Mercoledì 29 Gennaio 2020 | 18:03

NEWS DALLA SEZIONE

Il ricordo di Braynt
Kobe, la morte di un semidio innamorato del Belpaese

Kobe, la morte di un semidio innamorato del Belpaese

 
nuoto
Elena Di Liddo, da Bisceglie la farfalla giramondo che sogna le Olimpiadi

Elena Di Liddo, da Bisceglie la farfalla giramondo che sogna le Olimpiadi

 
l'evento
Polignano, la magia dei tuffi torna a brillare: il 19 luglio tappa italiana

Polignano, la magia dei tuffi torna a brillare: il 19 luglio tappa italiana

 
L'evento
Il Bari club spegne 112 candeline: la festa social dei tifosi

Il Bari club spegne 112 candeline: la festa social dei tifosi

 
settebello
Pallanuoto, World League a Champions a Bari: è quasi fatta

Pallanuoto, World League e Champions a Bari: è quasi fatta

 
atletica leggera
La salentina Francesca Lanciano è l'atleta del 2019 in Puglia

La salentina Francesca Lanciano è l'atleta del 2019 in Puglia

 
è tarantina
Karate, da Faggiano Silvia Semeraro sogna i giochi olimpici

Karate, da Faggiano Silvia Semeraro sogna i giochi olimpici

 
a locorotondo
Atletica, la Valle d'Itria in rosa sforna medaglie e sogni

Atletica, la Valle d'Itria in rosa sforna medaglie e sogni

 
record
Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

 

Il Biancorosso

Calcio
Bari, acquistato il difensore Ciofani dal Pescara

Bari, acquistato il difensore Ciofani dal Pescara

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa visita
Papa a Bari, attesi in 40mila: ecco treni straordinari e maxi parcheggi

Papa a Bari, attesi in 40mila: ecco treni straordinari e maxi parcheggi

 
TarantoIl siderurgico
Mittal, annunciato aumento produzione ghisa nel trimestre. Contrari i sindacati

Mittal, annunciato aumento produzione ghisa nel trimestre. Contrari i sindacati

 
FoggiaIl ritrovamento
Foggia, durante lavori pista Gino Lisa emerge bomba americana

Foggia, durante lavori pista Gino Lisa emerge bomba americana

 
LecceL'incidente
Insegnante in monopattino travolta da un’auto pirata: è in coma all’ospedale «Vito Fazzi»

Lecce, insegnante in monopattino travolta da un’auto pirata: è in coma all’ospedale «Vito Fazzi»

 
BatNel Parco
Posta su Facebook foto che lo ritrae con il fucile accanto a cinghiale appena ucciso: denunciato pseudo cacciatore

Posta su Fb foto che lo ritrae con il fucile accanto a cinghiale appena ucciso: denunciato pseudo cacciatore

 
PotenzaPsicosi
Potenza, «coronavirus»: il questore «Non c'è pericolo per i poliziotti»

Potenza, «Coronavirus»: il questore «Non c'è pericolo per i poliziotti»

 
Materala scoperta
Policoro, incendiano auto: denunciati 2 piromani

Policoro, incendiano auto: denunciati 2 piromani

 
Brindisil'operazione
Brindisi, turbativa d'asta nella vendita di beni all'asta: due ai domiciliari

Brindisi, turbavano le aste giudiziarie per aggiudicarsi i beni: due arrestati

 

i più letti

Calcio - Italia, Totti-Del Piero-Gilardino in Bielorussia

Lippi pensa a come cambiare la Nazionale per Minsk. Il trio d'attacco per conquistare i tre punti dopo il pareggio in Scozia dovrebbe essere già scelto. Ma c'è l'ipotesi Toni. Variazioni obbligate mercoledì anche a centrocampo e in difesa, viste le assenze di Zambrotta e De Rossi
GLASGOW - Marcello Lippi pensa a come cambiare l'Italia per Minsk, e intanto tende la mano ai suoi presunti avversari, quelli fuori dal campo. Prima e dopo l'allenamento al Fir Park di Motherwell, l'allenatore azzurro ha infatti lanciato messaggi di distensione al cameraman del Tg1 con il quale aveva avuto un diverbio in mattinata. Prima un saluto col sorriso dal campo alla tribunetta dello stadio, con chiara richiesta di chiudere il caso, poi prima di salire in pullman Lippi si è diretto verso l'operatore Rai per una stretta di mano riappacificatrice. Qualche metro più in là, Alessandro Del Piero preparava il suo avvicinamento a Minsk con una speranza, che «sia questa la volta buona di entrare», dopo due partite - Juve-Chievo e Scozia-Italia - passate a scaldarsi a lungo a bordo campo, senza poi giocare. «Mi pare logico che un giocatore voglia sempre esserci: ma sono abituato ad accettare le decisioni con serenità, l'ho sempre fatto», ha detto l'attaccante bianconero chiudendo sul nascere qualsiasi ipotesi di mugugno. D'altra parte, il rapporto con Lippi è consolidato. «Sì, mi sono sentito considerato in nazionale sempre, anche quando non venivo convocato», ha chiarito ancora meglio Del Piero, destinato a un posto in squadra contro la Bielorussia.
I cambi per la partita di Minsk, mercoledì, sono obbligati dalle assenze di Zambrotta e De Rossi: ma anche in attacco, Lippi aveva in mente un turn over da prima delle scelte per la Scozia. Prima dell'allenamento, sul campo del Fir Park il ct ha parlato per una decina di minuti con Gilardino, appartato rispetto al resto del gruppo: argomento più verosimile, il passaggio dalla tribuna al campo, in una fase personale del centravanti definita dallo stesso Lippi «poco lucida». Nella partitella contro i ragazzi del Motherwell, Lippi ha provato Del Piero a sinistra a centrocampo, con Gilardino in avanti affiancato da Gilardino. Grosso, per metà allenamento, ha giocato a sinistra sulla linea dei difensori. V
isto che difficilmente Lippi vorrà rinunciare a un Totti sereno e tirato fisicamente ("due partite? io me la sento», ha detto ieri il romanista), il ritorno del 10 azzurro con Del Piero insieme a oltre un anno dall'ultima volta (Italia-Danimarca degli Europei) sarà segnata da una singolare posizione tattica del bianconero. Costretto ad ovviare all'assenza di Zambrotta, Lippi ha due possibilità, confermare Zaccardo e piazzare Grosso a sinistra, o «passare alla difesa a tre» come da lui stesso dichiarato. Ma in fondo le due cose potrebbero non essere poi così diverse: un 3-4-3 con Cannavaro, Materazzi, Nesta dietro, Camoranesi, Pirlo, Gattuso, Grosso in mezzo e Totti, Gilardino, Del Piero davanti si trasformerebbe facilmente a partita in corso in un 4-4-2, se l'autore del gol alla Scozia scalasse sulla linea di difesa e Del Piero su quella dei centrocampisti. «Palermo è stata la mia scommessa vinta - ha detto Grosso, senza neanche aver avuto il tempo per festeggiare fino in fondo la prima rete azzurra - Guidolin mi ha completato: giocavo a sinistra in un centrocampo a cinque, lui mi ha fatto giocare anche terzino. Sono abituato a proiettarmi davanti, ma qualsiasi soluzione va bene. Diciamo che sono sempre d'accordo con Lippi...». Un po' come Del Piero. «Dopo che la Norvegia ha vinto, a Minsk sarebbe sbagliato partire accontentandosi del pari: la mentalità giusta è quella di cercare la vittoria».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie