Domenica 26 Gennaio 2020 | 03:35

NEWS DALLA SEZIONE

nuoto
Elena Di Liddo, da Bisceglie la farfalla giramondo che sogna le Olimpiadi

Elena Di Liddo, da Bisceglie la farfalla giramondo che sogna le Olimpiadi

 
l'evento
Polignano, la magia dei tuffi torna a brillare: il 19 luglio tappa italiana

Polignano, la magia dei tuffi torna a brillare: il 19 luglio tappa italiana

 
L'evento
Il Bari club spegne 112 candeline: la festa social dei tifosi

Il Bari club spegne 112 candeline: la festa social dei tifosi

 
settebello
Pallanuoto, World League a Champions a Bari: è quasi fatta

Pallanuoto, World League e Champions a Bari: è quasi fatta

 
atletica leggera
La salentina Francesca Lanciano è l'atleta del 2019 in Puglia

La salentina Francesca Lanciano è l'atleta del 2019 in Puglia

 
è tarantina
Karate, da Faggiano Silvia Semeraro sogna i giochi olimpici

Karate, da Faggiano Silvia Semeraro sogna i giochi olimpici

 
a locorotondo
Atletica, la Valle d'Itria in rosa sforna medaglie e sogni

Atletica, la Valle d'Itria in rosa sforna medaglie e sogni

 
record
Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

 
Il personaggioI
Taranto, la scalata del giovane pugile Rossetti nella boxe che conta

Taranto, la scalata del giovane pugile Rossetti nella boxe che conta

 

Il Biancorosso

serie c
Bari e la «condanna» a vincere, Vivarini: «Non c'è altro verbo»

Bari e la «condanna» a vincere, Vivarini: «Non c'è altro verbo»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiLe dichiarazioni
Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

 
LecceIl video
San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

 
FoggiaIl furto
San Severo, beccati da un contadino mentre rubano in un capannone: 3 arresti

San Severo, beccati da un contadino mentre rubano in un capannone: 3 arresti

 
BatNel Nordbarese
Barletta, tragedia in casa: 62enne muore schiacciato da lastra di ferro

Barletta, tragedia in casa: 62enne muore schiacciato da lastra di ferro

 
Tarantoil caso
Cannabis light, archiviata inchiesta partita da Taranto: «Sul Thc la legge non è chiara»

Cannabis light, archiviata inchiesta partita da Taranto: «Sul Thc la legge non è chiara»

 
MateraSolidarietà
«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

 

i più letti

Calcio/serie B - Juve batte Treviso

La Juventus ha superato il Treviso 1-0 nel posticipo del lunedì della 7/a giornata • Buffon: essere ultimi in B da un senso di smarrimento
• In 50 in sfida per il Pallone d'Oro
TREVISO - La Juventus espugna il «Tenni» di Treviso nel posticipo della settima giornata di Serie B. A decidere la gara la rete messa a segno al 31' del primo tempo da Cristiano Zanetti. Il Treviso si è reso spesso pericoloso, ma ha trovato sempre un Buffon pronto a salvare la porta bianconera. Alex Del Piero ha cercato il 200.o gol con la maglia della Juve ma senza fortuna. In classifica la squadra di Deschamps è sempre ultima ma ora a -1.

TREVISO-JUVENTUS 0-1
TREVISO (4-4-2): Avramov 6; Cottafava 6, Valdez 5,5, Viali 6, Giuliatto 5,5; Vascak 6,5, Guigou 6, Gissi 6 (29' st Moro sv), Russotto 6; Beghetto 6, Fava 5,5 (29' st Acquafresca sv).
In panchina: Montresor, Mallus, Lorenzi, Baseggio.
Allenatore: Bortoluzzi 6.
JUVENTUS (4-4-2): Buffon 6,5; Birindelli 6 (29' st Chiellini sv), Kovac 6,5, Boumsong 6, Balzaretti 5,5; Camoranesi 6,5 (38' st Marchionni sv), Paro 6, Zanetti 7, Nedved 6; Del Piero 6, Trezeguet 5,5.
In panchina: Mirante, Giannichedda, Palladino, Bojinov, Zalayeta.
Allenatore: Deschamps 6,5.
ARBITRO: Farina di Novi Ligure 6.
RETI: 31' pt Zanetti
Ammoniti: Valdez, Cottafava, Kovac, Giuliatto.
Angoli: 8-6 per la Juventus.
Recupero: 0', 3'.

Del Piero, JuventusNonostante un po' di fatica in più rispetto ai turni precedenti, la Juventus esce vittoriosa anche dal terreno di gioco dell'Omobono Tenni di Treviso dove la squadra di Bortoluzzi tiene bene il campo e solo a tratti accusa l'inferiorità tecnica con l'undici allenato da Didier Deschamps. Festa invece rinviata per il gol numero 200 di Del Piero che davanti al pubblico di casa (Pinturicchio è originario di San Vendemmiano, a 35 km da Treviso, ndr) non riesce a superare lo storico traguardo. Dopo un inizio di frazione nel quale il Treviso è riuscito ad imbrigliare la Juventus grazie anche ad un pressing molto alto che impediva ai bianconeri di giocare la palla per vie centrali, è bastata la spinta degli esterni per mandare in tilt la retroguardia trevigiana. Il tiro di Nedved al 10' e quello di Balzaretti al 27', rispettivamente bloccato a terra il primo e respinto a pugni chiusi da Avramov il secondo, hanno fatto da preludio al gol capolavoro messo a segno dalla Juve al 31' quando con uno scambio rapido in tre passaggi gli ospiti hanno trovato la via del gol: palla in profondità di Birindelli per Camoranesi, traversone rasoterra dal fondo dell'italo-argentino e destro finale di Zanetti incrociato molto bene sul secondo palo. Nel finale di tempo un paio di fiammate del Treviso con Russotto e Giuliatto fanno tremare Buffon ma le conclusioni finiscono entrambe fuori bersaglio.

Alla ripresa delle ostilità sembra essere tornato in campo solo il Treviso. I biancoblu cambiano atteggiamento ed iniziano a farsi pericolosi dalle parti di Buffon senza però incontrare l'ostilità della Juventus. L'estremo difensore juventino sventa le molte conclusioni che nel primo quarto d'ora arrivano dai piedi degli avanti veneti e soprattutto da quelli dei due esterni Vascak e Russotto che scambiati di posizione sulle fasce dal tecnico Bortoluzzi mettono in seria difficoltà i rispettivi marcatori Birindelli e Balzaretti. Alla mezz'ora i padroni di casa protestano per un intervento scomposto di Kovac su Acquafresca e sul successivo corner per un presunto fallo di mano di Balzaretti non sanzionato da Farina. Nel finale la Juve pensa più a mantenere il possesso di palla e si va vedere raramente dalle parti di Avramov. Al 43' un pallonetto di Del Piero fa sussultare il Tenni e sul capovolgimento di fronte sono i pugni di Buffon su un corner del Treviso a mettere la parola fine al posticipo della settima giornata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie