Mercoledì 29 Gennaio 2020 | 03:57

NEWS DALLA SEZIONE

Il ricordo di Braynt
Kobe, la morte di un semidio innamorato del Belpaese

Kobe, la morte di un semidio innamorato del Belpaese

 
nuoto
Elena Di Liddo, da Bisceglie la farfalla giramondo che sogna le Olimpiadi

Elena Di Liddo, da Bisceglie la farfalla giramondo che sogna le Olimpiadi

 
l'evento
Polignano, la magia dei tuffi torna a brillare: il 19 luglio tappa italiana

Polignano, la magia dei tuffi torna a brillare: il 19 luglio tappa italiana

 
L'evento
Il Bari club spegne 112 candeline: la festa social dei tifosi

Il Bari club spegne 112 candeline: la festa social dei tifosi

 
settebello
Pallanuoto, World League a Champions a Bari: è quasi fatta

Pallanuoto, World League e Champions a Bari: è quasi fatta

 
atletica leggera
La salentina Francesca Lanciano è l'atleta del 2019 in Puglia

La salentina Francesca Lanciano è l'atleta del 2019 in Puglia

 
è tarantina
Karate, da Faggiano Silvia Semeraro sogna i giochi olimpici

Karate, da Faggiano Silvia Semeraro sogna i giochi olimpici

 
a locorotondo
Atletica, la Valle d'Itria in rosa sforna medaglie e sogni

Atletica, la Valle d'Itria in rosa sforna medaglie e sogni

 
record
Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, Costa: «Da ora per noi ogni gara è una finale»

Bari calcio, Costa: «Da ora per noi ogni gara è una finale»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'incidente a Japigia
Bari, investe con l'auto un motociclista in via Caldarola e fugge: beccato dalla polizia

Bari, investe con l'auto un motociclista in via Caldarola e fugge: beccato dalla polizia

 
FoggiaIl caso
Attentati a Foggia, sequestrate 6 bombe carta e munizioni: arrestata intera famiglia

Attentati a Foggia, sequestrate 6 bombe carta e munizioni: arrestata intera famiglia

 
BatIl processo
Mafia, chiesti 16 anni a pregiudicato per 2 tentati omicidi nel Nord Barese

Mafia, chiesti 16 anni a pregiudicato per 2 tentati omicidi nel Nord Barese

 
PotenzaIl caso
Potenza, adescano un 70enne e gli rubano i soldi: denunciate 2 donne

Potenza, adescano un 70enne e gli rubano i soldi: denunciate 2 donne

 
HomeIl fenomeno
Morbillo, allarme in Salento 40 casi in un mese: anche 4 bimbi, due figli di «no vax»

Morbillo, in Salento due casi al giorno, coinvolti adulti e bimbi: anche figli di «no vax»

 
BrindisiOperazione dei Cc
Droga, tre arresti nel Brindisino: preso 18enne vicino a scuola a Ostuni

Droga, tre arresti nel Brindisino: preso 18enne vicino scuola a Ostuni

 
MateraIl caso
Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

 

i più letti

Calcio / Serie C1 - Il Taranto lamenta «ingiustizia»

Il presidente della Società, Luigi Blasi, critico con il giudice sportivo che ha ordinato alla squadra 4 incontri casalinghi a porte chiuse dopo gli incidenti dell'11 novembre • A Foggia in campo il fair play • I risultati e le classifiche della 15ª giornata di andata • I risultati della serie C2
TARANTO - «Ci sono tante giustizie, non esiste una sola giustizia. Ci sono due giustizie sportive - ha dichiarato oggi il presidente del Taranto, Luigi Blasi - che pensano in due modi diversi».
Il riferimento è alle due sentenze della giustizia sportiva per gli incidenti provocati da gruppi di ultras l'11 novembre scorso che determinarono la sospensione delle partite Atalanta - Milan (serie A) e Taranto - Massese (serie C1, girone B). Il giudice sportivo della Lega professionisti ha disposto la ripetizione della partita Atalanta-Milan, mentre il giudice sportivo della Lega di C ha decretato, per il Taranto, la sconfitta a tavolino (0-3) e la disputa di quattro gare casalinghe a porte chiuse, la prima delle quali si è disputata oggi in uno "Iacovone" deserto.
Per Blasi, si è tratto di «due episodi uguali, anzi è più grave quello che è accaduto durante la partita dell'Atalanta perché gli incidenti erano iniziati anche fuori dallo stadio». Calcio - Stadio Taranto partita a porte chiuse
«La giustizia della Lega di Macalli - ha continuato - ha deciso questo, ma non è giusto: qui predicano bene e razzolano male».
«Vogliono le società sane, che devono stare in regola - ha osservato ancora - ma non calcolano il danno economico e finanziario per la società e soprattutto di immagine per la nostra città. E tutto questo a causa delle intemperanze di quattro delinquenti».
Blasi ha annunciato che domani parteciperà al consiglio di Lega di serie C. «Io personalmente - ha dichiarato Blasi a un'emittente televisiva - andrò a fare un intervento duro nei confronti di questo sistema, di questa Lega e di queste regole che non funzionano. La regola della responsabilità oggettiva è inconcepibile. Non è possibile - ha concluso Blasi - gestire lo sport in questa maniera».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie