Martedì 21 Gennaio 2020 | 10:27

NEWS DALLA SEZIONE

nuoto
Elena Di Liddo, da Bisceglie la farfalla giramondo che sogna le Olimpiadi

Elena Di Liddo, da Bisceglie la farfalla giramondo che sogna le Olimpiadi

 
l'evento
Polignano, la magia dei tuffi torna a brillare: il 19 luglio tappa italiana

Polignano, la magia dei tuffi torna a brillare: il 19 luglio tappa italiana

 
L'evento
Il Bari club spegne 112 candeline: la festa social dei tifosi

Il Bari club spegne 112 candeline: la festa social dei tifosi

 
settebello
Pallanuoto, World League a Champions a Bari: è quasi fatta

Pallanuoto, World League e Champions a Bari: è quasi fatta

 
atletica leggera
La salentina Francesca Lanciano è l'atleta del 2019 in Puglia

La salentina Francesca Lanciano è l'atleta del 2019 in Puglia

 
è tarantina
Karate, da Faggiano Silvia Semeraro sogna i giochi olimpici

Karate, da Faggiano Silvia Semeraro sogna i giochi olimpici

 
a locorotondo
Atletica, la Valle d'Itria in rosa sforna medaglie e sogni

Atletica, la Valle d'Itria in rosa sforna medaglie e sogni

 
record
Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

 
Il personaggioI
Taranto, la scalata del giovane pugile Rossetti nella boxe che conta

Taranto, la scalata del giovane pugile Rossetti nella boxe che conta

 
ha 19 anni
Taekwondo, il mesagnese Dell'Aquila vola alle Olimpiadi di Tokyo

Taekwondo, il mesagnese Dell'Aquila vola alle Olimpiadi

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, contro la Sicula Leonzio mancherà Di Cesare

Bari calcio, contro la Sicula Leonzio mancherà Di Cesare

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantol'inchiesta
Taranto, datteri di mare in ristoranti e pescherie: 46 indagati

Taranto, datteri di mare in ristoranti e pescherie: 46 indagati

 
Leccela decisione
Scuola, pioggia di fondi in arrivo in Salento: oltre 7 milioni

Scuola, pioggia di fondi in arrivo in Salento: oltre 7 milioni

 
Batil caso
Magistrati arrestati a Trani, i giudici: «A Savasta niente attenuanti, non ha detto tutto»

Magistrati arrestati a Trani, i giudici: «A Savasta niente attenuanti, non ha detto tutto»

 
Materaprocura di matera
Furti per 500mila euro in scuole Puglia e Basilicata: 2 arresti e 5 denunce

Furti per 500mila euro in scuole Puglia e Basilicata: 2 arresti e 5 denunce

 
BariIl concorso
Bari, la sfida dell'acciaio: obiettivo raggiungere 400 tonnellate riciclate in un anno

Bari, la sfida dell'acciaio: obiettivo raggiungere 400 tonnellate da riciclare in un anno

 
FoggiaIl caso
Foggia, danneggiata Camera del Lavoro Cgil: «Serve reazione»

Foggia, danneggiata Camera del Lavoro Cgil: «Serve reazione»

 
BrindisiNel Brindisino
Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

 

i più letti

Calcio - La serie B va dal ministro Melandri

Giovedì alle ore 15 una delegazione incontrerà il ministro sui problemi della categoria. Presenti Abete e Matarrese. Lugaresi: «La distribuzione delle risorse economiche infatti è iniqua, la B è destinata a chiudere. In queste condizioni al 2010 non ci si arriva di sicuro»
CESENA (FORLI'-CESENA) - Domani alle 15 al ministero dello sport a Roma la serie B per la prima volta incontrerà direttamente e sui problemi della categoria il ministro Giovanna Melandri. Così il responsabile della cadetteria, il vicepresidente della Lega (e addetto alla serie B), il cesenate Giorgio Lugaresi (che ha da poco ceduto il 51% del Cesena al giovane imprenditore romagnolo Igor Campedelli), guiderà la delegazione
Con lui i consiglieri Andreoletti (Albinoleffe), Riccardi (Piacenza), Fantinel (Triestina), Stirpe (Frosinone). All' incontro saranno presenti anche il presidente federale Giancarlo Abete e quello della Lega di A e di B Antonio Matarrese. Giorgio Lugaresi ritiene tale tappa decisiva per il futuro della serie B sempre più a rischio sopravvivenza: «E' un incontro molto importante per tutta la categoria, il nostro obiettivo è che il ministro Giovanna Melandri ascolti i nostri problemi che sono molto gravi - ha detto Giorgio Lugaresi - e che si possano modificare i decreti di attuazione della legge che sono attualmente in discussione alla Camera dei Deputati. La distribuzione delle risorse economiche infatti è iniqua, la B è destinata a chiudere, a fallire se la legge verrà interpretata in tale modo. Attendiano quindi delle proposte dal Governo e non solo sul problema della ripartizione dei proventi dei diritti televisivi. Ovviamente il 6% per la B e la C è un'inezia e significherebbe morte per tanti. Infatti si parla dal 2010 in avanti, ma se si va avanti così a quella data la serie B non ci arriva di sicuro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie