Domenica 11 Aprile 2021 | 03:36

NEWS DALLA SEZIONE

ROMA
Sorkin con Diritti e fratelli D'Innocenzo a L.A. Italia Fest

Sorkin con Diritti e fratelli D'Innocenzo a L.A. Italia Fest

 
ROMA
Oscar: Corsa attrici protagoniste, da Davis a Mulligan

Oscar: Corsa attrici protagoniste, da Davis a Mulligan

 
FIRENZE
Sul podio del Maggio torna Mehta e debutta Harding (2)

Sul podio del Maggio torna Mehta e debutta Harding (2)

 
NEW YORK
Filippo: sette attori che lo hanno portato al cinema e in tv

Filippo: sette attori che lo hanno portato al cinema e in tv

 
NEW YORK
E' morto il rapper DMX, in coma per overdose

E' morto il rapper DMX, in coma per overdose

 
BOLOGNA
Morandi, mano destra gravemente danneggiata, servirà tempo

Morandi, mano destra gravemente danneggiata, servirà tempo

 
ROMA
Musica: hit parade, Madame conquista la vetta

Musica: hit parade, Madame conquista la vetta

 
NEW YORK
Filarmonica LA riapre Hollywood Bowl, riparte stagione 2021

Filarmonica LA riapre Hollywood Bowl, riparte stagione 2021

 
NEW YORK
Il primo musical di Lin Miranda diventa film e censura Trump

Il primo musical di Lin Miranda diventa film e censura Trump

 
ROMA
Caterina Caselli, 75 anni d'avanguardia nella musica

Caterina Caselli, 75 anni d'avanguardia nella musica

 
ROMA
Rag'n'Bone Man con P!nk nel brano Anywhere away from here

Rag'n'Bone Man con P!nk nel brano Anywhere away from here

 

Il Biancorosso

Serie C
Avellino - Bari: segui con noi il match in diretta

Avellino-Bari: 1-0 per i campani. I galletti restano a bocca asciutta: rivedi con noi la diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeIncidente mortale
Tragedia a Nardò, scontro tra 3 auto: due morti e 4 feriti

Tragedia a Nardò, scontro fra tre auto: morta 75enne, quattro feriti gravi FOTO

 
Covid news h 24Lotta al virus
Covid a Bitonto, l'appello su Fb di Bianca Guaccero: «State a casa»

Covid a Bitonto, l'appello su Fb di Bianca Guaccero ai concittadini: «State a casa»

 
BrindisiLo scatto
In Salento c'è un ulivo secolare che scappa: sembra Barbalbero

In Salento c'è un ulivo secolare che «scappa»: sembra Barbalbero

 
TarantoIl caso
Operaio licenziato a Taranto, Mittal: «Leso rapporto di fiducia»

Operaio licenziato a Taranto, Mittal: «Leso rapporto di fiducia»

 
MateraIl caso
Policoro, paziente positivo al pronto soccorso: chiuso per sanificazione

Policoro, paziente positivo al pronto soccorso: chiuso per sanificazione

 
PotenzaIl virus
Covid, il grido d'allarme del carcere di Melfi: 57 positivi, situazione grave

Covid, il grido d'allarme del carcere di Melfi: 57 positivi, situazione grave

 
FoggiaIl caso nel Foggiano
Apricena, sottrae 40mila euro a due fratelli disabili: indagato parroco

Apricena, sottrae 40mila euro a due fratelli disabili: indagato parroco

 
BatNella Bat
Bisceglie, bombe danneggiarono ben 7 auto parcheggiate: 2 arresti

Bisceglie, bombe danneggiarono ben 7 auto parcheggiate: 2 arresti

 

i più letti

BERLINO

Je suis Karl, se estrema destra incanta giovani Ue

A Berlino Il film di Schwochow fra incubo e ammonimento

Je suis Karl, se estrema destra incanta giovani Ue

BERLINO, 04 MAR - ll titolo, "Je suis Karl", rievoca il "Je suis Charlie" che accompagnò su scala globale la reazione all'attentato al Charlie Hebdo. Karl però non è una rivista, ma un ragazzo di 25 anni. Un narcisista che, lasciato da solo, dopo qualche pasticca, bacia se stesso allo specchio. E che dichiara di volere "una vita che abbia un senso". Mentre quello che non vuole "è una morte che non ne abbia". È lui l'anima di un movimento di destra estrema, paneuropeo, capace di creare proselitismo, sfruttando tutte le potenzialità della società multimediale, e i canali possibili della propaganda classica. Per non parlare di tutti gli strumenti di seduzione, che fanno presa sui giovani. Nella rete di questo brillante manipolatore finisce Maxi, fanciulla acqua e sapone berlinese, di una famiglia di sinistra. La ragazza è superstite di un attentato, che le ha portato via la mamma e i due fratellini. Sono questi i protagonisti di un film, presentato oggi alla Berlinale, nella sezione Special. Il regista tedesco Christian Schwochow immagina un movimento di fanatici, guidati inconsapevolmente da un gruppo di terroristi. "ReGeneration" propaga l'odio per gli stranieri e la sistematica sfiducia nelle istituzioni e nei governi: "ci hanno abbandonato, nessuno si occupa di noi. Dobbiamo farlo da soli. Noi siamo il futuro". "Siamo tanti, occupiamo l'Europa". Il messaggio passa per comizi (che sembrano però ritrovi di universitari), testimonianze di storie inventate ad arte e postate sul web, ma anche attraverso la musica e i concerti di cantanti, che sul palco invocano la nuova "nascita del continente" più bello del mondo, oggi "contaminato" dagli stranieri. "Andiamo alla guerra! Andiamo alla guerra!", canta una delle loro star quando il tasso di lucidità, dopo una notte di sesso alcol e droghe, è calato per tutti. (ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie