Domenica 18 Novembre 2018 | 17:47

NEWS DALLA SEZIONE

Cinema: Vincent Cassel detective in un family-thriller

Cinema: Vincent Cassel detective in un family-thriller

 
ROMA
Deutschland '86 serie sulle due Germanie

Deutschland '86 serie sulle due Germanie

 
VENEZIA
Spirit of peace, vetro soffiato a Vienna

Spirit of peace, vetro soffiato a Vienna

 
ROMA
Elemento 115, nuova casa editrice

Elemento 115, nuova casa editrice

 
SPOLETO
Sisma, nell'ospedale dell'arte

Sisma, nell'ospedale dell'arte

 
MILANO
Sala, Tempo di Libri trovi sua formula

Sala, Tempo di Libri trovi sua formula

 
ROMA
Dark comedy di McDonaugh arriva a teatro

Dark comedy di McDonaugh arriva a teatro

 
CAPACCIO
Gemellaggio tra Paestum e Palmira

Gemellaggio tra Paestum e Palmira

 
ROMA
Murgia e Chef Rubio cambiati dai libri

Murgia e Chef Rubio cambiati dai libri

 
ROMA
Panahi, arriva ultimo film clandestino

Panahi, arriva ultimo film clandestino

 
NEW YORK
Flop Burri da Phillips, invenduto a Ny

Flop Burri da Phillips, invenduto a Ny

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

VENEZIA

Osvaldo Licini alla Guggenheim Venezia

Cento opere in mostra a cura Luca Massimo Barbero

Osvaldo Licini alla Guggenheim Venezia

VENEZIA, 16 SET - C'è un filo sottile, forse ideale o forse solo casuale, che sembra accomunare a metà del secolo scorso le "storie" di Osvaldo Licini, l'artista-poeta solitario radicato al suo paese nelle Marche, Monte Vidon Corrado, e Peggy Guggenheim, collezionista-mecenate statunitense che portò e fece conoscere in Italia, con il suo arrivo a Venezia, le nuove avanguardie d'oltreoceano, Pollock su tutti. Licini uscì da un lungo isolamento per partecipare con due opere alla Biennale di Venezia del 1948, la prima dopo la guerra; Peggy lo stesso anno sbarcava in laguna, 'invadendo' il padiglione greco della Biennale con i suoi artisti. Parte anche da queste suggestioni la mostra dedicata all'artista marchigiano (dal 22 settembre al 14 gennaio 2019), un nuovo capitolo dello 'scavo' nell'arte italiana, a cavallo fra le due guerre e fino agli inizi degli anni '60, portato avanti da Luca Massimo Barbero nelle sale della collezione Peggy Guggenheim, a Venezia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400