Martedì 11 Dicembre 2018 | 20:51

NEWS DALLA SEZIONE

BOLOGNA
Paolo Conte, cerco la Bologna magra

Paolo Conte, cerco la Bologna magra

 
TORINO
Museo Torino acquista abito Sofia Loren

Museo Torino acquista abito Sofia Loren

 
MILANO
In mostra Milano e gli etruschi

In mostra Milano e gli etruschi

 
MILANO
Sonohra, parte il nostro nuovo inizio

Sonohra, parte il nostro nuovo inizio

 
POMPEI (NAPOLI)
Reperti etruschi in mostra a Pompei

Reperti etruschi in mostra a Pompei

 
ROMA
Le Vibrazioni, a marzo al Forum Assago

Le Vibrazioni, a marzo al Forum Assago

 
ROMA
Martone, in Capri-Revolution c'è l'oggi

Martone, in Capri-Revolution c'è l'oggi

 
NAPOLI
Il Mattino, traccia porta a Domenico Starnone per Ferrante

Il Mattino, traccia porta a Domenico Starnone per Ferrante

 
BOLOGNA
Da Parigi a Bologna con Liszt e Rossini

Da Parigi a Bologna con Liszt e Rossini

 
ROMA
Ramazzotti, 14 nuovi date in Europa

Ramazzotti, 14 nuovi date in Europa

 
ROMA
Sereno Variabile, 40 anni con Bevilacqua

Sereno Variabile, 40 anni con Bevilacqua

 

ROMA

The Pills, i nostri vitelloni 2.0

Webstar debuttano al cinema con Sempre meglio che lavorare

The Pills, i nostri vitelloni 2.0

ROMA, 13 GEN - "Una vita con la sveglia alle 7.30 non merita di essere vissuta". E' uno dei credo dei tre protagonisti, interpretati da Luca Vecchi (anche regista), Matteo Corradini e Luigi di Capua alias The Pills, le webstar da quasi 22 milioni di visualizzazioni su YouTube per la loro serie, che dopo lo sbarco in tv debuttano al cinema con la commedia Sempre meglio che lavorare, sull'eterna adolescenza di tre trentenni, o quasi, in sala dal 21/1 in 350 copie con Medusa. "Abbiamo voluto raccontare i nostri inizi, quando dopo la laurea, trovando solo lavori dove per 8 ore al giorno ti davano 300 euro al mese, abbiamo deciso di fare le cose che ci piacevano, con i video girati in cucina - dice Luigi Di Capua -. All'inizio eravamo alla miseria, ma mollare e andare a lavorare avrebbe voluto dire rinunciare in qualcosa in cui credevamo". "Siamo andati avanti grazie all'aiuto dei genitori - aggiungono - i nostri personaggi, senza fare paragoni, sono un po' come I vitelloni, non fanno niente perché possono permetterselo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400