Domenica 26 Gennaio 2020 | 19:47

NEWS DALLA SEZIONE

nuoto
Elena Di Liddo, da Bisceglie la farfalla giramondo che sogna le Olimpiadi

Elena Di Liddo, da Bisceglie la farfalla giramondo che sogna le Olimpiadi

 
l'evento
Polignano, la magia dei tuffi torna a brillare: il 19 luglio tappa italiana

Polignano, la magia dei tuffi torna a brillare: il 19 luglio tappa italiana

 
L'evento
Il Bari club spegne 112 candeline: la festa social dei tifosi

Il Bari club spegne 112 candeline: la festa social dei tifosi

 
settebello
Pallanuoto, World League a Champions a Bari: è quasi fatta

Pallanuoto, World League e Champions a Bari: è quasi fatta

 
atletica leggera
La salentina Francesca Lanciano è l'atleta del 2019 in Puglia

La salentina Francesca Lanciano è l'atleta del 2019 in Puglia

 
è tarantina
Karate, da Faggiano Silvia Semeraro sogna i giochi olimpici

Karate, da Faggiano Silvia Semeraro sogna i giochi olimpici

 
a locorotondo
Atletica, la Valle d'Itria in rosa sforna medaglie e sogni

Atletica, la Valle d'Itria in rosa sforna medaglie e sogni

 
record
Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

 
Il personaggioI
Taranto, la scalata del giovane pugile Rossetti nella boxe che conta

Taranto, la scalata del giovane pugile Rossetti nella boxe che conta

 

Il Biancorosso

23ma Giornata serie C
Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato

Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato. Alle 15 la diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoL'inchiesta
Taranto, falsi steward allo stadio: chiesto giudizio per 68

Taranto, falsi steward allo stadio: chiesto giudizio per 68

 
BatLa storia
Barletta, Antonella e il suo giro per il mondo a piedi e in bici: il viaggio nel sangue

Barletta, Antonella e il suo giro per il mondo a piedi e in bici: il viaggio nel sangue

 
BrindisiIn piazza
Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

 
GdM.TVAttentato
San Severo, il racket dei rifiuti: incendio distrugge 23 mezzi azienda raccolta.

San Severo, il racket dei rifiuti: incendio distrugge 25 mezzi azienda raccolta

 
PotenzaCittà europea dello sport 2021
Potenza, quando Donato Sabia ci portò alle Olimpiadi: il video saluto

Potenza, quando Donato Sabia ci portò alle Olimpiadi: il video saluto

 
LecceIl video
San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

 
MateraSolidarietà
«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

 

i più letti

Calcio - Milan campione del mondo

Ha vinto il Mondiale per club 2007 battendo il Boca Juniors per 4-2 nella finale di Yokohama (vantaggio di Inzaghi, pari di Palacio. Nella ripresa, a segno Nesta, Kakà e ancora Inzaghi. Chiude un'autorete di Ambrosini). Il Milan è ora la squadra più titolata al mondo con 18 trofei internazionali
Milan campione del MondoROMA - Il Milan ha vinto il Mondiale per club. I rossoneri hanno travolto 4-2 gli argentini del Boca Juniors nella finale disputata a Yokohama. La formazione di Carlo Ancelotti è passata in vantaggio al 21' con Filippo Inzaghi. Pareggio immediato del Boca, a segno al 23' con Rodrigo Palacio. Nella ripresa, il Milan ha dilagato con le reti di Alessandro Nesta (50'), Kakà (61') e ancora Inzaghi (71'). All'85', l'autogol di Massimo Ambrosini ha fissato il risultato sul 4-2

BOCA JUNIORS (4-4-2): Caranta 6; Ibarra 6.5, Maidana 6, Paletta 6.5, Morel Rodriguez 6; Gonzalez 5.5 (20' st Ledesma 6), Battaglia 6, Banega 6, Cardozo 6 (23' st Gracian 5.5); Palermo 5.5, Palacio 6. In panchina: Hernan Garcia, Migliore, Silvestre, Cahais, Krupoviesa, Gracian, Datolo, Bertolo, Boselli, Bueno. Allenatore: Russo 6.

MILAN (4-3-2-1): Dida 6; Bonera 5.5, Nesta 6.5, Kaladze 6, Maldini 6; Gattuso 6 (19' st Emerson 6), Pirlo 6.5, Ambrosini 6; Kakà 9, Seedorf 6 (41' st Brocchi sv); Inzaghi 7.5 (28' st Cafu sv). In panchina: Kalac, Fiori, Simic, Jankulovski, Favalli, Serginho, Oddo, Gourcuff, Gilardino. Allenatore: Ancelotti 6.5.

ARBITRO: Rodriguez (Messico) 6.
RETI: 21' pt, 25' st Inzaghi, 22' pt Palacio, 5' st Nesta, 16' st Kakà, 40' st Ledesma.
NOTE: Spettatori: 70mila circa. Espulsi: 32' st Kaladze, 43' st Ledesma, entrambi per scorrettezze. Ammoniti: Ambrosini, Ibarra, Battaglia, Paletta, Kakà. Angoli: 5-2 per il Boca Juniors. Recupero: 2' pt, 3' st.

COMMENTO
Il Milan sul tetto del mondo per la quarta volta. Un vero e proprio trionfo per i rossoneri al Yokohama International Stadium che superano 4-2 il Boca Juniors. Uno strepitoso Kakà e un super Pippo Inzaghi, con due rispettive doppiette, consegnano l'ennesimo trofeo dell'era Berlusconi. Una superiorità netta, davvero tantissimo divario tra questo Milan e i sudamericani del Boca. Unica novità nel Boca la presenza di Alvaro Gonzalez al posto dello Squalificato Vargas. Ancelotti sceglie Bonera per sostituire Oddo. Rispetto alla gara con gli Urawa rientrano dal primo minuti Maldini e Pippo Inzaghi. Comincia la partira e proprio l'attaccante potrebbe colpire dopo appena 6': Seedorf lo serve sul filo del fuorigioco e il bomber con un diagonale sfiora di un niente il secondo palo. Il Boca risponde all'11' quando Dida esce a vuoto e Gonzalez non trova la porta da ottima posizione. La partita è combattuta, ma il Milan c'è, Kakà è particolarmente ispirato e ogni volta che si propone mette in netta difficoltà la retroguardia avversaria. Al 21' il Milan passa in vantaggio: numero di Kakà al limite dell'area sulla sinistra, il neo pallone d'oro prova il tiro tra due avversari e sulla ribattuta serve un preziosissimo assist a Pippo Inzaghi che appostato al centro dell'aria infila caranta.

I rossoneri, come sempre in finale in maglia bianca, festeggiano troppo, il Boca invece mette palla a centro, si porta in avanti a testa bassa e pareggia subito con Palacio che, completamente dimenticato da Bonera e compagni di reparto, stacca di testa in tutta tranquillità mettendo alle spalle di Dida. Al 26' Gonzalez, anche lui lasciato praticamente solo sfiora il palo di testa. Non c'è molto da segnalare fino al 42' quando il Milan protesta per un atterramento in area di Maidana nei confronti di Ambrosini.
Nessun cambio ad inizio ripresa.

Il Milan torna in campo con il piglio giusto e al 5' torna in vantaggio: punizione di Pirlo per Ambrosini che in area non riesce a concludere, la palla arriva a Nesta che con il detsro insacca. I rossoneri questa volta sono attenti e Kakà all'11' ha un'altra buona occasione per chiudere il match. Al 14' si rivede il Boca con una conclusione dalla distanza di Ibarra che si stampa sul palo. Al 16' Kakà consegna la coppa al Milan: azione personale sulla sinistra, gioco di prestigio e palla tra le gambe del portiere. Arrivano le prime sostituzioni: al 19' Gattuso e costretto ad arrendersi e lasciare il posto a Emerson; Russo invece manda in campo Ledesma e Gracian al posto di Gonzalez e Cardozo. Al 25' il quarto gol del Milan: ancora un travolgente Kakà entra in area sulla sinistra e tocca per l'accorrente Pippo Inzaghi che può firmare la sua doppietta. Poco dopo l'attaccante lascia il posto a Cafu.

Al 32' il Milan resta in 10 per l'espulsione diretta di Kaladze per un fallo su Palermo. Magra consolazione per il Boca che va a segno al 40' con Ledesma dopo un batti e ribatti. Poco dopo lo stesso Ledesma viene espulso per un fallo su Kakà. Negli ultimi minuti gloria anche per Brocchi, subentrato a Seedorf.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie