Domenica 19 Gennaio 2020 | 19:44

NEWS DALLA SEZIONE

nuoto
Elena Di Liddo, da Bisceglie la farfalla giramondo che sogna le Olimpiadi

Elena Di Liddo, da Bisceglie la farfalla giramondo che sogna le Olimpiadi

 
l'evento
Polignano, la magia dei tuffi torna a brillare: il 19 luglio tappa italiana

Polignano, la magia dei tuffi torna a brillare: il 19 luglio tappa italiana

 
L'evento
Il Bari club spegne 112 candeline: la festa social dei tifosi

Il Bari club spegne 112 candeline: la festa social dei tifosi

 
settebello
Pallanuoto, World League a Champions a Bari: è quasi fatta

Pallanuoto, World League e Champions a Bari: è quasi fatta

 
atletica leggera
La salentina Francesca Lanciano è l'atleta del 2019 in Puglia

La salentina Francesca Lanciano è l'atleta del 2019 in Puglia

 
è tarantina
Karate, da Faggiano Silvia Semeraro sogna i giochi olimpici

Karate, da Faggiano Silvia Semeraro sogna i giochi olimpici

 
a locorotondo
Atletica, la Valle d'Itria in rosa sforna medaglie e sogni

Atletica, la Valle d'Itria in rosa sforna medaglie e sogni

 
record
Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

 
Il personaggioI
Taranto, la scalata del giovane pugile Rossetti nella boxe che conta

Taranto, la scalata del giovane pugile Rossetti nella boxe che conta

 
ha 19 anni
Taekwondo, il mesagnese Dell'Aquila vola alle Olimpiadi di Tokyo

Taekwondo, il mesagnese Dell'Aquila vola alle Olimpiadi

 

Il Biancorosso

Serie C
Goleada del Bari contro il fanalino di coda Rieti: il videocommento

Goleada del Bari contro il fanalino di coda Rieti: il videocommento

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa protesta
Bai, un presidio per dire no agli animali nel circo

Bai, un presidio per dire no agli animali nel circo

 
FoggiaL'operazione dei cc
Cerignola, beccati 4 giovanissimi ladri di moto: arrestati

Cerignola, beccati 4 giovanissimi ladri di moto: arrestati

 
TarantoIl caso
Capitale della Cultura italiana 2021: prove di sintesi fra Taranto e Grecìa Salentina

Capitale della Cultura italiana 2021: prove di sintesi fra Taranto e Grecìa Salentina

 
BrindisiNel Brindisino
Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

 
Materaarte
Matera, boom dei musei: presenze salgono del 28,98%

Matera, boom dei musei: presenze salgono del 28,98%

 
Leccenel Salento
S.M. al Bagno, il campanile cade a pezzi: è allarme

S.M. al Bagno, il campanile cade a pezzi: è allarme

 
Batl'ultimo saluto
Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

 

i più letti

Ciclismo - Armstrong ha scalato il Tour

Lo statunitense ha vinto la sedicesima tappa del Tour de France, la cronoscalata dell'Alpe d'Huez, staccando Ivan Basso di 2'22" e rafforzando la prima posizione in classifica generale: l'italiano è a 3' 48" e ora deve guardarsi alle spalle per non perdere la piazza d'onore. Domani ancora salite
Lance Armstrong ALPE D'HUEZ - Quando alle 17,31, a 7 chilometri dal traguardo Armstrong ha affiancato Basso partito due minuti prima di lui, il Tour prende la via di Austin, Texas, per la sesta volta consecutiva. Una macchina da guerra, l'americano, vincitore all'Alpe d'Huez, l'università del ciclismo per la prima volta riservata ad una corsa contro il tempo. Imponente il suo ritmo, dall'inizio alla fine, e si è permesso pure il lusso di sprintare in vista del traguardo. Questo potrebbe essere interpretato come segno di rispetto nei confronti di Basso, nel tentativo di mettere quanti più secondi possibili tra i due. Alla fine, l'americano che entrerà con tutta probabilità nella storia del Tour de France domenica prossima quando ai Campi Elisi arriverà da vincitore per la sesta volta come nemmeno il «Cannibale» Eddie Merckx è mai riuscito a fare, ha scritto il proprio nome per la seconda volta nei mitici tornanti dell'Alpe d'Huez riservati a chi è riuscito nell'impresa di vincere qui.
L'americano per un solo secondo non è riuscito a battere il record della salita a Pantani, ma oggi è stato l'unico a correre i 15 chilometri e mezzo sotto i 40 minuti, precisamente 39'41"47. Ha retto solo Ullrich in una prova d'orgoglio, finito secondo a 1'01", poi a 1'41" l'altro tedesco Kloden mentre Basso ha concluso all'ottavo posto a 2'23" e ora si trova a 3'48" dalla maglia gialla.
Ottima prova per Beppe Guerini sesto a 2'11". Domani per Basso una tappa di montagna - l'ultima di questo Tour - decisiva, pena la perdita anche del podio. A 1'15" infatti c'è Kloden, Ullrich dista 4'07" ma la penultima tappa sabato è una cronometro di 55 km e sono distacchi colmabili per un Basso migliorato nelle prova individuale ma ancora non al livello dei migliori.
L'anno scorso prese 6 minuti da Ullrich, quest'anno soltanto 1'21» ma la prossima crono si correrà in pianura. Basso lo sa e infatti a fine gara ha detto: «Vediamo domani cosa succederà ma se Armstrong va così c'è solo da stargli dietro». Cinquecentomila persone hanno accompagnato la cavalcata trionfale dell'americano, alla terza tappa in questo Tour 2004, la seconda consecutiva. La 17^ fatica domani porterà da Bourg-D'Oisans a Le Grand Bornand: i chilometri complessivi sono 204,5, ma siamo quasi alla fine e la stanchezza si farà sentire. Cinque le salite da scalare, sulla seconda (Col de la Madeleine) potrebbero esserci sorprese.

Questo l'ordine d'arrivo della 16esima tappa del Tour de France 2004, con arrivo all'Alpe d'Huez

1. Lance Armstrong (Usa) 39'41"
2. Jan Ullrich (Ger) a 1'01"
3. Andreas Kloden (Ger) a 1'41"
4. Josè Azevedo (Por) a 1'45"
5. Santos Gonzalez (Spa) a 2'11"
6. GIUSEPPE GUERINI (ITA) s.t.
7. Vladimir Karpets (Rus) a 2'15"
8. IVAN BASSO (ITA) a 2'23"
9. David Moncoutie (Fra) s.t.
10. Carlos Sastre (Spa) a 2'27"

23. GILBERTO SIMONI (ITA) a 3'40"

Questa la classifica generale del Tour de France dopo la 16ma tappa

1. Lance Armstrong (Usa) 67h53'24"
2. IVAN BASSO (ITA) a 3'48"
3. Andreas Kloden (Ger) a 5'03"
4. Jan Ullrich (Ger) a 7'55"
5. Josè Azevedo (Por) a 9'19"
6. Francisco Mancebo (Spa) a 9'20"
7. Georg Totschnig (Aut) a 11'34"
8. Carlos Sastre (Fra) a 13'52"
9. PIETRO CAUCCHIOLI (ITA) a 14'08"
10. Levi Leipheimer (Usa) a 15'04"

12. GILBERTO SIMONI (ITA) a 15'41"
23. MICHELE SCARPONI (ITA) a 27'05"

MAGLIA VERDE: Mc Ewen (Aus)
MAGLIA A POIS: Virenque (Fra)
MAGLIA BIANCA: Voeckler (Fra)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie