Lunedì 20 Gennaio 2020 | 04:36

NEWS DALLA SEZIONE

nuoto
Elena Di Liddo, da Bisceglie la farfalla giramondo che sogna le Olimpiadi

Elena Di Liddo, da Bisceglie la farfalla giramondo che sogna le Olimpiadi

 
l'evento
Polignano, la magia dei tuffi torna a brillare: il 19 luglio tappa italiana

Polignano, la magia dei tuffi torna a brillare: il 19 luglio tappa italiana

 
L'evento
Il Bari club spegne 112 candeline: la festa social dei tifosi

Il Bari club spegne 112 candeline: la festa social dei tifosi

 
settebello
Pallanuoto, World League a Champions a Bari: è quasi fatta

Pallanuoto, World League e Champions a Bari: è quasi fatta

 
atletica leggera
La salentina Francesca Lanciano è l'atleta del 2019 in Puglia

La salentina Francesca Lanciano è l'atleta del 2019 in Puglia

 
è tarantina
Karate, da Faggiano Silvia Semeraro sogna i giochi olimpici

Karate, da Faggiano Silvia Semeraro sogna i giochi olimpici

 
a locorotondo
Atletica, la Valle d'Itria in rosa sforna medaglie e sogni

Atletica, la Valle d'Itria in rosa sforna medaglie e sogni

 
record
Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

 
Il personaggioI
Taranto, la scalata del giovane pugile Rossetti nella boxe che conta

Taranto, la scalata del giovane pugile Rossetti nella boxe che conta

 
ha 19 anni
Taekwondo, il mesagnese Dell'Aquila vola alle Olimpiadi di Tokyo

Taekwondo, il mesagnese Dell'Aquila vola alle Olimpiadi

 

Il Biancorosso

Serie C
Goleada del Bari contro il fanalino di coda Rieti: il videocommento

Goleada del Bari contro il fanalino di coda Rieti: il videocommento

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl 22 gennaio
Bari, al via il convegno «Il senso delle parole» con FNSI e Martella

Bari, al via il convegno «Il senso delle parole» con FNSI e Martella

 
FoggiaL'operazione dei cc
Cerignola, beccati 4 giovanissimi ladri di moto: arrestati

Cerignola, beccati 4 giovanissimi ladri di moto: arrestati

 
TarantoIl caso
Capitale della Cultura italiana 2021: prove di sintesi fra Taranto e Grecìa Salentina

Capitale della Cultura italiana 2021: prove di sintesi fra Taranto e Grecìa Salentina

 
BrindisiNel Brindisino
Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

 
Materaarte
Matera, boom dei musei: presenze salgono del 28,98%

Matera, boom dei musei: presenze salgono del 28,98%

 
Leccenel Salento
S.M. al Bagno, il campanile cade a pezzi: è allarme

S.M. al Bagno, il campanile cade a pezzi: è allarme

 
Batl'ultimo saluto
Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

 

i più letti

Bergamo lascia il ruolo di designatore arbitrale

Ha annunciato l'intenzione di non rimanere a disposizione della Federcalcio per la prossima stagione: «Ho provato un malessere che è nato nel momento in cui le critiche sono diventate insostenibili». Pairetto invece dice di «continuare ad essere a disposizione dell'associazione arbitri»
ROMA - «Ho provato un malessere che è nato nel momento in cui le critiche sono diventate insostenibili: lascio il mio posto». Così Paolo Bergamo, uno dei due designatori di A e B con Pierluigi Pairetto, ha annunciato l'intenzione di non rimanere a disposizione della Federcalcio per la prossima stagione. «La mia è una rinuncia a qualsiasi impiego», ha aggiunto Bergamo. L'incarico dei designatori scadeva il 30 giugno, e il presidente Franco Carraro dovrà a breve fare le nuove nomine.
Paolo Bergamo era stato nominato designatore di A e B nel luglio del 1999, e da allora di anno in anno era rimasto in carica per sei stagioni. «Non siamo stati apprezzati - ha spiegato l'ex direttore di gara - si dirà che lo faccio ora perché mi avrebbero cacciato. Io comunque sono tranquillo con me stesso, ho fatto questa scelta credendo che il gruppo possa così ritrovare serenità. Questi sei anni sono stati l'esperienza più bella della mia vita. E di questo ringrazio il presidente della Federcalcio Franco Carraro».
Bergamo ha poi chiarito che non è sua intenzione lasciare anche i ruoli internazionali. «Per quanto riguarda la Fifa - ha detto, riferendosi alla commissione tecnica di cui fa parte - il mio incarico lì è quadriennale: scade nel 2006, continuerò a lavorare».
Se Bergamo lascia il mondo arbitrale italiano, Pierluigi Pairetto no: dopo l'annuncio choc dell'ex direttore di gara di Livorno, il suo collega designatore Pairetto ha fatto sapere di «continuare ad essere a disposizione dell'associazione arbitri per un futuro che non so quale potrà essere. E' a luglio - ha concluso Pairetto - che si decide per la stagione successiva».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie