Mercoledì 23 Gennaio 2019 | 07:54

NEWS DALLA SEZIONE

Serie A
Basket, Brindisi Happy Casa batte la capolista Milano 101-92

Basket, Brindisi Happy Casa batte la capolista Milano 101-92

 
L'APPUNTAMENTO
Circolo della Vela Bari, i primi 90 annidomani la grande festa con l'open day

Circolo della Vela Bari, i primi 90 anni
domani la grande festa con l'open day

 
Serie B1 pallavolo
La Pvg Bari cerca la quarta vittoria consecutiva

La Pvg Bari cerca la quarta vittoria consecutiva

 
Aveva 49 anni
Lutto nel mondo del calcio: morto Phil Masinga, ex del Bari

Lutto nel mondo del calcio: morto Phil Masinga, ex del Bari

 
Ingaggiato
Bari calcio, new entry nei biancorossi: arriva l'esterno Quagliata

Bari calcio, new entry nei biancorossi: arriva l'esterno Quagliata

 
Nel giorno dell'Epifania
La Pvg Bari vince in trasferta contro l'Expert Volley Palmi

La Pvg Bari vince in trasferta contro l'Expert Volley Palmi

 
CICLOCROSS
Loconsolo

Capolavoro Puglia nella gara degli Allievi
Loconsolo (Eurobike) vince il Giro d'Italia

 
Calcio femminile
Polemica tra Milan e Pink Bari, Morace: «In campo bestemmiavano»La replica: «Esagerata»

Polemica tra Milan e Pink Bari, Morace: «Bestemmiavano». La replica: «Esagerata»

 
Serie D
Bari in campo col Messina al San Nicola Segui la diretta

Bari batte il Messina 2-0 e mantiene la vetta La diretta

 
Basket
Brindisi ko con Avellino, ma resta la speranza Final Eight

Brindisi ko con Avellino, ma resta la speranza Final Eight

 

Formula 1 - La Ferrari pronta per il settimo trionfo

La F2005 è la 51ª monoposto costruita da Maranello per partecipare al campionato del mondo: vent'anni dopo Mauro Forghieri, è la prima monoposto del Cavallino progettata da un italiano, il parmigiano Aldo Costa • La scheda tecnica della F2005
MARANELLO (MODENA) - La F2005 è la 51ª monoposto costruita dalla Ferrari per partecipare al campionato del mondo di Formula 1: vent'anni dopo Mauro Forghieri è la prima monoposto del cavallino progettata da un italiano, il parmigiano Aldo Costa, destinato a succedere a Rory Byrne. Il progetto, contraddistinto dalla sigla interna 656, rappresenta secondo Maranello l'interpretazione più esaustiva da parte della Ferrari del regolamento tecnico 2005, i cui elementi principali - relativi alla aerodinamica - sono stati anticipati dalla F2004 M, con cui la scuderia debutterà a Melbourne e correrà verosimilmente almeno fino a Imola. Il telaio è stato alleggerito, nonostante la necessità di rinforzare i pannelli anti-infusione lungo la monoscocca per renderli idonei a resistere alle prove di crash test, più severe rispetto al passato. La forma è stata rivista, modificando gli ingressi delle pance e la zona dei deflettori. La fiancate sono state adattate alla nuova sistemazione dell'impianto di raffreddamento. Ridisegnato il cofano motore, così come le appendici aerodinamiche sulle pance: una seconda aletta è stata introdotta nella zona del roll-hoop.
La disposizione degli scarichi è fondamentalmente nuova rispetto alla vettura precedente, avendo eliminato i profili aerodinamici che ne accompagnavano la parte terminale, ora inglobata quasi integralmente nella carrozzeria. Pur mantenendo la trasmissione collocata longitudinalmente, tutta la struttura del retrotreno è stata cambiata per cercare di sfruttare al meglio le dimensioni del nuovo cambio in carbonio (7 rapporti più retromarcia), ulteriormente ridotti rispetto al suo predecessore, realizzati in titanio e in fibra di carbonio. Nella fase di progettazione si è naturalmente dovuto tenere conto delle limitazioni introdotte dal regolamento tecnico. La sospensione posteriore è stata rivista, sia per migliorare il comportamento dinamico della vettura, e quindi per ottenere la migliore efficienza nell'uso degli pneumatici Bridgestone, sia per ottimizzare il rendimento aerodinamico del posteriore. Anche il fondo della vettura è stato sostanzialmente ridisegnato per adattarsi alle nuove dimensioni del cambio e per essere conforme alle nuove regole. Due aree in cui è stato fatto un importante sforzo in fase di progettazione sono l'impianto frenante e l'elettronica, anche grazie alla collaborazione dei partner tecnici. Il motore 055 è portante e montato longitudinalmente.
Buona parte della componentistica interna deriva dall'ultima versione dello 053 che, attualmente, è montato sull'F2004 M; le principali modifiche riguardano la posizione degli attacchi al telaio e al cambio. L'obiettivo dei progettisti è stato quello di realizzare un motore in grado di mantenere un adeguato livello di prestazione, raddoppiando la percorrenza a disposizione, visto che il regolamento sportivo in vigore da quest'anno impone l'utilizzo della stessa unità motrice per due weekend di gare consecutivi. Prezioso è, come sempre, secondo la Ferrari l'aiuto della Shell nella definizione delle benzine e dei lubrificanti più idonei per il raggiungimento degli obiettivi prefissati. La F2005 rappresenta l'ultima evoluzione delle monoposto Ferrari F1 equipaggiate con motore a 10 cilindri.Sport - Formula 1: Presentazione della nuova Ferrari F2005

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400