Martedì 28 Gennaio 2020 | 18:47

NEWS DALLA SEZIONE

Il ricordo di Braynt
Kobe, la morte di un semidio innamorato del Belpaese

Kobe, la morte di un semidio innamorato del Belpaese

 
nuoto
Elena Di Liddo, da Bisceglie la farfalla giramondo che sogna le Olimpiadi

Elena Di Liddo, da Bisceglie la farfalla giramondo che sogna le Olimpiadi

 
l'evento
Polignano, la magia dei tuffi torna a brillare: il 19 luglio tappa italiana

Polignano, la magia dei tuffi torna a brillare: il 19 luglio tappa italiana

 
L'evento
Il Bari club spegne 112 candeline: la festa social dei tifosi

Il Bari club spegne 112 candeline: la festa social dei tifosi

 
settebello
Pallanuoto, World League a Champions a Bari: è quasi fatta

Pallanuoto, World League e Champions a Bari: è quasi fatta

 
atletica leggera
La salentina Francesca Lanciano è l'atleta del 2019 in Puglia

La salentina Francesca Lanciano è l'atleta del 2019 in Puglia

 
è tarantina
Karate, da Faggiano Silvia Semeraro sogna i giochi olimpici

Karate, da Faggiano Silvia Semeraro sogna i giochi olimpici

 
a locorotondo
Atletica, la Valle d'Itria in rosa sforna medaglie e sogni

Atletica, la Valle d'Itria in rosa sforna medaglie e sogni

 
record
Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

 
Il personaggioI
Taranto, la scalata del giovane pugile Rossetti nella boxe che conta

Taranto, la scalata del giovane pugile Rossetti nella boxe che conta

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, Costa: «Da ora per noi ogni gara è una finale»

Bari calcio, Costa: «Da ora per noi ogni gara è una finale»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoL'intervista
Diodato: a Sanremo con Taranto nel cuore e nel nuovo album un brano ispirato all'Ilva

Diodato: a Sanremo con Taranto nel cuore e nel nuovo album un brano ispirato all'Ilva

 
PotenzaSanità
Potenza, ospedale San Carlo: stabilizzati restano a tempo determinato

Potenza, ospedale San Carlo: stabilizzati restano a tempo determinato

 
FoggiaIl caso
Attentati a Foggia, sequestrate 6 bombe carta e munizioni: arrestata intera famiglia

Attentati a Foggia, sequestrate 6 bombe carta e munizioni: arrestata intera famiglia

 
ItaliaIl caso
Bari, inchiesta palazzina della 'morte' a Japigia, indagato l'ex sindaco Francesco De Lucia

Bari, inchiesta palazzina della 'morte' a Japigia, indagato l'ex sindaco De Lucia

 
BatIl processo
Mafia, chiesti 16 anni a pregiudicato per 2 tentati omicidi nel Nord Barese

Mafia, chiesti 16 anni a pregiudicato per 2 tentati omicidi nel Nord Barese

 
HomeIl fenomeno
Morbillo, allarme in Salento 40 casi in un mese: anche 4 bimbi, due figli di «no vax»

Morbillo, in Salento due casi al giorno, coinvolti adulti e bimbi: anche figli di «no vax»

 
BrindisiOperazione dei Cc
Droga, tre arresti nel Brindisino: preso 18enne vicino a scuola a Ostuni

Droga, tre arresti nel Brindisino: preso 18enne vicino scuola a Ostuni

 
MateraIl caso
Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

 

i più letti

Gallipoli-Andria, il giudice scarcera altri 7 tifosi

Sentenza clemente per gli ultras gallipolini arresati con altri dodici tifosi andriesi, domenica scorsa dopo i gravi incidenti avvenuti durante il derby. Il giudice del tribunale di Lecce ha messo tutti in libertà, mentre un ottavo è stato completamente scagionato dall'accusa di violenza
LECCE - Sentenza clemente per gli ultras gallipolini arresati con altri dodici tifosi andriesi, domenica scorsa dopo i gravi incidenti avvenuti durante il derby di C2 Gallipoli-Andria. Il giudice del tribunale di Lecce ha scarcerato e messo in libertà sette tifosi gallipolini mentre un ottavo, Gianfranco Picciolo, 42 anni è stato completamente scagionato dall'accusa di violenza. In pratica, non doveva essere neppure arrestato. Anche oggi, così come aveva fatto martedì scorso con i dodici tifosi andriesi, il giudice Toriello ha respinto la richiesta del pm Francesca Miglietta che chiedeva la convalida dell'arresto degli otto ultras gallipolini ed in particolare per due di loro (Picciolo e Borra) la condanna di tre mesi agli arresti domiciliari. Dopo la lettura della sentenza del processo, gli otto imputati sono tornati in liberta presso le proprie abitazioni, accolti dall'applauso di parenti e tifosi delle due squadre. Sono stati condannati soltanto (come come era avvenuto per gli andriesi) a non frequentare per tre mesi i campi di gioco. Roberto Bora, perchè pregiudicato dovrà recarsi presso il comando di polizia ogni volta che il Gallipoli giocherà in casa. Il processo agli otto ultras gallipolini è stato aggiornato al 7 marzo prossimo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie