Giovedì 24 Gennaio 2019 | 03:20

NEWS DALLA SEZIONE

Serie A
Basket, Brindisi Happy Casa batte la capolista Milano 101-92

Basket, Brindisi Happy Casa batte la capolista Milano 101-92

 
L'APPUNTAMENTO
Circolo della Vela Bari, i primi 90 annidomani la grande festa con l'open day

Circolo della Vela Bari, i primi 90 anni
domani la grande festa con l'open day

 
Serie B1 pallavolo
La Pvg Bari cerca la quarta vittoria consecutiva

La Pvg Bari cerca la quarta vittoria consecutiva

 
Aveva 49 anni
Lutto nel mondo del calcio: morto Phil Masinga, ex del Bari

Lutto nel mondo del calcio: morto Phil Masinga, ex del Bari

 
Ingaggiato
Bari calcio, new entry nei biancorossi: arriva l'esterno Quagliata

Bari calcio, new entry nei biancorossi: arriva l'esterno Quagliata

 
Nel giorno dell'Epifania
La Pvg Bari vince in trasferta contro l'Expert Volley Palmi

La Pvg Bari vince in trasferta contro l'Expert Volley Palmi

 
CICLOCROSS
Loconsolo

Capolavoro Puglia nella gara degli Allievi
Loconsolo (Eurobike) vince il Giro d'Italia

 
Calcio femminile
Polemica tra Milan e Pink Bari, Morace: «In campo bestemmiavano»La replica: «Esagerata»

Polemica tra Milan e Pink Bari, Morace: «Bestemmiavano». La replica: «Esagerata»

 
Serie D
Bari in campo col Messina al San Nicola Segui la diretta

Bari batte il Messina 2-0 e mantiene la vetta La diretta

 
Basket
Brindisi ko con Avellino, ma resta la speranza Final Eight

Brindisi ko con Avellino, ma resta la speranza Final Eight

 

i più visti della sezione

Falso in bilancio: indagati Sensi e Cragnotti

L'inchiesta riguarda presunte irregolarità sulla compravendita di calciatori con la iscrizione come voci attive nel bilancio di cifre in realtà virtuali. Coinvolta un'altra persona
Franco Sensi e Sergio Cragnotti OMA - La procura di Roma ha iscritto nel registro degli indagati con l'ipotesi di falso in bilancio il presidente della Roma Calcio Franco Sensi e l'ex presidente della Lazio, Sergio Cragnotti. L'inchiesta, coordinata dal procuratore aggiunto Ettore Torri e delegata ai pm Cristina Palaia e Luca Palamara, riguarda il cosiddetto doping amministrativo, ossia le presunte irregolarità sulla compravendita di calciatori con la iscrizione come voci attive nel bilancio di cifre in realtà solo virtuali. Secondo quanto si è appreso, anche una terza persona, un professionista, sarebbe iscritta nel registro degli indagati.
La terza persona indagata, sempre per il reato di falso in bilancio, è un professionista che lavorava per la società giallorossa. L'indagine si riferisce soltanto ai bilanci del 2002 di Roma e Lazio e venne aperta dalla procura di Roma dopo le denunce del presidente del Bologna, Giuseppe Gazzoni Frascara oltre che dell'ex presidente della Covisoc Victor Ukmar. Nel mirino dei pm in questi mesi ci sono state le cosiddette plusvalenze, relativamente ai bilanci delle due società, ossia presunti artifici contabili adottati per far quadrare i conti.
Nell'autunno dello scorso anno la procura di Roma acquisì in Lega tutti i contratti di compravendita relativi a decine di squadre di calcio di serie A e B che sarebbero ricorsi al doping amministrativo. Il periodo preso in esame dai pm Palaia e Palamara, va dal 1999 al 2002. Successivamente gli atti relativi alle altre squadre di calcio - le indagini sono state fatte dalla Guardia di Finanza, sono stati inviati per competenza ad altre procure italiane.
I due pm romani hanno aperto un altro filone di indagine sulle cosiddette false fidejussioni. Le fiamme gialle avevano sequestrato dalla società Sbc di Civitanova Marche, consulente di Napoli, Roma, Cosenza e Spal, i documenti amministrativi e contabili che consentirono l'iscrizione nel 2003 ai rispettivi campionati delle stesse squadre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400