Lunedì 22 Ottobre 2018 | 20:10

NEWS DALLA SEZIONE

MILANO
Guenzi, a X Factor onorerò lavoro Asia

Guenzi, a X Factor onorerò lavoro Asia

 
ROMA
Mariah Carey, il 16 novembre nuovo album

Mariah Carey, il 16 novembre nuovo album

 
MILANO
P. Reale tra musei più visitati al mondo

P. Reale tra musei più visitati al mondo

 
ROMA
La rivoluzione di Picasso scultore

La rivoluzione di Picasso scultore

 
MODENA
Nek vince sesta edizione Premio Bertoli

Nek vince sesta edizione Premio Bertoli

 
UDINE
'Padri e figli' chiude, 40000 presenze

'Padri e figli' chiude, 40000 presenze

 
FIRENZE
A Boboli riattivata fontana di Ganimede

A Boboli riattivata fontana di Ganimede

 
BOLOGNA
Zeri 20 anni dopo, tre serate a Bologna

Zeri 20 anni dopo, tre serate a Bologna

 
ROMA
Musica: a Muti il Praemium Imperiale, consegna il 23 a Tokyo

Musica: a Muti il Praemium Imperiale, consegna il 23 a ...

 
ROMA
Speciale Iannacone su scuola frontiera

Speciale Iannacone su scuola frontiera

 
MILANO
Pennac, sui migranti Europa senza onore

Pennac, sui migranti Europa senza onore

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

ROMA

Una nuova Boheme all'Opera di Roma

Allestimento contemporaneo di Ollè (Fura dels Baus) e Nanasi

Una nuova Boheme all'Opera di Roma

ROMA, 14 GIU - Il pessimismo pucciniano di fondo, che si trova anche nella 'Boheme', torna bene nel rappresentare disillusioni e fatica di vivere dei giovani d'oggi che si sentono senza futuro, specie se vengono da situazioni marginali e periferiche di una grande città, con cui, emblematicamente, la regia di Alex Ollé, una delle anime della Fura dels Baus, sostituisce le soffitte della Parigi inizio '900 in questo suo allestimento, coprodotto col Regio di Torino, che arriva ora all'Opera di Roma, dove alla prima non ha ottenuto grande accoglienza nonostante le buone qualità musicali (si replica 10 volte fino al 24/6, con cast anche diversi). Eppure l'ambientazione contemporanea funziona nel rappresentare la società nuova, urbana e borghese, tanto diversa da quella verdiana, che rende modernissimo Puccini di cui la 'Boheme' è l'opera esemplare, dove gioca, forse più del romanzo ispiratore di Murger, la memoria del musicista dei suoi giovanili anni appunto bohemienne, con i suoi sentimenti leopardiani e nostalgie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400