Lunedì 27 Gennaio 2020 | 03:25

NEWS DALLA SEZIONE

nuoto
Elena Di Liddo, da Bisceglie la farfalla giramondo che sogna le Olimpiadi

Elena Di Liddo, da Bisceglie la farfalla giramondo che sogna le Olimpiadi

 
l'evento
Polignano, la magia dei tuffi torna a brillare: il 19 luglio tappa italiana

Polignano, la magia dei tuffi torna a brillare: il 19 luglio tappa italiana

 
L'evento
Il Bari club spegne 112 candeline: la festa social dei tifosi

Il Bari club spegne 112 candeline: la festa social dei tifosi

 
settebello
Pallanuoto, World League a Champions a Bari: è quasi fatta

Pallanuoto, World League e Champions a Bari: è quasi fatta

 
atletica leggera
La salentina Francesca Lanciano è l'atleta del 2019 in Puglia

La salentina Francesca Lanciano è l'atleta del 2019 in Puglia

 
è tarantina
Karate, da Faggiano Silvia Semeraro sogna i giochi olimpici

Karate, da Faggiano Silvia Semeraro sogna i giochi olimpici

 
a locorotondo
Atletica, la Valle d'Itria in rosa sforna medaglie e sogni

Atletica, la Valle d'Itria in rosa sforna medaglie e sogni

 
record
Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

 
Il personaggioI
Taranto, la scalata del giovane pugile Rossetti nella boxe che conta

Taranto, la scalata del giovane pugile Rossetti nella boxe che conta

 

Il Biancorosso

23ma Giornata serie C
Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato

Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato. Alle 15 la diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatESERCITO
Barletta, tutti di corsa per la "Toro Ten"1.300 partecipano alla gara con le stellette

Barletta, tutti di corsa per la «Toro Ten»
1.300 partecipano alla gara con le stellette

 
HomeLa tragedia
San Severo, muore travolto da auto sulla statale 16

San Severo, muore travolto da auto sulla statale 16

 
HomeAggressione
Bari, autista Amtab picchiato: aveva chiesto a due ragazzi di non fumare sull'autobus

Bari, autista Amtab picchiato: aveva chiesto a due ragazzi di non fumare sull'autobus

 
TarantoL'inchiesta
Taranto, falsi steward allo stadio: chiesto giudizio per 68

Taranto, falsi steward allo stadio: chiesto giudizio per 68

 
BrindisiIn piazza
Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

 
PotenzaCittà europea dello sport 2021
Potenza, quando Donato Sabia ci portò alle Olimpiadi: il video saluto

Potenza, quando Donato Sabia ci portò alle Olimpiadi: il video saluto

 
LecceIl video
San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

 
MateraSolidarietà
«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

 

i più letti

Automobilismo / Formula 1 - In Bahrein festa Ferrari

Il brasiliano Felipe Massa vince il Gran premio nel Paese arabo, terza prova della Stagione, seguito al 2° posto dal campione del mondo in carica Raikkonen (finlandese), che continua a rimanere in testa alla classifica • Le classifiche • Il calendario della Stagione 2008
Automobilismo / Formula 1 - In Bahrein festa Ferrari
SAKHIR (Bahrein) - Il profondo rosso è solo per gli avversari. La Ferrari tinge del suo colore simbolo il deserto del Bahrein e si aggiudica con la prima doppietta della stagione la terza prova del mondiale di Formula 1: è un trionfo per la casa di Maranello, con festa doppia. Perché davanti a tutti non c'è una Ferrari a caso, ma quella di Felipe Massa, il brasiliano che torna a vincere lì dove aveva trionfato lo scorso anno, e dopo due Gp segnati da altrettanti ritiri. Stavolta il team del Cavallino si è stretto intorno al pilota di San Paolo che doveva smuovere la classifica (da zero) con una scossa decisa. Dieci punti per ritrovare il sorriso, e che non offuscano certo Kimi Raikkonen. Il finlandese resta il campione del mondo che è, si prende il secondo posto che vale otto punti e la testa della classifica mondiale. Automobilismo formula 1 - La Ferrari di Massa (2008)
Ma il Gp del Barhein non dice solo che la Ferrari è la macchina da battere, perché tra le dune torna a sorpresa in ombra la McLaren. Il team di Ron Dennis appare in difficoltà, e non solo per la giornata storta del pupillo di Woking Lewis Hamilton. L'avversario ora è la Bmw, anche se Robert Kubica spreca l'occasione della sua prima pole in carriera e manda in fumo tutto con una partenza da matricola. Il polacco chiude sul podio, con il compagno di scuderia Heidfeld quarto e comunque a punti.
Ed è stata la partenza (tutti con gomme morbide eccetto Rosberg) a premiare subito le Ferrari: brillante, motivato e con la fame di chi è digiuno, Massa brucia tutti. Il brasiliano stavolta non si lascia cogliere di sorpresa, e approfittando del via poco grintoso dell'esordiente in pole, Kubica, si infila bene anche sul lato sporco della pista guadagnando da subito la testa. Dietro è bagarre tra la Rossa di Raikkonen e la McLaren, ma quella di Kovalainen che in un primo tempo riesce a superare il finlandese, poi però è costretto a farsi da parte di fronte all'abilità del campione del mondo. Iceman mantiene i nervi saldi e alla prima occasione passa il connazionale portandosi dietro all'altra Ferrari.
Avvio da dimenticare invece per Hamilton che sbaglia tutto: dalla terza fila si ritrova in decima e poi nel tentativo di recuperare il terreno perso va a urtare la Renault dell'ex compagno di team Fernando Alonso. L'inglese è costretto a rientrare ai box per sostituire il musetto della monoposto: ma il suo Gp del Barhein è tutto in salita. Hamilton finisce nelle retrovie e la sua gara è compromessa. Fuori poco dopo il via la Toro Rosso di Sebastian Vettel.
La gara scorre con il duetto delle rosse in testa e dopo otto giri c'è già la gogna per qualche doppiato. Il primo a fermarsi, più scarico di benzina, è stato Kubica (8.9 secondi) che non perde però terreno sul tandem di testa. Delle Ferrari il primo stop è per Raikkonen: giro numero 20 e 9.6 per il rifornimento e il cambio gomme (ancora morbide). Poi è la volta di Massa: primo pit al giro 22 (8.5 la sosta) e classifica invariata. Ferrari sempre in testa e la Bmw di Kubica a inseguire. Al giro 19 scintille in pista tra Coulthard e Button, quando quest'ultimo nel tentativo di sorpasso viene ostacolato dal veterano della Red Bull. Ci rimette l'inglese della Honda che nella collisione perde l'ala anteriore ed è costretto a fermarsi ai box per sostituirla.
A metà corsa, con le Rosse a guidare la fila nella lingua di cemento che taglia il deserto, l'unico duello è quello tra Hamilton e Fisichella: l'inglese non ci sta, e anche a gesti cerca di farsi largo per risalire la china. Il pilota romano della Force India tiene duro, ma è costretto a cedere al giro 31, dopo aver parato stoicamente i continui attacchi della McLaren del britannico che chiude comunque al 13° posto. Dal secondo pit stop si intuisce che è Massa quello che deve andare a tagliare il traguardo per primo: si ferma Raikkonen (giro 39) e il brasiliano ne approfitta (con il compagno ai box) per fare subito un giro veloce con la macchina leggera. Al 40/o è il suo turno, ma l'obiettivo ora è solo il traguardo. Passato in testa e con il rivale di casa per una volta alle spalle. La Ferrari fa festa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie