Lunedì 20 Maggio 2019 | 20:48

NEWS DALLA SEZIONE

Ciclismo
Giro d'Italia a S. Giovanni Rotondo: Masnada vince la sesta tappa

Giro d'Italia a S. Giovanni Rotondo: Masnada vince la sesta tappa

 
Sport
Basket, Bari ospiterà a settembre la Supercoppa di Lega

Basket, Bari ospiterà a settembre la Supercoppa di Lega

 
Sport
Polignano, ecco Cala Ponte Triweek: la gara di triathlon più cool del momento

Polignano, ecco Cala Ponte Triweek: la gara di triathlon più cool del momento

 
L'intervista
Giliberto: «La Puglia va a tutto sport molte luci e poche ombre»

Giliberto: «La Puglia va a tutto sport molte luci e poche ombre»

 
BASKET
Jr Nba League a Bari vinconoi Minnesota Timberwolves

Jr Nba League a Bari vincono
i Minnesota Timberwolves

 
ORIENTEERING
Bari, tra i vicoli della città vecchiai ragazzi delle scuole a caccia di lanterne

Bari, tra i vicoli della città vecchia
i ragazzi delle scuole a caccia di lanterne

 
Calcio
Atti violenti in Lega Dilettanti ed Eccellenza lucana: 12 Daspo

Atti violenti in Lega Dilettanti ed Eccellenza lucana: 12 Daspo

 
Basket
Brindisi, la favola dell'Happy Casa continua: i playoff una certezza

Brindisi, la favola dell'Happy Casa continua: i playoff una certezza

 
Calcio
Il Picerno festeggia per la seconda volta: promosso di nuovo in C

Il Picerno festeggia per la seconda volta: promosso di nuovo in C

 
L'intervista doppia
La coppia del tennis Fognini-Pennetta si racconta: «lui è timido, lei lo capisce»

La coppia Fognini-Pennetta si racconta: «lui timido, lei lo capisce»

 
A Barcellona
Wellness fitness, una coratina vince Europei in Spagna

Wellness fitness, una coratina vince Europei in Spagna

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
Cornacchini: "Daremo battaglia ad AvellinoDimostreremo di essere la squadra più forte"

Cornacchini: «Ad Avellino dimostreremo di essere la squadra più forte»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl caso
Taranto, il questore vieta i funerali pubblici per il boss Taurino

Taranto, il questore vieta i funerali pubblici per il boss Taurino

 
BariL'evento
Ecco «Bitonto cortili aperti» con la guida di 800 studenti

Ecco «Bitonto cortili aperti» con la guida di 800 studenti

 
BrindisiL'appello di Adelina
Da 20 anni a Brindisi: «Sono malata datemi la cittadinanza»

Da 20 anni a Brindisi: «Sono malata datemi la cittadinanza»

 
PotenzaComando provinciale
Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

 
BatSanità
Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

 
HomeLa visita
Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

 
LecceIl sopralluogo
Xylella, Centinaio: «Chiedo scusa alla Puglia per il voltafaccia dello Stato»

Xylella, Centinaio: «Chiedo scusa alla Puglia per il voltafaccia dello Stato» FT
Ulivi infetti anche nel Tarantino

 
MateraAi domiciliari
Matera, minaccia moglie e la picchia davanti ai figli, arrestato

Matera, minaccia moglie e la picchia davanti ai figli, arrestato

 

i più letti

Nuoto - Italia, staffetta d'oro agli Europei

Dopo il titolo nella 4x100 stile libero, arriva anche quello nella 4x200 sl grazie a Brembilla, Pellicciari, Rosolino e Magnini. Ottava affermazione degli azzurri ai campionati continentali in svolgimento a Madrid. Quarta Pellegrini nei 200 sl. Settimo Menoni nei 25 km di fondo
MADRID - Era un oro atteso ed è arrivato con ben 5,02 secondi di vantaggio sul secondo posto, andato alla Russia, e 7,07 dal terzo, la Francia. L'impresa è della staffetta 4x200 stile libero azzurra, formata da Emiliano Brembilla, Matteo Pelliciari, Massimiliano Rosolino e Filippo Magnini (questo l'ordine dell'ingresso in vasca) che hanno bloccato il cronometro sui 7'11"93 stabilendo il nuovo record dei campionati continentali, comunque lontano dal primato italiano di 1,13 secondi e stabilito a Fukuoka nel 2001. Rispetto a quel quartetto, nella finale di oggi pomeriggio l'unica differenza era la presenza di Magnini al posto di Beccari. Una presenza più che meritata dal giovane pesarese, per i tempi e le due medaglie d'oro già conquistate qui a Madrid. Chi si doveva guadagnare il posto era invece Pellicciari, che si è giocato tutto nella semifinale di stamattina confrontandosi con Christian Galenda, Andrea Beccari e Federico Cappellazzo. Numeri alla mano, questo oro è il frutto del lavoro di squadra e l'Italia poteva benissimo schierare due squadre da podio a questi Europei. Non è andata proprio benissimo la frazione di Pellicciari, che stamattina aveva dato tutto per esserci: di 1'40"01 la sua frazione, mentre la migliore è stata quella di Rosolino in 1'46"85, più veloce di 1,02 secondi rispetto a Brembilla e di 1,34 su Magnini.
Se proprio si vuol cercare il pelo nell'uovo, ci si poteva aspettare qualcosa di più da Brembilla, che si presentava come il più fresco e riposato, ma in ogni caso la sua prestazione è stata superiore a quella degli avversari e nessuno ha messo in dubbio l'oro della squadra azzurra, che ha condotto dalla prima all'ultima vasca. Adesso si punta dritti ad Atene, dove il bronzo dovrebbe essere quasi garantito dietro Usa e Australia, anche se a Sydney l'Olanda ci tolse il podio grazie alla frazione più veloce della storia della specialità ad opera di van der Hoogenband.
Tirando le somme, e mettendo nel calderone anche il fondo di questa mattina, con il miglior piazzamento italiano ad opera di Simone Menoni, settimo nella 25 km, la giornata si chiude solo con questa medaglia. Precedentemente, il podio lo aveva sfiorato Federica Pellegrini, giunta quarta nei 200 sl. L'azzurra ha chiuso la finale in 2'00"28, un secondo in più rispetto al personale e a 83 centesimi dal bronzo vinto dalla svedese Josefin Lillhage, dietro la francese Solenne Figues, argento, e la romena Camelia Potec, oro. Per il resto, gli azzurri mancavano da tutte le altre finali ma, per quel che si è visto nelle semifinali di oggi, si prepara qualcosa di appetitoso per domani, giornata conclusiva dei campionati.
Lorenzo Vismara è entrato nella finale dei 50 sl con il quarto tempo (22"55) ma il 29enne leone di Saronno è qui motivatissimo e pronto a giocarsi l'ultima medaglia europea della carriera. Il podio è ampiamente alla sua portata, visti i tempi dei primi tre: nell'ordine l'ucraino Volynets (22"41), lo svedese Nystrand (22"46) e il francese Sicot (22"52). Anche se c'è da aspettarsi la reazione rabbiosa del russo Alexander Popov, campione olimpionico e autentico specialista mondiale sulla singola vasca in sl, finito oggi ottavo in 22"68. Nella stessa gara Michele Scarica si è piazzato decimo col tempo di 22"74 (fuori anche Cristina Chiuso nella finale femminile sempre dei 50 sl).
Molte speranze sono poi riposte su Paola Cavallino. La genovese si è qualificata alla finale dei 200 farfalla con il secondo tempo di 2'10"37, migliore di 25 centesimi del suo personale e che le permette di staccare il biglietto per i Giochi Olimpici di Atene. Nella stessa semifinale, Francesca Segat con l'undicesimo tempo di 2'12"83 è rimasta fuori dalla sfida decisiva di domani. Al contrario di Alessandra Cappa, che affronta la finale dei 50 dorso partendo dal quarto tempo generale di 29"49.
Per quanto riguarda le altre finali di oggi in cui non c'erano italiani, secondo oro madrileno per l'austriaco Markus Rogan che, dopo avere vinto i 200 misti, ha concesso il bis conquistando in 1'57"58 i 200 dorso maschili. Oro anche per l'ucraino Andriy Serdinov nei 100 farfalla e per l'austriaca Mirna Jukic nei 200 rana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400