Mercoledì 23 Gennaio 2019 | 00:28

NEWS DALLA SEZIONE

MILANO
Tv, Riparte l'Isola dei Famosi

Tv, Riparte l'Isola dei Famosi

 
LOS ANGELES
Oscar, 'in gara' disegnatrice Spider-Man

Oscar, 'in gara' disegnatrice Spider-Man

 
PERUGIA
A Perugia mostra su Warhol e pop art

A Perugia mostra su Warhol e pop art

 
NEW YORK
Koons licenzia assistenti e assume robot

Koons licenzia assistenti e assume robot

 
LOS ANGELES
Oscar:10 nomination a La Favorita e Roma

Oscar:10 nomination a La Favorita e Roma

 
ROMA
Musica: Ute Lemper e la telefonata con Marlene

Musica: Ute Lemper e la telefonata con Marlene

 
MATERA
Matera 2019, "bilancio fantastico"

Matera 2019, "bilancio fantastico"

 
ROMA
Storia di B, unico italiano al Sundance

Storia di B, unico italiano al Sundance

 
RIMINI
Musica: Mecozzi debutta con 'Awakening'

Musica: Mecozzi debutta con 'Awakening'

 
FIRENZE
Uffizi,con Leonardo più 8.000 visitatori

Uffizi,con Leonardo più 8.000 visitatori

 
MATERA
A Matera la festa delle bande marcianti

A Matera la festa delle bande marcianti

 

ROMA

Cinema: Redford con la pistola nel suo 'ultimo' film

Cinema: Redford con la pistola nel suo 'ultimo' film

ROMA, 13 DIC - Tra malinconia e sorriso arriva in sala il 20 dicembre con la Bim, dopo essere passato alla 13/a edizione della Festa di Roma, l'ultimo atteso film di Robert Redford: 'The Old Man & The Gun'. Almeno sulla carta il canto del cigno di questo attore due volte premio Oscar che ha deciso di dire addio alle scene. La storia, che sembra scritta dal più coraggioso degli sceneggiatori ubriachi, è invece incredibilmente vera. Si tratta delle straordinarie vicende umane e criminali di Forrest Tucker (Redford), un uomo che ha trascorso la sua vita tra rapine in banca ed evasioni dal carcere. E solo su quest'ultimo fronte aveva all'attivo, al momento della cattura, ben 16 fughe tra cui quella temeraria e rocambolesca dalla prigione di San Quentin quando aveva già 70 anni. Non solo, Forrest Tucker aveva disorientato per lungo tempo le autorità di polizia per la sua capacità di rendersi introvabile come per la sua incredibile gentilezza verso i rapinati. Una cosa che non poteva che, alla fine, conquistare l'opinione pubblica americana, innamorata della sua banda composta da altri due vecchietti con pistola (interpretati da Danny Glover e Tom Waits). Sulle sue tracce, nel 1993, si mise l'amletico investigatore John Hunt (il premio Oscar Casey Affleck), che gli diede la caccia anche perché sempre più affascinato dalla figura di Tucker. Nel frattempo il ladro gentiluomo aveva stretto una romantica relazione con una vedova, Jewel (Sissy Spacek) incontrata in una delle sue tante fughe, che lo amava nonostante non avesse davvero chiara la sua vera professione. Nel film un Robert Redford segnato dal tempo, ma ancora pieno di fascino, si barcamena in questa storia con sicuro divertimento, proprio come voleva fosse il suo ultimo film. "Mai dire mai, però ho praticamente deciso che sarebbe stato il mio ultimo ruolo - ha detto l'attore in una intervista a EW (Entertainment Weekly), specificando di tener fede a quanto aveva già sostenuto nel 2016 - . Ho voglia ora di avviarmi alla pensione, perché faccio questo lavoro ormai da troppo tempo, da quando avevo 21 anni". Redford ha anche aggiunto nell'intervista di essere abbastanza soddisfatto di questo suo ultimo ruolo da cui esce positivo e ottimista: "L'unica mia condizione era che fosse un personaggio divertente. E Forrest è proprio così, un personaggio meraviglioso e complesso, pieno di vita e amante del rischio, ma anche deciso a divertirsi". (ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400