Giovedì 24 Gennaio 2019 | 09:10

NEWS DALLA SEZIONE

Serie A
Basket, Brindisi Happy Casa batte la capolista Milano 101-92

Basket, Brindisi Happy Casa batte la capolista Milano 101-92

 
L'APPUNTAMENTO
Circolo della Vela Bari, i primi 90 annidomani la grande festa con l'open day

Circolo della Vela Bari, i primi 90 anni
domani la grande festa con l'open day

 
Serie B1 pallavolo
La Pvg Bari cerca la quarta vittoria consecutiva

La Pvg Bari cerca la quarta vittoria consecutiva

 
Aveva 49 anni
Lutto nel mondo del calcio: morto Phil Masinga, ex del Bari

Lutto nel mondo del calcio: morto Phil Masinga, ex del Bari

 
Ingaggiato
Bari calcio, new entry nei biancorossi: arriva l'esterno Quagliata

Bari calcio, new entry nei biancorossi: arriva l'esterno Quagliata

 
Nel giorno dell'Epifania
La Pvg Bari vince in trasferta contro l'Expert Volley Palmi

La Pvg Bari vince in trasferta contro l'Expert Volley Palmi

 
CICLOCROSS
Loconsolo

Capolavoro Puglia nella gara degli Allievi
Loconsolo (Eurobike) vince il Giro d'Italia

 
Calcio femminile
Polemica tra Milan e Pink Bari, Morace: «In campo bestemmiavano»La replica: «Esagerata»

Polemica tra Milan e Pink Bari, Morace: «Bestemmiavano». La replica: «Esagerata»

 
Serie D
Bari in campo col Messina al San Nicola Segui la diretta

Bari batte il Messina 2-0 e mantiene la vetta La diretta

 
Basket
Brindisi ko con Avellino, ma resta la speranza Final Eight

Brindisi ko con Avellino, ma resta la speranza Final Eight

 

i più visti della sezione

Formula 1 - Fisichella vince in Australia

A Melbourne, nella prima gara del Mondiale, solo Barrichello è riuscito a reggere il confronto portando la Ferrari al secondo posto. Schumacher si è ritirato al 44° giro. Alonso terzo, la Renault di Briatore gongola
Giancarlo Fisichella MELBOURNE (AUSTRALIA) - Dall'Australia, due inni: quello italiano e la Marsigliese. Sono quelli suonati in onore di Giancarlo Fisichella e della Renault che hanno dominato il gran premio di Melbourne. Solo Rubens Barrichello è riuscito a reggere il confronto, portando la sua Ferrari al secondo posto.
E' la seconda volta che Fisichella, che vanta ben 142 gare in carriera, vince un gp. Ma è anche la prima volta che il romano può far festa sul gradino più alto di un podio di formula 1. Aveva già vinto in Brasile nel 2003, ma nel caos della tempesta tropicale che portò all'interruzione della corsa al 54/o giro, i cronometristi di Interlagos in un primo tempo assegnarono la vittoria a Raikkonen. Solo quattro giorni dopo la Fia corresse il risultato a tavolino. La coppa di Intarlagos gliela dettero a Imola, con una replica di premiazione.
Stavolta il romano domina dall'inizio alla fine. Conquistata la pole position, con la sua eccezionale Renault resta sempre al comando. Grandissima però è anche la rimonta di Rubens Barrichello, partito 11/mo arriva secondo. Terzo sul podio è lo scatenato compagno di squadra di Fisichella, lo spagnolo Fernando Alonso partito 13/mo. Michael Schumacher invece si è ritirato dopo essere stato tamponato da Nick Heidfeld (BMW-Williams) al 44/mo giro mentre era in 7/ma posizione.

Questo l'esito del primo gran premio della stagione, che è stato inevitabilmente segnato dalle qualifiche anomale del sabato. Per «Fisico», tuttavia, è stato più che meritato il piacere della vittoria. Che assapora davvero per la prima volta e che è stata legittimata da una gara perfetta, arrivata dopo due sessioni di qualifiche straordinarie visto che ha ottenuto il miglior tempo in entrambe.
A Melbourne le Ferrari hanno comunque lasciato il segno: Barrichello, partito 11/mo, è arrivato 2/o. Jarno Trulli invece con la sua Toyota non è riuscito a difendere il suo secondo posto in qualifica: alla fine solo 9/a posizione per lui.
Fisichella è stato in testa dal primo all'ultimo giro. Alle sue spalle, con le McLaren lontane, si sono date battaglia in particolare le Red Bull Racing e le BMW-Williams. Alla fine l'ha spuntata Coulthard (4/o) su Webber (5/o), mentre a punti sono finiti nell'ordine: 6/o Montoja (McLaren), 7/o Klien (Red Bull), 8/o Raikkonen.
«E' la più bella partenza della mia carriera - ha commentato Giancarlo a caldo - Sono contento per me e per Fernando, e per tutta la Renault. Anche perché non ho mai spinto davvero al massimo, ho cercando di conservare la macchina. Questa è una gran macchina, la migliore che abbia mai avuto».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400