Mercoledì 19 Dicembre 2018 | 14:12

NEWS DALLA SEZIONE

ROMA
Giacobbo, riparto all'insegna di Freedom

Giacobbo, riparto all'insegna di Freedom

 
RAVENNA
Muti-Pollini e Hamburg Ballett a Ravenna

Muti-Pollini e Hamburg Ballett a Ravenna

 
NAPOLI
Ralph spacca Internet, anteprima a Capri

Ralph spacca Internet, anteprima a Capri

 
ROMA
Baglioni, Sanremo è Colosseo musica

Baglioni, Sanremo è Colosseo musica

 
MILANO
Masterchef, si inizia domani su Sky Uno

Masterchef, si inizia domani su Sky Uno

 
ROMA
Anche Mannoia in giuria Sanremo Giovani

Anche Mannoia in giuria Sanremo Giovani

 
VENEZIA
Sarkis per la Biennale Architettura 2020

Sarkis per la Biennale Architettura 2020

 
FERRARA
Filippo de Pisis, La poesia dell'attimo

Filippo de Pisis, La poesia dell'attimo

 
ROMA
Anteprima in sala fiction Mia Martini

Anteprima in sala fiction Mia Martini

 
PERUGIA
Hiromi e Benson protagonisti Umbria jazz

Hiromi e Benson protagonisti Umbria jazz

 
SANREMO (IMPERIA)
Rovazzi fermato al Casinò, ma è sketch

Rovazzi fermato al Casinò, ma è sketch

 

ROMA

Scoprire Genova con i dialetti liguri

"Piccolo dizionario etimologico ligure" di Fiorenzo Toso

Scoprire Genova con i dialetti liguri

ROMA, 2 FEB - La parola più famosa del dialetto genovese non è neppure nata a Genova. "Belin" viene dalla Pianura padana, col significato di "giocattolo carino" (e quindi, per metafora, di "membro maschile"). Arriva in Liguria solo nell'Ottocento. Ben più antica l'origine di un'altra parola simbolo della genovesità, "carruggio", il vicolo stretto del centro storico. Deriva dal latino popolare "quadruvium", quadrivio. La parola "camallo", scaricatore di porto, arriva invece a Genova nel Medio Evo, dall'arabo "hammal", portatore. Cercare l'etimologia delle parole del dialetto ligure vuol dire tuffarsi in secoli di storia, ricostruire la vita, la cultura e le tradizioni di un popolo che dall'anno Mille ha costruito il suo pezzo di identità italiana. Il "Piccolo dizionario etimologico ligure" di Fiorenzo Toso, edito da Zona, non è solo una ricerca scientifica. E' soprattutto un viaggio affascinante alla scoperta di una terra e di una cultura celebrate dalle commedie di Gilberto Govi e le canzoni di Fabrizio De Andrè.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400