Lunedì 21 Gennaio 2019 | 17:10

NEWS DALLA SEZIONE

Serie A
Basket, Brindisi Happy Casa batte la capolista Milano 101-92

Basket, Brindisi Happy Casa batte la capolista Milano 101-92

 
L'APPUNTAMENTO
Circolo della Vela Bari, i primi 90 annidomani la grande festa con l'open day

Circolo della Vela Bari, i primi 90 anni
domani la grande festa con l'open day

 
Serie B1 pallavolo
La Pvg Bari cerca la quarta vittoria consecutiva

La Pvg Bari cerca la quarta vittoria consecutiva

 
Aveva 49 anni
Lutto nel mondo del calcio: morto Phil Masinga, ex del Bari

Lutto nel mondo del calcio: morto Phil Masinga, ex del Bari

 
Ingaggiato
Bari calcio, new entry nei biancorossi: arriva l'esterno Quagliata

Bari calcio, new entry nei biancorossi: arriva l'esterno Quagliata

 
Nel giorno dell'Epifania
La Pvg Bari vince in trasferta contro l'Expert Volley Palmi

La Pvg Bari vince in trasferta contro l'Expert Volley Palmi

 
CICLOCROSS
Loconsolo

Capolavoro Puglia nella gara degli Allievi
Loconsolo (Eurobike) vince il Giro d'Italia

 
Calcio femminile
Polemica tra Milan e Pink Bari, Morace: «In campo bestemmiavano»La replica: «Esagerata»

Polemica tra Milan e Pink Bari, Morace: «Bestemmiavano». La replica: «Esagerata»

 
Serie D
Bari in campo col Messina al San Nicola Segui la diretta

Bari batte il Messina 2-0 e mantiene la vetta La diretta

 
Basket
Brindisi ko con Avellino, ma resta la speranza Final Eight

Brindisi ko con Avellino, ma resta la speranza Final Eight

 

Ciclismo - Tris di Petacchi al Giro d'Italia

Ma a Lissone ha dovuto fare i conti con Zabel e con Bettini, piazzatisi in questo ordine dietro di lui. Il toscano, si è ripreso la maglia ciclamino, grazie anche al secondo posto all'Intergiro, ed ha indossato la maglia azzurra. Al riposo di domani si arriva con Savoldelli in rosa
LISSONE - Alessandro Petacchi non «stecca» sul traguardo di Lissone e mette a segno la terza volata vincente del Giro2005. Sembrerebbe tutto facile per lo spezzino considerata l'assenza di Robbie Mc Ewen e di altri velocisti che hanno lasciato il Giro prima delle montagne. Ma non è stato così perché nel giorno della terza perla ha dovuto fare i conti con Erik Zabel ed anche con Paolo Bettini, piazzatisi in questo ordine dietro di lui. Il tedesco, che in situazione di terreno bagnato si esalta, ha preso la ruota del ligure che però oggi era una spanna superiore a tutti ed ha vinto con mezza bicicletta di vantaggio. Ha destato particolare meraviglia il terzo posto, facile, di Paolo Bettini, che oggi si è ripreso la maglia ciclamino, grazie anche al secondo posto all'Intergiro, ed ha indossato la maglia azzurra. Il toscano ha voglia di regalarsi la maglia a punti e se continia così sarà difficile scavalcarlo. All'arrivo, poi, scaramucce tra Galvez e Clerc, a terra dopo essersi toccati.
In testa alla classifica, dopo la battaglia nei giorni scorsi, la situazione rimane pressoché invariata. Al riposo di domani si arriva con Savoldelli in rosa, seguito da Di Luca e Simoni. In particolare, l'abruzzese ha la possibilità di conquistare davvero un posto importante contro tutti i pronostici della vigilia. Da mercoledì a domenica ci saranno solo cinque tappe e di queste ci sarà da soffrire ancora in tre. Tutto fa dunque pensare che ci sarà battaglia fino alla fine anche perché Savoldelli, almeno a parole, non sembra crederci più di tanto dichiarando di voler vivere alla giornata. Tra loro c'è Gilberto Simoni, che potrà contare su Cunego che cercherà da parte sua di vincere almeno una tappa. E poi capitolo Basso: il varesino è voluto rimanere in gruppo per rispetto dei tifosi e proverà a centrare un successo nei giorni che mancano fino alla fine.
I corridori arrivano al riposo di domani con un pizzico di stanchezza in meno. La tappa di oggi, infatti, è stata accorciata di circa 50 km dagli organizzatori della corsa, che hanno anche saggiamente neutralizzato la gara negli ultimi 10 km per evitare cadute inutili. La decisione è arrivata a seguito della pioggia in Alta Valtellina e della neve sul valico Forcola di Livigno, da dove sarebbero dovuti transitare i corridori. La tappa non ha infatti preso il via da Livigno ma da Villa di Tirano e la carovana ha completato solo 153 dei 205 km previsti inizialmente. La gara è stata caratterizzata dalla pioggia e dalla fuga di Sentjens della Rabobank: l'olandese è andato in fuga dopo appena 12 km raggiungendo anche un massimo vantaggio di 2'50». Nel finale, il solito Illiano ha tentato la sortita solitaria ma il treno della Fassa Bortolo lo ha ripreso in prossimità del traguardo prima della disputa della volatona che ha premiato Petacchi che adesso ha ancora due possibilità per arrotondare le due vittorie al Giro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400