Sabato 19 Gennaio 2019 | 07:21

NEWS DALLA SEZIONE

L'APPUNTAMENTO
Circolo della Vela Bari, i primi 90 annidomani la grande festa con l'open day

Circolo della Vela Bari, i primi 90 anni
domani la grande festa con l'open day

 
Serie B1 pallavolo
La Pvg Bari cerca la quarta vittoria consecutiva

La Pvg Bari cerca la quarta vittoria consecutiva

 
Aveva 49 anni
Lutto nel mondo del calcio: morto Phil Masinga, ex del Bari

Lutto nel mondo del calcio: morto Phil Masinga, ex del Bari

 
Ingaggiato
Bari calcio, new entry nei biancorossi: arriva l'esterno Quagliata

Bari calcio, new entry nei biancorossi: arriva l'esterno Quagliata

 
Nel giorno dell'Epifania
La Pvg Bari vince in trasferta contro l'Expert Volley Palmi

La Pvg Bari vince in trasferta contro l'Expert Volley Palmi

 
CICLOCROSS
Loconsolo

Capolavoro Puglia nella gara degli Allievi
Loconsolo (Eurobike) vince il Giro d'Italia

 
Calcio femminile
Polemica tra Milan e Pink Bari, Morace: «In campo bestemmiavano»La replica: «Esagerata»

Polemica tra Milan e Pink Bari, Morace: «Bestemmiavano». La replica: «Esagerata»

 
Serie D
Bari in campo col Messina al San Nicola Segui la diretta

Bari batte il Messina 2-0 e mantiene la vetta La diretta

 
Basket
Brindisi ko con Avellino, ma resta la speranza Final Eight

Brindisi ko con Avellino, ma resta la speranza Final Eight

 
Sport
Basket, Brindisi passa a Trieste: finisce 71-92

Basket, Brindisi passa a Trieste: finisce 71-92

 

Serie B - Chiesta la retrocessione del Modena

Ribadita dalla Disciplinare anche la richiesta di squalifica di tre anni per il presidente Amadei e il direttore sportivo Tosi in relazione all'accusa di tentato illecito nella gara Chievo-Modena del 2 febbraio 2004
MILANO - Il vice procuratore federale Alberto Fumagalli, ha richiesto la retrocessione del Modena, ribadendo le richieste già formulate dalla procura federale l'estate scorsa, e la squalifica di tre anni per il presidente Romano Amadei e il direttore sportivo Doriano Tosi, alla commissione disciplinare della Lega Calcio, in relazione all'accusa di tentato illecito nella gara Chievo-Modena del 2 febbraio 2004.
Per il calciatore Antonio Marasco, già condannato a tre anni per tentato illecito la scorsa estate, e per il quale erano già stati richiesti altri tre anni di squalifica per i fatti contestati in questo procedimento, il procuratore federale ha richiesto al presidente della commissione, Stefano Azzali, di tenere conto della sanzione già inflittagli.
L'esame della commissione disciplinare, in relazione ai deferimenti del procuratore federale riguardo alla gara Chievo-Modena è appena cominciato in Lega calcio. Il procedimento era stato stralciato nel processo che si era svolto l'estate scorsa per la richiesta di ulteriori approfondimenti.
Davanti al presidente della disciplinare, Stefano Azzali, sono comparsi il presidente del Modena, Romano Amadei, rappresentato da dall'avvocato Mattia Grassani e il direttore sportivo Doriano Tosi.
Il Chievo è rappresentato dall'avvocato Paolo De Luca. Il calciatore Antonio Marasco, rappresentato dall'avvocato Francesco Maria Tuccillo, non è presente per indisposizione. All'inizio del procedimento vi è stata una istanza di intervento e partecipazione al dibattimento da parte del Venezia quale parte in causa per interessi indiretti. L'istanza è stata dichiarata ammissibile dal presidente della Commissione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400