Lunedì 25 Marzo 2019 | 08:24

Il Biancorosso

DOPO I 5 ANNI DI DASPO
La difesa dello steward della Turris"False accuse e tanta cattiveria"

La difesa dello steward della Turris
"False accuse e tanta cattiveria"

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatLa storia
Andria, sfrattata la bancarella dei Mansi, la famiglia della bimba uccisa

Andria, sfrattata la bancarella dei Mansi, la famiglia della bimba uccisa

 
Lecce
Leuca, intercettata da Gdf barca a vela con 25 migranti

Leuca, intercettata da Gdf barca a vela con 25 migranti

 
TarantoAmbiente
Ex Ilva, Conte : «Sappiamo che il problema di Taranto è serio»

Ex Ilva, Conte : «Sappiamo che il problema di Taranto è serio»

 
FoggiaAnche lei premiata da Mattarella
È Rebecca, 10 anni da Lucera, l'Alfiere della Repubblica più giovane d'Italia

È Rebecca, 10 anni da Lucera, l'Alfiere della Repubblica più giovane d'Italia

 
MateraDroga
Coltivava marijuana in casa: arrestato 40enne nel Materano

Coltivava marijuana in casa: arrestato 40enne nel Materano

 
BrindisiIl caso
Cimitero privatizzato a Ceglie Messapica, la Lega: «È una cosa sospetta»

Cimitero privatizzato a Ceglie Messapica, la Lega: «È una cosa sospetta»

 
Altre notizie HomeTra sacro e profano
Sannicandro di Bari, ecco i pentoloni di ceci per festeggiare San Giuseppe

Sannicandro di Bari, ecco i pentoloni di ceci per festeggiare San Giuseppe

 

«È possibile ridurre all’8% quello che va in discarica»

«È possibile ridurre all’8% quello che va in discarica»
La riorganizzazione della governance, l’adozione del Piano rifiuti, la legge sulla riorganizzazione dei servizi locali sono alcuni dei pilastri sui quali si è basata la politica della riorganizzazione dell’intero sistema di gestione dei ciclo dei rifiuti al fine di completare il processo e ottenere il passaggio reale - non solo annunciato - del rifiuto da problema a risorsa.

Insieme, i tre obiettivi (governance nuova, piano rifiuti e riorganizzazione dei servizi locali) perseguiti negli ultimi anni hanno contribuito a creare il quadro di riferimento che guarda alle realtà più moderne del panorama internazionale. Questo, come dato di concretezza rispetto al recente passato, ha permesso di stipulare accordi di collaborazione con i consorzi obbligatori (come spieghiamo nell’articolo principale di questa pagina) che, una volta di più, qualificano l’impegno della Regione e permettono di guardare a un futuro che, dopo anni di tentativi, porti il sereno anche nella gestione complessiva di un delicatissimo tema come quello dei riifuti.

«L’obiettivo di marginalizzare il ruolo delle discariche al massimo ad un 8-10% della produzione di rifiuti – spiega Giovanni Campobasso, dirigente del Servizio rifiuti e bonifiche della regione Puglia - è raggiungibile attraverso una sinergia tra soggetti». Il governo regionale ma anche, o forse soprattutto, amministrazioni locali, gestori, consorzi di filiera e, ovviamente, i cittadini. A questo fine la regione ha voluto far partire una nuova campagna «pubblicitaria» di sensibilizzazione ai temi della differenziata su base regionale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400