Domenica 20 Gennaio 2019 | 20:44

NEWS DALLA SEZIONE

ROMA
Imcassi Usa, Glass subito in vetta

Imcassi Usa, Glass subito in vetta

 
FIRENZE
Chiude 'Marina Abramovic' a Firenze,code

Chiude 'Marina Abramovic' a Firenze,code

 
NAPOLI
Preziosi 'eccellenza' ad Hollywood

Preziosi 'eccellenza' ad Hollywood

 
ROMA
Nuovo album da solista per Lang Lang

Nuovo album da solista per Lang Lang

 
LOS ANGELES
Corsa agli Oscar, il 22/1 le nomination

Corsa agli Oscar, il 22/1 le nomination

 
ROMA
Jenkins, l'amore contro il razzismo

Jenkins, l'amore contro il razzismo

 
ROMA
Marco eliminato, protesta ad Amici

Marco eliminato, protesta ad Amici

 
ROMA
Tornano le storie di This Is Us

Tornano le storie di This Is Us

 
ROMA
Ex-Otago, dai baretti ai palazzetti

Ex-Otago, dai baretti ai palazzetti

 
NUORO
Il museo Man di Nuoro compie 20 anni

Il museo Man di Nuoro compie 20 anni

 
ROMA
Compagnia del Cigno, il cast ad Amatrice

Compagnia del Cigno, il cast ad Amatrice

 

SASSOCORVARO (URBINO)

Storia mirabile della Rocca Sassocorvaro

Durante occupazione nazista fu riparo segreto capolavori d'arte

Storia mirabile della Rocca Sassocorvaro

SASSOCORVARO (URBINO), 16 DIC - Appare subito possente nella sua massa di pietre e mattoni, al centro di un grande spiazzo, all'inizio dello sperone su cui è costruito il paese vecchio di Sassocorvaro tra gli spettacolari colli marchigiani del Montefeltro, questa Rocca castello dalle curiose forme tutte tondeggianti e dalla pianta a immagine di tartaruga, realizzata negli anni attorno al 1475 dal grande architetto senese Francesco di Giorgio Martini (1439 - 1502), lo stesso del Palazzo Ducale di Urbino, di quello di Urbania e di quello di Gubbio, e con una storia ricca che arriva ancor viva sino agli anni '40, durante la seconda guerra mondiale. Voluta da Federico da Montefeltro, capolavoro dell'architettura militare dell'epoca, durante la Seconda guerra mondiale custodì oltre 10.000 capolavori d'arte (tra cui la Tempesta del Giorgione, opere di Piero della Francesca, Raffaello, Lorenzo Lotto, Tiziano e Mantegna) per evitare che subissero danni e poi dopo il 15 aprile '43, venissero trafugate dai nazisti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400