Venerdì 12 Agosto 2022 | 19:21

In Puglia e Basilicata

LA SERIE B

Il Bari come un mosaico, Mignani aspetta rinforzi

Il Bari come un mosaico, Mignani aspetta rinforzi

L'allenatore del Bari Michele Mignani

Il ds Polito alle prese anche con gli esuberi. Domani in campo per il secondo turno di Coppa a Verona. Il 12 agosto grande partenza a Parma

06 Agosto 2022

Davide Lattanzi

Sei giorni al via. E una buona parte di mercato ancora da svolgere. Il Bari entra nei giorni delle scelte da non fallire. Occorrono rinforzi, ma bisogna fare anche i conti con i posti disponibili in lista e con una rosa che va ancora sfoltita dagli elementi che non rientrano nel progetto tecnico. E allora ecco la situazione attuale dei Galletti tra over, under, necessità ed elementi in uscita.

La situazione degli Over...

Se ne possono iscrivere 18. Sicuri del posto nel prossimo campionato di serie B sono il portiere Frattali, i difensori Pucino, Terranova, Vicari e Ricci, i centrocampisti Maita, Maiello, D’Errico (il club non ha intenzione di privarsene) e Folorunsho, i trequartisti Botta e Bellomo, gli attaccanti Antenucci, Cheddira e Ceter. Siamo a quota 14. Ha ottime chance di restare anche Gigliotti, a meno che non arrivi un’offerta conveniente per società e calciatore: in tal caso, arriverebbe un altro centrale di spessore, forse più rapido ed esplosivo rispetto ai difensori attualmente a disposizione di Michele Mignani. I due posti di «bandiera» sono, invece, appannaggio di Di Cesare e Galano: quest’ultimo non dovrebbe muoversi, gravitando come preziosa risorsa sia sulla trequarti, sia da attaccante (riprendendo anche le abituali mansioni di esterno offensivo con eventuali cambi di modulo), a meno che non maturino nuovi scenari. Un’ipotesi remota che libererebbe uno slot con lo spostamento di Bellomo a «bandiera».

... e degli Under

Il portiere Caprile, i centrocampisti Mallamo e Benedetti, l’attaccante Cangiano saranno gli under 23 che assicureranno freschezza, fame, voglia di affermarsi. Sotto osservazione Dorval e Bosisio: il terzino francese ha mostrato buone propensioni in fase di spinta e qualche lacuna in marcatura. Normale in un percorso che lo ha visto salire dalla serie D ad una compagine di B. Resta preziosa la dote di potersi disimpegnare su entrambe le corsie: nel periodo di indisponibilità di Ricci, Mignani lo ha provato spesso a sinistra, ma vorrebbe vederlo sulla corsia destra, ovvero quella del piede «forte». È stato spesso adattato pure Bosisio, difensore centrale usato da terzino destro come vice Pucino. I due giovani potrebbero rimanere, a meno che non emergano nuove chance di mercato sugli under. In tale eventualità, potrebbero essere prestati, in modo che abbiano la necessaria continuità di impiego.

Almeno tre acquisti

Indispensabili almeno tre innesti. Nota la caccia al centravanti, con Christian Gytkjaer sempre in testa al gradimento del club. Ma la trattativa per il 32enne danese non ha tempi brevi e comporta anche il rischio che il Monza non se ne privi. Nwankwo Simy resta un’opportunità che, però, non sta convincendo. Peraltro il 30enne nigeriano (in forza alla Salernitana) potrebbe presto accasarsi all’estero. Circola ancora il nome di Camillo Ciano, ma il 32enne del Frosinone potrebbe essere un’occasione in più: certo non sostituirebbe la necessità dell’arrivo di una prima punta strutturata e abile nel gioco aereo. Imprescindibile pure un terzino di spessore: il meglio sarebbe un ambidestro che possa coprire entrambe le fasce. Arriverà, infine, un centrocampista: la priorità sarebbe un regista (l’unico in rosa è Maiello), ma se si trovasse una mezzala di corsa e potente sul piano fisico, si potrebbe anche virare su un profilo del genere, data l’adattabilità di Maita alla posizione di «play».

Tante cessioni

E poi c’è da sistemare i calciatori in esubero. Celiento piace all’Avellino che, però, non affonda il colpo, su Perrotta e Scavone si registrano solo timidi sondaggi, Bianco e Paponi sono nel mirino del Cerignola. Marras ha rifiutato diverse possibilità (Ascoli e Como), ma sull’esterno ligure qualcosa si muoverà, mentre De Risio è vicino alla Turris che lo vorrebbe a titolo definitivo. Il portiere Polverino piace molto al Potenza, ma potrebbe anche restare in biancorosso, così come va decifrato il futuro di Mazzotta: fino all’arrivo di un altro laterale difensivo, il 33enne siciliano non si muoverà. Non a caso finora ha partecipato alle amichevoli ed è stato convocato in Coppa Italia, a differenza degli altri compagni con le valigie pronte.

Domani la Coppa

Mister Mignani e il suo Bari si preparano a far visita all'Hellas Verona per i 32esimi di finale di Coppa Italia Frecciarossa in programma domenica 7 agosto a partire dalle ore 18. Il tecnico biancorosso ansioso di vedere i suoi di fronte ad una formazione di massima serie, dichiara alla vigilia: «Una partita stimolante in cui dobbiamo e vogliamo cercare di dare il massimo sul campo».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725