che sogna le Olimpiadi

 
l'evento
Polignano, la magia dei tuffi torna a brillare: il 19 luglio tappa italiana

Polignano, la magia dei tuffi torna a brillare: il 19 luglio tappa italiana

 
L'evento
Il Bari club spegne 112 candeline: la festa social dei tifosi

Il Bari club spegne 112 candeline: la festa social dei tifosi

 
settebello
Pallanuoto, World League a Champions a Bari: è quasi fatta

Pallanuoto, World League e Champions a Bari: è quasi fatta

 
atletica leggera
La salentina Francesca Lanciano è l'atleta del 2019 in Puglia

La salentina Francesca Lanciano è l'atleta del 2019 in Puglia

 
è tarantina
Karate, da Faggiano Silvia Semeraro sogna i giochi olimpici

Karate, da Faggiano Silvia Semeraro sogna i giochi olimpici

 
a locorotondo
Atletica, la Valle d'Itria in rosa sforna medaglie e sogni

Atletica, la Valle d'Itria in rosa sforna medaglie e sogni

 
record
Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

 
Il personaggioI
Taranto, la scalata del giovane pugile Rossetti nella boxe che conta

Taranto, la scalata del giovane pugile Rossetti nella boxe che conta

 
ha 19 anni
Taekwondo, il mesagnese Dell'Aquila vola alle Olimpiadi di Tokyo

Taekwondo, il mesagnese Dell'Aquila vola alle Olimpiadi

 

Il Biancorosso

Calcio
Bari, Vivarini: «Dobbiamo vincere sempre»

Bari, Vivarini: «Dobbiamo vincere sempre»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariPer Sant'Antonio Abate
Cani e gatti domestici sfilano a Putignano per la benedizione

Cani e gatti domestici sfilano a Putignano per la benedizione

 
BatIl caso
Gli ingegneri-netturbini di Barletta si raccontano a France 2

Gli ingegneri-netturbini di Barletta si raccontano a France 2

 
LecceMoria di tartarughe
Lecce, «Caretta caretta» spiaggiate morte trovate a San Cataldo

Lecce, «Caretta caretta» spiaggiate morte trovate a San Cataldo

 
TarantoI controlli
Taranto, incensurato nascondeva in casa fucile a pallettoni e munizioni

Taranto, incensurato nascondeva in casa fucile a pallettoni e munizioni

 
FoggiaLe ricerche
San Severo, a caccia della pantea co i droni

San Severo, caccia alla pantera con i droni

 
MateraL'annuncio
Matera e disabili, presto in città un «Albergo etico»

Matera e disabili, presto in città un «Albergo etico»

 

i più letti

Il Lecce continua a sognare la serie A

La squadra allenata da Papadopulo, con le reti di Tiribocchi (rigore nel primo tempo) e Abbruscato (all'inizio del secondo tempo), elimina definitivamente dalla "corsa promozione" il Pisa nella gara di ritorno
• Affronterà l'Albinoleffe mercoledì e domenica
Il Lecce continua a sognare la serie A
LECCE - È il Lecce la seconda squadra finalista dei play-off di serie B. L'undici di Papadopulo ha sconfitto per 2-1 il Pisa al Via del Mare nella gara di ritorno della semifinale. Il match d'andata all'Arena Garibaldi di Pisa si era concluso con la vittoria dei giallorossi per 1-0, rete di Tiribocchi. La squadra di Papadopulo ora se la vedrà in finale con l'Albinoleffe, che ha superato nel doppio confronto il Brescia di Serse Cosmi. La gara d'andata è fissata per mercoledì alle 20.45, il ritorno per domenica allo stesso orario. Calcio - Lecce Pisa

LECCE-PISA 2-1 (1-0 dopo la fine del 1° tempo)

• LECCE (3-5-2): Benussi, Polenghi, Fabiano, Esposito, Angelo, Munari, Budyanskiy, Ardito (14' st Vives), Ariatti (19' st Giuliatto), Abbruscato, Tiribocchi (16' st Corvia). (1 Rosati, 4 Cottafava, 7 Zanchetta, 23 Schiavi). All.: Papadopulo

• PISA (4-4-2): Morello, Zoppetti (18' st Feussi), Trevisan, Raimondi, Zavagno, Gabbionetta (11' st Pisano), Braiati, Genevier, Juliano (31' st Mezzavilla), Colombo, Castillo. (21 Padelli, 10 Ciotola, 15 Lorenzi, 23 Spanu). All.: Ventura

• Arbitro: Rizzoli di Bologna

• Reti: nel pt 39' Tiribocchi (rig.); nel st 2' Abbruscato, 34' Colombo
• Angoli: 5-3 per il Lecce
Recupero: 2' e 4'
Espulso: al 45' pt Zavagno per doppia ammonizione
Ammoniti: Ariatti, Fabiano, Colombo e Trevisan per gioco scorretto
Spettatori: 18 mila.

LECCE - Cinico, spietato e opportunista, il Lecce liquida il Pisa e si qualifica per la finale dei playoff che valgono la promozione, in cui affronterà l'Albinoleffe. Gli sarebbe bastato anche perdere 1-0, grazie alla migliore classifica finale di B. Invece ha vinto a mani basse perchè, dopo il vantaggio propiziato dal calcio di rigore trasformato da Tiribocchi, è stato padrone del campo.
Il Pisa nel primo tempo ha guidato il gioco ma è riuscito ad essere poco incisivo anche perchè Papadopuloo aveva proposto un Lecce abbastanza 'copertò. La gara è stata nervosissima sino a quando il risultato non si è stabilizzato. Il Pisa doveva realizzare due reti per passare alla finale: naturale quindi che il Lecce creasse una ermetica linea difensiva.
Spesso Papadopulo si è difeso anche con cinque uomini. Era quindi un problema trovare dei varchi attraverso cui passare. Quando c'è riuscito, poi, il Pisa ha sbagliato assai e gridano vendetta due azioni mancate da Castillo nel primo tempo: al 28' quando, smarcato da Gabbionetta, non ha agganciato la palla e al 34' quando, su servizio di Juliano, si è trovato solo davanti a Benussi ma ha calciato malamente fuori.
Sei minuti dopo il Lecce ha praticamente chiuso la partita quando Rizzoli gli ha assegnato un calcio di rigore per un presunto fallo di Zoppetti e Trevisan su Munari. Tiribocchi ha trasformato con freddezza alla destra di Morello. Da quel momento il Pisa, per passare il turno, doveva realizzare tre reti. Il vantaggio del Lecce ha 'avvelenatò il clima della gara e Zavagno, autore di un brutto fallo su Tiribocchi, è stato espulso per doppia ammonizione.
La partita ha praticamente chiuso la sua storia al 2' della ripresa quando Abbruscato, raccogliendo una perfetta punizione di Budyanskiy, ha realizzato, di testa, il secondo gol. Il Pisa a questo punto è crollato e al 5' Angelo, solo in tandem con Tiribocchi dinanzi a Morello, ha cercato la soluzione personale vanificando il 3-0. A questo punto, col Pisa che si è allungato in un orgoglioso tentativo di salvare l'onore, il Lecce ha dilagato in contropiede mancando più di una occasione per incrementare il bottino. Il meritato gol della bandiera l'ha messo a segno al 34' Colombo con uno spettacolare colpo di tacco. Ma la qualificazione per i salentini era già nel cassetto, chiusa a doppia mandata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie