Mercoledì 21 Novembre 2018 | 15:32

NEWS DALLA SEZIONE

MILANO
Prima Scala diffusa, Attila al mercato

Prima Scala diffusa, Attila al mercato

 
ROMA
Guarda... stupisci, Arbore torna su Rai2

Guarda... stupisci, Arbore torna su Rai2

 
FIRENZE
Firenze, restaurato dittico bizantino

Firenze, restaurato dittico bizantino

 
TORINO
Lucia Mascino madrina del 36/o Tff

Lucia Mascino madrina del 36/o Tff

 
BOLOGNA
Mostre, da Tiepolo a Boldini ed Escher

Mostre, da Tiepolo a Boldini ed Escher

 
ROMA
Aula Montecitorio, 100 anni di storia

Aula Montecitorio, 100 anni di storia

 
MILANO
De Gregori, cerco novità in musica live

De Gregori, cerco novità in musica live

 
ROMA
Amoroso, album 10 certificato platino

Amoroso, album 10 certificato platino

 
ROMA
Auditorium lancia black days cultura

Auditorium lancia black days cultura

 
VOLTERRA (PISA)
A Volterra festival del teatro reportage

A Volterra festival del teatro reportage

 
PARMA
Musica: a Parma il 12/o Barezzi Festival

Musica: a Parma il 12/o Barezzi Festival

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

ROMA

I capolavori del fondo di Papa Albani

Da domani "Clemente XI, collezionista e mecenate illuminato"

I capolavori del fondo di Papa Albani

ROMA, 6 DIC - Una mostra che rende omaggio a un grande Pontefice e alla sua prestigiosa famiglia, capaci di raccogliere un vasto fondo di capolavori d'arte. Da domani al 25 febbraio, nel Complesso Monumentale di San Salvatore in Lauro del Pio Sodalizio dei Piceni in Roma, sarà aperta la mostra "Clemente XI. Collezionista e mecenate illuminato", a cura di Claudio Maggini in collaborazione con Stefano Papetti. Clemente XI, Giovanni Francesco Albani di Urbino, assieme al cardinale Decio Azzolino e alla regina Cristina di Svezia oltreché a Giuseppe e Pierleone Ghezzi, ha caratterizzato il momento di maggior gloria del Pio Sodalizio dei Piceni, allora Arciconfraternita della Santa Casa di Loreto. L'evento rientra nell'iniziativa "Il Pio Sodalizio dei Piceni per le Marche colpite dal sisma" mirata a tenere sempre viva l'attenzione sul dramma che ha colpito la Regione Marche nel 2016.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400