Lunedì 17 Dicembre 2018 | 20:38

NEWS DALLA SEZIONE

ROMA
Strenne da classici all'arte per piccoli

Strenne da classici all'arte per piccoli

 
ROMA
Cosmo, unico live 2019 ad Assago il 2/2

Cosmo, unico live 2019 ad Assago il 2/2

 
NAPOLI
Gassmann, Napoli è esempio nazionale

Gassmann, Napoli è esempio nazionale

 
ROMA
Per le feste prendiamola a ridere

Per le feste prendiamola a ridere

 
ROMA
Cold War, sentimenti attraverso storia

Cold War, sentimenti attraverso storia

 
BRUXELLES
Dallo Studio 54 al Piper, la Night Fever

Dallo Studio 54 al Piper, la Night Fever

 
MILANO
Manuel Agnelli in tour dopo X Factor

Manuel Agnelli in tour dopo X Factor

 
BOLOGNA
Ritrovato manoscritto di Rossini rubato

Ritrovato manoscritto di Rossini rubato

 
ROMA
Cinema: incassi, Bohemian Rhapsody ancora al top

Cinema: incassi, Bohemian Rhapsody ancora al top

 
ROMA
Torna premio Fai viaggiare la tua storia

Torna premio Fai viaggiare la tua storia

 
MILANO
Tv: su Rai 1 a gennaio i talenti de La compagnia del cigno

Tv: su Rai 1 a gennaio i talenti de La compagnia del cigno

 

ROMA

Maurensig-Di Stefano 'Bagutta' ex aequo

A Nadia Terranova l'Opera Prima. Premiazione 31 gennaio

Maurensig-Di Stefano 'Bagutta' ex aequo

ROMA, 25 GEN - Paolo Di Stefano con 'Ogni altra vita' (Il Saggiatore) e Paolo Maurensig con 'Teoria delle ombre' (Adelphi) sono i vincitori ex aequo del 'Premio Bagutta' 2016. Il premio per l'opera prima è stato assegnato a Nadia Terranova che nei suoi 'Anni al contrario' (Einaudi) ha rievocato il periodo degli anni di piombo, attraverso la storia di una giovane coppia siciliana che si forma in quel decennio complesso. La giuria è presieduta da Isabella Bossi Fedrigotti. La premiazione del riconoscimento, fondato nel 1927, si svolgerà, come da tradizione, al Ristorante Bagutta di Milano, domenica 31 gennaio, alla presenza dei vincitori. I libri vincitori ex aequo traggono origine da storie private del passato: "se Di Stefano - come spiega la nota del Premio - per la sua 'storia di italiani non illustri' si è ispirato ad alcuni manoscritti conservati nell'Archivio diaristico nazionale di Pieve Santo Stefano, Maurensig ha invece rievocato la vicenda di Alexandre Alekhine, controverso campione del mondo di scacchi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400