Mercoledì 28 Luglio 2021 | 21:13

NEWS DALLA SEZIONE

NEW YORK
Ashton Kutcher e Mila Kunis, laviamo i figli solo se serve

Ashton Kutcher e Mila Kunis, laviamo i figli solo se serve

 
NEW YORK
E' morto Joey Jordison, fondatore band heavy metal Slipknot

E' morto Joey Jordison, fondatore band heavy metal Slipknot

 
FIRENZE
Caruso, amici veri e inediti ritrovati dopo 100 anni

Caruso, amici veri e inediti ritrovati dopo 100 anni

 
ROMA
Vasco live a Trento il 20/5 2022 per Trentino Music Arena

Vasco live a Trento il 20/5 2022 per Trentino Music Arena

 
ROMA
Me contro te, la nostra leggerezza per i bimbi in pandemia

Me contro te, la nostra leggerezza per i bimbi in pandemia

 
BOLOGNA
Isabelle Huppert chiude Cinema Ritrovato, è nostra memoria

Isabelle Huppert chiude Cinema Ritrovato, è nostra memoria

 
NEW YORK
Anche Bocelli al maxi-concerto di Central Park

Anche Bocelli al maxi-concerto di Central Park

 
NAPOLI
AD10S nei Quartieri spagnoli, docu sui funerali di Maradona

AD10S nei Quartieri spagnoli, docu sui funerali di Maradona

 
ROMA
Simona Ventura, a Venezia con docu su Bergamo e la speranza

Simona Ventura, a Venezia con docu su Bergamo e la speranza

 
TERNI
A Terni 90 artisti per Umbria jazz weekend

A Terni 90 artisti per Umbria jazz weekend

 
ROMA
They Talk, la paura horror delle voci del passato

They Talk, la paura horror delle voci del passato

 

Il Biancorosso

Preparazione
Bari calcio; Belli: «Sono in una piazza che dà stimoli»

Bari calcio, Belli: «Sono in una piazza che dà stimoli»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl ricordo
Strage via dell'Arca a Bari, Decaro: «Memoria per difesa della libertà»

Strage via dell'Arca a Bari, Decaro: «Memoria per difesa della libertà»

 
PotenzaA Brindisi di Montagna
Ubriaco, minaccia e tenta di aggredire Carabinieri: arrestato nel Potentino

Ubriaco, minaccia e tenta di aggredire Carabinieri: arrestato nel Potentino

 
BatIl 28 Luglio 1980
Quarant'anni fa a Mosca Pietro Mennea diventava campione olimpico nei 200 m

Quarantuno anni fa a Mosca Pietro Mennea diventava campione olimpico nei 200 m

 
FoggiaLa nomina
Gargano e Pollino: 8mila ettari delle foreste italiane diventano patrimonio umanità

Gargano e Pollino: 8mila ettari delle foreste italiane diventano patrimonio umanità

 
TarantoIl caso
Taranto, disabile abusata su bus: gli autisti dell'Amat non rispondono al gip

Taranto, disabile abusata su bus: gli autisti dell'Amat non rispondono al gip

 
LecceDroga
Melendugno, nel vecchio torrino il deposito della marijuana: arrestato

Melendugno, nel vecchio torrino il deposito della marijuana: un arresto

 
MateraLa novità
Matera, in arrivo 15 milioni di euro per riqualificazione e rigenerazione urbana

Matera, in arrivo 15 milioni di euro per riqualificazione e rigenerazione urbana

 
SportSport
Olimpiadi Tokyo: Dell'Aquila torna a casa domani, a Mesagne si prepara festa

Olimpiadi Tokyo: Dell'Aquila torna a casa domani, a Mesagne si prepara festa

 

i più letti

ROMA

Tiger, l'inferno del calcio della 'primavera'

Ronnie Sandahl si è ispirato al libro di Martin Bengtsson

Tiger, l'inferno del calcio della 'primavera'

ROMA, 20 LUG - "Una storia sulle tigri del mondo del calcio. Su uomini giovani e ammirati, rinchiusi in gabbie dorate, addomesticati fino a diventare marchi". Così lo sceneggiatore e regista svedese Ronnie Sandahl, classe 1984, parla di TIGERS, già alla scorsa edizione di Alice nella città / Festa del Cinema di Roma e ora dal 22 luglio in sala distribuito da Adler Entertainment. E forse questa sua frase è davvero poco rispetto a ciò che mostra il suo film, che fa vedere, con precisione e coraggio, come il sogno di tanti ragazzi in attesa di un posto al sole in una squadra di serie A sia spesso un inferno. Di scena giovani, spesso ingenui, alle prese con una macchina per fare soldi altamente competitiva e spietata che li stritola. E se non sei abbastanza bravo sei ceduto, buttato via. Liberamente ispirata al libro dell'ex calciatore prodigio Martin Bengtsson - NELL'OMBRA DI SAN SIRO (In The Shadow of San Siro) pubblicato nel 2007 - quest'opera si mette di traverso rispetto ai lavori esclusivamente celebrativi sul calcio. Racconta invece quella che può diventare una vera e propria ossessione e la disciplina che occorre per raggiungere certi obiettivi. Questa la storia vera. Martin Bengtsson, uno dei talenti calcistici più promettenti che la Svezia abbia mai avuto, a soli sedici anni viene acquistato dall'Inter, uno dei club più prestigiosi d'Italia. Tuttavia questo suo sogno che si realizza ha un prezzo molto alto in termini di sacrificio, dedizione e, soprattutto, solitudine. Martin allora inizia a chiedersi se questa sia davvero la vita che ha tanto desiderato e a soli 19 anni molla tutto. (ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie