Venerdì 24 Gennaio 2020 | 18:21

NEWS DALLA SEZIONE

nuoto
Elena Di Liddo, da Bisceglie la farfalla giramondo che sogna le Olimpiadi

Elena Di Liddo, da Bisceglie la farfalla giramondo che sogna le Olimpiadi

 
l'evento
Polignano, la magia dei tuffi torna a brillare: il 19 luglio tappa italiana

Polignano, la magia dei tuffi torna a brillare: il 19 luglio tappa italiana

 
L'evento
Il Bari club spegne 112 candeline: la festa social dei tifosi

Il Bari club spegne 112 candeline: la festa social dei tifosi

 
settebello
Pallanuoto, World League a Champions a Bari: è quasi fatta

Pallanuoto, World League e Champions a Bari: è quasi fatta

 
atletica leggera
La salentina Francesca Lanciano è l'atleta del 2019 in Puglia

La salentina Francesca Lanciano è l'atleta del 2019 in Puglia

 
è tarantina
Karate, da Faggiano Silvia Semeraro sogna i giochi olimpici

Karate, da Faggiano Silvia Semeraro sogna i giochi olimpici

 
a locorotondo
Atletica, la Valle d'Itria in rosa sforna medaglie e sogni

Atletica, la Valle d'Itria in rosa sforna medaglie e sogni

 
record
Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

 
Il personaggioI
Taranto, la scalata del giovane pugile Rossetti nella boxe che conta

Taranto, la scalata del giovane pugile Rossetti nella boxe che conta

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, metamorfosi Simeri: ora segna e fa segnare

Bari, metamorfosi Simeri: ora segna e fa segnare

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaLe indagini
Tifosi investiti in Basilicata: avviata autopsia sul cadavere della vittima

Tifosi investiti in Basilicata: avviata autopsia sul cadavere della vittima

 
BariL'evento
La Puglia e le sue orecchiette sbarcano a New York: grande successo al Travel Show 2020

La Puglia e le sue orecchiette sbarcano a New York: grande successo al Travel Show 2020

 
MateraSolidarietà
«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

 
LecceGiornata della Memoria
Shoah, l'accoglienza di Nardò: in dono al Comune le foto dei rifugiati ebrei

Shoah, l'accoglienza di Nardò: in dono al Comune le foto dei rifugiati ebrei

 
BrindisiL'iniziativa
Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

 
FoggiaIl caso
Foggia, prendevano reddito di cittadinanza ma lavoravano in nero in centri scommesse

Foggia, prendevano reddito di cittadinanza ma lavoravano in nero in centri scommesse

 
Tarantola denuncia
Mittal, sindacati: «Spogliatoi fatiscenti e senza acqua calda»

Mittal, sindacati: «Spogliatoi fatiscenti e senza acqua calda»

 
Batnel nordbarese
Andria, sorpresi mentre cannibalizzano un Suv rubato poco prima: arrestati in 2

Andria, sorpresi mentre cannibalizzano un Suv rubato poco prima: arrestati in 2

 

i più letti

Scherma - Coppa del Mondo di spada a Rota

Ha vinto a Stoccolma l'edizione 2004. Il vantaggio in classifica era tale che all'austriaco Marik, campione in carica, restava una sola possibilità per contrastare il successo dl milanese: vincere lo Challenge Bernadotte, gara di Coppa a punteggio maggiorato. Ma il campione austriaco non ci è riuscito
STOCCOLMA - Alfredo Rota ha matematicamente vinto oggi a Stoccolma l'edizione 2004 della Coppa del mondo di spada individuale maschile. Il suo vantaggio in classifica era tale che all'austriaco Christoph Marik, campione in carica, restava una sola possibilità per contrastare il successo del nostro carabiniere milanese: vincere oggi lo Challenge Bernadotte, gara di Coppa a punteggio maggiorato. Ma il campione austriaco non ci è riuscito, anzi la sua gara è finita anzitempo quando, nei sedicesimi di finale, si è fatto eliminare dallo svedese Robert Dingl (n.60 del ranking FIE) che si è imposto per 13-12 alla priorità. A quel punto per Alfredo Rota i giochi erano fatti e il prestigioso titolo assicurato. Comprensibile dunque che lo spadista milanese, dopo essersi facilmente sbarazzato di uno svizzero e dopo aver battuto (15-13) l'ucraino Dmitry Karuchenko, abbia ceduto per 10-15 al francese Jerome Jeannet negli ottavi di finale, classificandosi al nono posto assoluto. Alfredo Rota conquista così la sua prima Coppa del Mondo a conclusione di una stagione disputata su livelli eccezionali che gli ha già garantito la qualificazione per le Olimpiadi di Atene. Quest'anno Rota ha vinto ben tre volte in Coppa: a Bogotà e a Vancouver con punteggio maggiorato ed anche a Berna; inoltre si è classificato una volta secondo e quattro volte terzo. Il ventottenne carabiniere ha così commentato il successo: «Ovviamente sono molto felice. Ho seguito con trepidazione l'esito dell'assalto di Marik con Dingl, quando ho visto che aveva perduto, ho tirato in souplesse. E' un giorno bellissimo ed ora penso solo a godermi questa soddisfazione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie