Martedì 28 Gennaio 2020 | 14:14

NEWS DALLA SEZIONE

nuoto
Elena Di Liddo, da Bisceglie la farfalla giramondo che sogna le Olimpiadi

Elena Di Liddo, da Bisceglie la farfalla giramondo che sogna le Olimpiadi

 
l'evento
Polignano, la magia dei tuffi torna a brillare: il 19 luglio tappa italiana

Polignano, la magia dei tuffi torna a brillare: il 19 luglio tappa italiana

 
L'evento
Il Bari club spegne 112 candeline: la festa social dei tifosi

Il Bari club spegne 112 candeline: la festa social dei tifosi

 
settebello
Pallanuoto, World League a Champions a Bari: è quasi fatta

Pallanuoto, World League e Champions a Bari: è quasi fatta

 
atletica leggera
La salentina Francesca Lanciano è l'atleta del 2019 in Puglia

La salentina Francesca Lanciano è l'atleta del 2019 in Puglia

 
è tarantina
Karate, da Faggiano Silvia Semeraro sogna i giochi olimpici

Karate, da Faggiano Silvia Semeraro sogna i giochi olimpici

 
a locorotondo
Atletica, la Valle d'Itria in rosa sforna medaglie e sogni

Atletica, la Valle d'Itria in rosa sforna medaglie e sogni

 
record
Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

 
Il personaggioI
Taranto, la scalata del giovane pugile Rossetti nella boxe che conta

Taranto, la scalata del giovane pugile Rossetti nella boxe che conta

 

Il Biancorosso

23ma Giornata serie C
Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato

Perrotta salva il Bari al Granillo: 1-1 in casa della Reggina. La diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaSanità
Potenza, stabilizzati 49 precari all'ospedale San Carlo

Potenza, stabilizzati 49 precari all'ospedale San Carlo

 
FoggiaOperazione dei Cc
Foggia, nel casale bunker 7 chili di droga e 6 bombe artigianali: 4 arresti

Foggia, nel casale bunker 7 chili di droga e 6 bombe artigianali: 4 arresti

 
TarantoOperazione Gdf
Massafra, sequestrata maxi discarica: 24mila tonnellate di di scarti di marmo e fanghi

Massafra, sequestrata maxi discarica: 24mila tonnellate di di scarti di marmo e fanghi

 
BariLo stop nel 2013
Molfetta, dopo 6 anni e un processo con 28 assoluzioni, riprendono i lavori al Porto

Molfetta, dopo 6 anni e un processo con 28 assoluzioni, riprendono i lavori al Porto

 
HomeIl fenomeno
Morbillo, allarme in Salento 40 casi in un mese: anche 4 bimbi, due figli di «no vax»

Morbillo, in Salento 40 casi in un mese: anche 4 bimbi, due sono figli di «no vax»

 
BrindisiOperazione dei Cc
Droga, tre arresti nel Brindisino: preso 18enne vicino a scuola a Ostuni

Droga, tre arresti nel Brindisino: preso 18enne vicino scuola a Ostuni

 
BatL'accusa
«Mio fratello pestato in cella»: la denuncia della sorella dell'andriese Filippo Griner

«Mio fratello pestato in cella»: la denuncia della sorella dell'andriese Filippo Griner

 
MateraIl caso
Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

 

i più letti

Serie B - Il Bari cede a Treviso

I biancorossi sempre più in basso. La squadra dell'ex Pillon conquista i tre punti con un gol per tempo (Reginaldo al 31' e Gallo al 90'). Il Genoa vince a Terni, il Torino crolla in casa. Quindicesima giornata: risultati, classifica, cannonieri e prossimo turno • I risultati di C e D
TREVISO-BARI 2-0 (1-0)

TREVISO (4-1-1): Ballotta, Gheller (23' st Zaninelli), Zoppetti, Cottafava, Marchese, Parravicini, D'Agostino, Centi (16' st Bellotto), Gallo, Barreto (16' st Capone), Reginaldo. (12 Milan, 9 Dall'Acqua, 30 Fietta). All: Pillon.
BARI (4-4-2): Gillet, Brioschi, Sibilano, Doudou (14' pt Bianconi), Bellavista, Scaglia, Goretti (27' st Lipatin), Gazzi, Carrus, L. Anaclerio (16' st La Vista), Santoruvo. (22 Di Bitonto, 2 Candrina, 3 M. Anaclerio, 10 Pagana). All. Carboni.
Arbitro: Bergonzi di Genova.
Reti: nel pt 31' Reginaldo, nel st 45' Gallo.
Recuopero: 3' e 2'.
Angoli: 4-1 per il Bari.
Ammoniti: Bellavista, Centi, Brioschi per gioco pericoloso, Zappetti, Santoruvo per proteste.
NOTE: Spettatori: 3.574. Incasso: 31.026,14 euro.

TREVISO - Vince ancora il Treviso. Questa volta supera per 2-0 il Bari raccogliendo, in verità, un po' più di quanto avrebbe meritato. Il Bari infatti spreca una decina di palle gol, quasi tutte sventate da un Ballotta in giornata di grazia, e viene punito oltre i suoi demeriti da due pregevoli spunti di Reginaldo e Gallo.
Pur priva di lampi di classe e giocate di alta scuola, la partita scorre via divertente. Treviso e Bari si affrontano a visto aperto, senza particolari paure e timori. Le emozioni arrivano subito. Al 10' Reginaldo anticipa un difensore barese sul primo palo e, di testa, mette di poco fuori un bel traversone di Marchese. In questa prima fase il Treviso gioca meglio mentre il Bari si difende con puntualità. Gallo e Barreto danno ordine alle manovra trevigiana mettendo in difficoltà Gazzi e Scaglia. Al 20' però il Bari si sveglia e in dieci minuti sfiora tre volte il gol. Al 20' Anaclerio conduce perfettamente un contropiede liberando Carrus davanti a Ballotto, il portiere di casa però si supera e chiude lo specchio della porta. Al 21' altra folata offensiva dei baresi e ancora Carrus colpisce di testa a colpo sicuro da un paio di metri ma Gheller salva sulla linea. Al 29' nuovo salvataggio sulla linea di porta trevigiana, questa volta è Cottafava a respingere un tiro di Scaglia con Ballotta battuto.
Il Treviso rompe l'assedio solo una volta, ma basta e avanza. Al 31' Reginaldo raccoglie al limite dell'area un pallone ben giocato da Gallo: il brasiliano stoppa e controlla in mezzo a tre difensori pugliesi e batte l'ex Gillet con un diagonale millimetrico. Il Bari però trova il tempo per sbagliare altri due gol prima del riposo: al 40' è Santoruvo a mettere a fil di palo un diagonale su cui Ballotta non arriva. Al 44' tocca invece Sibilano esaltare il portiere trevigiano con un colpo di testa deviato in tuffo.
Nella ripresa è ancora il Bari a dettare ritmi, tempi e a sfiorare più volte la rete. All'8' Goretti costringe Ballotta a respingere con i piedi; otto minuti più tardi, al 16', ancora Ballotta salva il Treviso opponendosi a Santoruvo. Il Bari con il passare dei minuti perde lucidità, sconfortato dal non riuscire a trarre nessun profitto da un dominio territoriale netto, il Treviso invece si affida al gioco di rimessa ma senza pungere. Negli ultimi dieci minuti il Bari lancia l'ultimo assalto aggredendo sulle fasce. Al 34' Carrus mette al centro dalla sinistra ma Santoruvo non ci arriva. Il Treviso soffre ma chiude ugualmente tutti gli spazi e nel finale, al 45', raddoppia con uno stupendo pallonetto di Gallo dal limite dell'area che si infila sotto l'incrocio dei pali alla sinistra di Gillet.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie