Mercoledì 16 Ottobre 2019 | 00:36

Il Biancorosso

Lega pro
Metamorfosi Bari: una rinascita sotto il segno di Vivarini

Metamorfosi Bari: una rinascita sotto il segno di Vivarini

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantonel tarantino
Castellaneta, infermiere aggredito fuori da ospedale da familiare di un paziente

Castellaneta, infermiere aggredito fuori da ospedale da familiare di un paziente

 
Barisanità
Bari, inaugurata nuova risonanza magnetica all'ospedale San Paolo

Bari, inaugurata nuova risonanza magnetica all'ospedale San Paolo

 
Materamorirono in 2
Matera, palazzina crollò nel 2014: chieste 8 condanne

Matera, palazzina crollò nel 2014: chieste 8 condanne

 
Brindisinel Brindisino
Ostuni, violenta e sequestra la ex che riesce a fuggire: arrestato 52enne

Ostuni, violenta e sequestra la ex che riesce a fuggire: arrestato 52enne

 
Leccenel Leccese
Maglie, piante di marijuana in un terreno e droga in casa: denunciato 32enne

Maglie, piante di marijuana in un terreno e droga in casa: denunciato 32enne

 
Foggianel foggiano
San Severo, polizia sequestra terreno con 30 piante di marijuana

San Severo, polizia sequestra terreno con 30 piante di marijuana

 
Batl'iniziativa
«Barletta non è una città accessibile»: il flash mob 'La rivolta delle carrozzine'

«Barletta non è una città accessibile»: il flash mob 'La rivolta delle carrozzine'

 
PotenzaI dati
Criminalità, per il Sole 24 Ore la Basilicata è «quasi tranquilla»

Criminalità, per il Sole 24 Ore la Basilicata è «quasi tranquilla»

 

i più letti

Ecco il piano dei rifiuti post commissariamento

Ecco il piano dei rifiuti post commissariamento
Il Piano regionale di gestione dei rifiuti solidi urbani è un traguardo cui la Regione Puglia ha dedicato grande attenzione negli ultimi anni lavorando, preventivamente all'adozione del Piano, a una serie di aspetti propedeutici a una efficace gestione del ciclo dei rifiuti. Il nuovo piano, il primo dopo decenni a gestione non commissariale, sposa la strategia che ha come obiettivo anbizioso il traguardo «rifiuti zero» e nasce da un processo partecipativo avviato con tutti i soggetti a vario titolo coinvolti nella gestione del ciclo: dalla produzione alla successiva raccolta, al trasporto, allo smaltimento, al riuso, al recupero e alla reimmissione eventuale nel ciclo produttivo.

Puntare a ridurre al massimo i rifiuti da conferire in discarica, puntare allo «zero rifiuti» vuol dire programmare, creare presupposti tecnici e logistici che permettano in un arco ragionevole di tempo di centrare obiettivi. Come si può pensare ai rifiuti zero quando fino ad oggi la raccolta differenziata è sempre al di sotto della soglia del 30% nella media regionale? A colmare questo gap puntavano gli interventi sulla governance e sulle modalità di gestione.

Nel frattempo si è aperto il confronto con il mondo delle associazioni, da quelle ambientaliste a quelle di categoria, gli enti locali, e, finanche i singoli cittadini, che hanno potuto esprimere le proprie osservazioni sul documento programmatico di gestione del ciclo completo dei rifiuti in più momenti: le tre conferenze programmatiche, le sedute di quinta commissione (competente per le questioni ambientali) precedenti all'approvazione in giunta, la fase di Valutazione ambientale strategica, e, prima della definitiva adozione, il passaggio consiliare con ulteriori confronti nella commissione consiliare competente. Questa scelta fa di uno strumento di programmazione politica quale il Piano uno strumento sociale, un impegno per tutti i pugliesi a mettere in campo, ciascuno per il proprio ruolo, tutte le azioni necessarie a centrare gli obiettivi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie