Sabato 18 Gennaio 2020 | 06:35

NEWS DALLA SEZIONE

nuoto
Elena Di Liddo, da Bisceglie la farfalla giramondo che sogna le Olimpiadi

Elena Di Liddo, da Bisceglie la farfalla giramondo che sogna le Olimpiadi

 
l'evento
Polignano, la magia dei tuffi torna a brillare: il 19 luglio tappa italiana

Polignano, la magia dei tuffi torna a brillare: il 19 luglio tappa italiana

 
L'evento
Il Bari club spegne 112 candeline: la festa social dei tifosi

Il Bari club spegne 112 candeline: la festa social dei tifosi

 
settebello
Pallanuoto, World League a Champions a Bari: è quasi fatta

Pallanuoto, World League e Champions a Bari: è quasi fatta

 
atletica leggera
La salentina Francesca Lanciano è l'atleta del 2019 in Puglia

La salentina Francesca Lanciano è l'atleta del 2019 in Puglia

 
è tarantina
Karate, da Faggiano Silvia Semeraro sogna i giochi olimpici

Karate, da Faggiano Silvia Semeraro sogna i giochi olimpici

 
a locorotondo
Atletica, la Valle d'Itria in rosa sforna medaglie e sogni

Atletica, la Valle d'Itria in rosa sforna medaglie e sogni

 
record
Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

 
Il personaggioI
Taranto, la scalata del giovane pugile Rossetti nella boxe che conta

Taranto, la scalata del giovane pugile Rossetti nella boxe che conta

 
ha 19 anni
Taekwondo, il mesagnese Dell'Aquila vola alle Olimpiadi di Tokyo

Taekwondo, il mesagnese Dell'Aquila vola alle Olimpiadi

 

Il Biancorosso

mercato
Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiLa tragedia
Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

 
TarantoA Taranto
«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

 
PotenzaLa relazione Dia
In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

 
Leccenel Leccese
Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

 
Barila procura
Bari, chiesto processo per ex giudice Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

Bari, chiesto processo per Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

 
Batnel nordbarese
Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare Silvestris: si indaga

Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare: si indaga

 
MateraIl caso
Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

 

i più letti

Calcio/Squalifiche - Serginho e Nesta fermati per un turno

Salteranno Lecce-Milan, valida per il trentaduesimo turno della serie A. In merito alla rissa del Sant'Elia, prese sulla base anche della documentazione televisiva, quattro giornate a Tedesco (Reggina) e due a Langella (Cagliari). In serie B, un turno a Iorio della Cremonese, che non giocherà col Bari
MILANO - Quattro giornate di squalifica a Giacomo Tedesco (Reggina), due a Antonio Langella (Cagliari) e ammenda di 3.000 euro a Nelson Abeijon (Cagliari). Queste le decisioni del giudice sportivo, prese sulla base anche della documentazione televisiva, per quanto accaduto al termine di Cagliari-Reggina.
Nella ricostruzione dei fatti accaduti durante l'accesso al sottopassaggio verso gli spogliatoi al termine di Cagliari-Reggina, il giudice riferisce che «il calciatore Giacomo Tedesco (Reggina) rivolgeva una frase gravemente offensiva al calciatore Nelson Abeijon (Cagliari) in quanto riferita alla malattia della figlia ("cerca di andartene che c'hai pure una figlia malata").
In reazione Abeijon si scagliava contro l'avversario, venendo peraltro trattenuto da altri calciatori. Un compagno di squadra, Antonio Langella, avvicinatosi a lui e conosciuto il motivo di tale reazione, si lanciava a sua volta contro Tedesco, e tra i due calciatori si verificava uno scambio di calci e pugni in rapida successione, prima che i due venissero separati».
La ricostruzione del giudice prosegue ricordando che Langella, divincolatosi, ha tentato nuovamente ma inutilmente di raggiungere Tedesco, e che all'interno del tunnel la tensione è andata stemperandosi grazie anche all'intervento di altri giocatori, dirigenti e del presidente della Reggina, che ha chiesto scusa ad Abeijon.
Il giudice afferma che nel caso in questione deve ritenersi ammissibile la prova televisiva, in quanto il fatto è avvenuto nel recinto di gioco ed è sfuggito all'arbitro. La prova tv si integra con la relazione dei collaboratori dell'Ufficio Indagini e col relativo supplemento richiesto dal giudice.
Viene quindi attribuita particolare gravità al comportamento di Tedesco, sia per il contenuto della frase pronunciata sia perchè questa ha provocato uno stato di grave tensione emotiva tra tutti, scatenando la «umanamente comprensibile» reazione di Abeijon.
Secondo il giudice, Tedesco meriterebbe tre giornate di squalifica per l'offesa e due per lo scambio di calci e pugni, ma considerato che lo scontro fisico è partito da Langella, il giudice ha fatto 3 più 1, quattro giornate in tutto per Tedesco.
Langella meriterebbe 3 giornate, continua il giudice, ma con l'attenuante della grave provocazione subita dal compagno di squadra diventano 2.
Quanto ad Abeijon, va considerato che le sue intenzioni aggressive nei confronti di Tedesco sono state bloccate dai compagni, oltre all'attenuante della grave provocazione personale. Pertanto, nei suoi confronti il giudice ritiene equa la sanzione dell'ammenda di tremila euro.
Oltre alle decisioni su Cagliari-Reggina, il Giudice sportivo ha squalificato per un turno Colonnese (Siena), Nedved (Juventus), Capone (Cagliari), Corradi (Parma), Serginho, Nesta (Milan), Filippini A. (Treviso), Flachi, Volpi (Sampdoria), Riganò (Empoli). Tra le società, ammende ad Ascoli (40.000 euro per cori razzisti), Lazio (6.000 euro), Empoli (4.000 euro), Cagliari e Roma (3.000 euro), Livorno (2.750 euro), Milan (2.500 euro), Messina (1.500 euro), Juventus (1.250 euro), Fiorentina (1.000 euro).
In riferimento alle gare della 13ª giornata di ritorno di serie B, squalificati 18 giocatori. Per due giornate sono stati fermati Dall'Igna (Cremonese), Terni (Avellino) e per una Conte, Di Donato (Arezzo), Amerini (Modena); Ametrano (Avellino), Di Loreto (Rimini), Fabbrini (Vicenza), Lazetic (Torino), Olorunleke (Catanzaro), Turati (Verona), Degano (Piacenza), Cinelli, Croce (Pescara), Iorio (Cremonese), Poloni (Albinoleffe). Tra gli allenatori un turno di stop a Renzo Ulivieri del Bologna. Tra le società ammende a Cremonese (20.000 euro), Avellino (12.500 euro), Piacenza (7.500 euro), Brescia, Catania (2.750 euro), Atalanta, Cesena (2.500 euro), Modena (1.500 euro), Bari (1.250 euro).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie