Domenica 29 Novembre 2020 | 14:14

NEWS DALLA SEZIONE

ROMA
Cinema:morto David Prowse, fu Darth Vader in Guerre Stellari

Cinema:morto David Prowse, fu Darth Vader in Guerre Stellari

 
ROMA
Chiude edizione streaming, vince Iran con Botox

Chiude edizione streaming, vince Iran con Botox

 
ROMA
Glassboy di Rossi vince a Tallin miglior film per ragazzi

Glassboy di Rossi vince a Tallin miglior film per ragazzi

 
ROMA
'Mai insieme a te', corto su cicatrici donne violate

'Mai insieme a te', corto su cicatrici donne violate

 
ROMA
I 30 anni del Centro Ricerche Musicali, Alvin Curran guest star

I 30 anni del Centro Ricerche Musicali, Alvin Curran guest star

 
ROMA
Dua Lipa Star dance pop con live event Studio 2054

Dua Lipa Star dance pop con live event Studio 2054

 
ROMA
Monicelli 10 anni dopo ci manca la sua intelligenza

Monicelli 10 anni dopo ci manca la sua intelligenza

 
ROMA
Lirica in streaming, oltre 120mila contatti da 57 paesi

Lirica in streaming, oltre 120mila contatti da 57 paesi

 
ROMA
Miley Cyrus, fa male stare un anno senza musica dal vivo

Miley Cyrus, fa male stare un anno senza musica dal vivo

 
ROMA
Omaggio a più voci per premio Isabella Rossellini

Omaggio a più voci per premio Isabella Rossellini

 
ROMA
Musica. Sfera Ebbasta conquista le top ten

Musica. Sfera Ebbasta conquista le top ten

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Auteri sfida un passato importante: «Catanzaro forte, ma Bari non ha paura»

Auteri sfida un passato importante: «Catanzaro forte, ma Bari non ha paura»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoL'appello di una 30enne
Covid, Giulia dall'ospedale di Taranto: «Aiutatemi, ho bisogno del plasma»

Covid, Giulia dall'ospedale di Taranto: «Aiutatemi, ho bisogno del plasma»

 
Bariemergenza Covid
Mola di Bari, pronta postazione «drive in» per eseguire tamponi rapidi postazione

Mola di Bari, pronta postazione «drive in» per eseguire tamponi rapidi

 
Lecceil giallo
Racale, bimbo scomparso 43 anni fa: «Un uomo coi baffi portò via Mauro»

Racale, bimbo scomparso 43 anni fa: «Un uomo coi baffi portò via Mauro»

 
FoggiaTragedia nel Foggiano
Bovino, agricoltore 71enne muore schiacciato dal muletto

Bovino, agricoltore 71enne muore schiacciato dal muletto

 
Brindisinel Brindisino
S.Pancrazio, parroco antidroga accerchiato e insultato: «Denuncio chi bestemmia»

S.Pancrazio, parroco antidroga accerchiato e insultato: «Denuncio chi bestemmia»

 
BatEffetto-pandemia
Trani, le nozze civili sono in streaming per gli invitati virtuali

Trani, le nozze civili sono in streaming per gli invitati virtuali

 
MateraNel Materano
Bernalda, la protesta di un disabile: «In casa avevo operai in attesa dell'esito del tampone»

Bernalda, la protesta di un disabile: «In casa avevo operai in attesa dell'esito del tampone»

 

i più letti

ROMA

Rosi, detesto filmare, il mio cinema è incontro

Il regista di Notturno sceglie Bunuel e De Seta come riferimento

Rosi, detesto filmare, il mio cinema è incontro

ROMA, 19 OTT - "Detesto filmare" dice Gianfranco Rosi, il regista Leone d'oro a Venezia con Sacro Gra e Orso d'oro a Berlino con Fuocoammare, che con l'ultimo film Notturno faticosamente e rischiosamente realizzato in Medio Oriente è stato in concorso a Venezia 77 uscendo, tra le polemiche, a mani vuote ma che potrebbe essere designato come film italiano candidato agli Oscar 2021, quest'anno spostati al 25 aprile (la commissione Anica si riunirà entro martedì 1 dicembre). "Quando metti la cinepresa tutto cambia, i momenti più belli per me sono e restano quelli della ricerca, della preparazione, degli incontri. Senza gli incontri il cinema, il mio cinema non esiste, io non parto dalla sceneggiatura, non ce l'ho proprio ed è per questo che non faccio film di finzione. Io parto dall'intuizione, dall'essenza e perciò sono reticente a filmare e aspetto, aspetto, indugio sulle inquadrature rincorrendo la luce giusta, che per me è un modo per rinviare il ciak", spiega Rosi nell'Incontro Ravvicinato alla Festa di Roma, moderato dal direttore Antonio Monda, davanti ad un pubblico giovane, attento, in religioso silenzio. "Mi mette ansia incredibile dare il ciak - confessa Rosi, doppio passaporto italiano e americano, diplomato alla New York University Film School - perché sono cosciente che la cinepresa in azione fa cambiare la realtà, la situazione che mi aveva affascinato rischia di scolorarsi". Durante l'incontro sono state mostrate scene di due film 'preferiti' scelti da Rosi, oltre che spezzoni dei suoi documentari: Banditi a Orgosolo (1961) di Vittorio De Seta e Los Olvidados, i figli della violenza di Luis Bunuel. (ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie