Martedì 23 Ottobre 2018 | 05:56

NEWS DALLA SEZIONE

ROMA
Mamme gay, una storia d'amore

Mamme gay, una storia d'amore

 
ROMA
Codice bianco/nero in The Hate You Give

Codice bianco/nero in The Hate You Give

 
ROMA
Boy Erased, il 'peccato' di essere gay

Boy Erased, il 'peccato' di essere gay

 
ROMA
Curran accende le Terme di Caracalla

Curran accende le Terme di Caracalla

 
ROMA
Pinocchio, Del Toro regista film animato

Pinocchio, Del Toro regista film animato

 
PARIGI
Vendite record per cd postumo Hallyday

Vendite record per cd postumo Hallyday

 
ROMA
Salta l'ospitata di De Filippi da Balivo

Salta l'ospitata di De Filippi da Balivo

 
TORINO
Dal 26 ottobre Lavori in corto a Torino

Dal 26 ottobre Lavori in corto a Torino

 
BOLOGNA
Caduta per Guccini, forfait a dibattito

Caduta per Guccini, forfait a dibattito

 
ROMA
Gazzelle, il 30 novembre 2/o album Punk

Gazzelle, il 30 novembre 2/o album Punk

 
MILANO
Guenzi, a X Factor onorerò lavoro Asia

Guenzi, a X Factor onorerò lavoro Asia

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

ROMA

Libri Come, Szalay, racconto dramma oggi

'Tutto quello che è un uomo' dello scrittore canadese

Libri Come, Szalay, racconto dramma oggi

ROMA, 17 MAR - Nove uomini in diverse età della vita che potrebbero essere lo stesso uomo, per altrettante storie che diventano un romanzo in giro per l'Europa. David Szalay, 44 anni, si fa conoscere in Italia con un libro dalla struttura davvero originale, 'Tutto quello che è un uomo', il suo quarto romanzo ma il primo uscito in Italia, pubblicato da Adelphi e subito arrivato alla seconda edizione. Tra i finalisti del Man Booker Prize con questo libro lo scrittore è anche nella cinquina del Premio Gregor von Rezzori. "Volevo scrivere del tempo che passa, della morte. Del presente drammatico a cui sono legati i personaggi. Tutte le storie, tranne una sono state concepite per far parte di questa struttura che ha un doppio livello. Ogni racconto trascorre momento dopo momento, in un presente immediato, veloce, ma tra una storia e l'altra ci sono anni di distanza" racconta Szalay, che è nato a Montreal ma vive a Budapest, tra i grandi protagonisti della seconda giornata di Libri Come all'Auditorium Parco della Musica, Roma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400